• Marketing

Errori di email marketing B2B da evitare nel 2023

  • Kruti Shah
  • 1 min read
Errori di email marketing B2B da evitare nel 2023

Introduzione

Sebbene molti sostengano che l'email marketing sia morto, le statistiche raccontano una storia completamente diversa. Si stima che il fatturato del solo email marketing raggiungerà quasi 11 miliardi di dollari nel 2023! Non solo, il grafico mostra un aumento esponenziale nei prossimi anni.

Email marketing revenue worldwinde from 2020 to 2027 (Fonte)

Credo che l'e-mail sia ancora una componente della vita quotidiana, e non solo per i boomers. Più della metà del pubblico della Gen-Z, amante dei video di breve durata, e più di un terzo dei millennial amano ancora ricevere e-mail di marca.

Questo dimostra che l'email marketing B2B rimane ad oggi uno strumento potente per espandere la propria clientela.

Tuttavia, l'email marketing non è così semplice come l'invio di un'email occasionale. Si tratta di un compito sfaccettato che dovete svolgere correttamente se volete essere un email marketer di successo. Ci sono numerosi modi che possono aiutarvi ad avere successo. Ad esempio, esistono diverse piattaforme di gestione dei social media che possono aiutarvi a regolare i post, il coinvolgimento e la portata. Allo stesso modo, esistono diverse strategie e strumenti che potete utilizzare per gestire l'email marketing B2B.

Inoltre, ci sono alcuni errori particolari che dovreste evitare. È di questo che parleremo in questa sezione. Senza ulteriori indugi, parliamo degli otto errori di email marketing da evitare.

1. Partenza non corretta

Congratulazioni! La vostra lista e-mail ha appena ricevuto un nuovo iscritto.

Cosa farete adesso?

State perdendo un'enorme opportunità se la vostra risposta non è "inviate immediatamente un'e-mail di benvenuto".

La prima e-mail che inviate ai vostri abbonati sarà quasi certamente quella più letta. Perché? Perché viene fornita nel momento in cui i lettori sono più interessati a voi.

Si sono appena iscritti. I loro ricordi di voi sono recenti. Possono ricordarsi di voi.

Quindi, non appena qualcuno si iscrive alla vostra campagna e-mail, dovrebbe ricevere una e-mail da parte vostra che illustri chi siete e cosa gli invierete. Potete usare un SERP checker per trovare ciò che manca ai vostri concorrenti e mettere in evidenza gli USP della vostra azienda nell'e-mail di benvenuto.

In tutte le e-mail di benvenuto eccellenti sono presenti tre elementi:

  • Un saluto al vostro lettore
  • Presentare l'autore o l'azienda al lettore
  • Preparare il terreno per ciò che accadrà in seguito

La vostra campagna e-mail inizierà in modo eccellente se saprete come comporre un'e-mail di benvenuto che raggiunga questi tre obiettivi.

2. Personaggi d'acquisto non definiti

L'obiettivo di indirizzare le vostre e-mail a un particolare consumatore diventa tanto più preciso quanto più specifico è il vostro buyer persona. Cosa potete dire nelle vostre e-mail come azienda che vende carta da stampa senza sembrare troppo generici?

Il vostro messaggio sarà però molto chiaro e conciso se siete un'azienda di carta da stampa che offre carta specializzata solo per la stampa di romanzi e libri di racconti. Anche se alcuni clienti potrebbero trovarlo un po' troppo tagliente, potete utilizzare il vocabolario specifico dell'editoria e della stampa e un tono di voce ideale per la stampa di romanzi.

Innanzitutto, utilizzate un cercatore di parole chiave per identificare le ricerche del vostro pubblico target. Poi create una persona e passate all'email marketing, se non avete già un personaggio ben distinto a cui parlare nelle vostre email. La posta elettronica è utilizzata da persone di tutte le età, quindi individuate la vostra nicchia di pubblico e rivolgete a loro le vostre e-mail aziendali.

Percentage of internet users in the United States who use e-mail, by age group (Percentuale di utenti internet negli Stati Uniti che utilizzano la posta elettronica, per fascia d'età - Fonte)

3. Utilizzo di oggetti poco chiari, "clickbaity" o inefficaci

"Quando c'è spazio per la furbizia, usatela. Sebbene non si debba essere paternalisti, si può essere sottilmente arroganti se la situazione lo richiede. Potreste anche farvi una o due risate.

Tuttavia, nella riga dell'oggetto, siate diretti e concisi". Dice Shad Elia, amministratore delegato di New England Home Buyers

Molti guru del marketing su Internet hanno riscontrato successo con oggetti come "Ehi", "Amico" o "Apri", ma gli acquirenti B2B potrebbero rappresentare una sfida.

E quando si aprono queste e-mail, spesso si scopre che l'oggetto e il corpo dell'e-mail non hanno nulla a che fare l'uno con l'altro.

Le persone che sono curiose di sapere cosa si nasconde dietro le parole dell'oggetto delle e-mail intelligenti le aprono anche quando non hanno intenzione di fare un acquisto.

Le e-mail con titoli chiari, invece, vengono aperte da persone che hanno obiettivi chiari. Forse non acquisteranno oggi, ma almeno avranno una comprensione più chiara di ciò che stanno cercando.

Le righe dell'oggetto delle e-mail B2B che funzionano bene includono:

  • Umorismo arguto
  • Polemiche lievi
  • Elenchi numerati
  • Il nome di una persona

4. Scrivere testi banali

Le e-mail semplici e noiose, che si dilungano, non riusciranno a catturare l'attenzione del vostro pubblico irrequieto. Che cosa potete fare, allora?

  • Utilizzate e-mail brevi: Considerate la possibilità di sperimentare email brevi. Andate subito al sodo nella vostra e-mail, il prima possibile.
  • Create righe di oggetto e intestazioni che attirino il lettore e sottolineino i punti principali dell'e-mail. Di conseguenza, i tassi di apertura e di clic miglioreranno.
  • Rendetelo personale includendo il nome del destinatario. All'inizio può sembrare un po' complicato, ma ne vale la pena. La personalizzazione delle e-mail con dettagli come il nome aumenta la loro credibilità e il loro appeal.
  • Aggiungete un invito all'azione (CTA) convincente: "Leggi tutto" e "Scopri ora" sono insufficienti. Le CTA dovrebbero essere arricchite da frasi come "Non vorrai perderti questo". Dopo tutto, le CTA personalizzate convertono il 202% in più rispetto a qualsiasi altra CTA.

La scrittura e il messaggio devono essere leggibili, sintetici e accattivanti. Per entrare in contatto con il pubblico in modo più efficace, provate a rendere il vostro tono più accessibile.

Formatting emails for scannability (Fonte)

5. Nessuna informazione sul mittente

Se un'e-mail sembra essere stata inviata da una persona reale, i destinatari sono più propensi ad aprirla. Pertanto, è necessario assicurarsi che le informazioni inviate da non allontanino i consumatori. Evitate di inviare messaggi di marketing via e-mail, ad esempio, da indirizzi di mittenti come [email protected] È quasi impossibile che io apra l'e-mail se vedo questo indirizzo, e non sono l'unico.

Per questo motivo, le informazioni "inviate da" non devono essere eccessivamente personali. Non sono necessariamente scoraggiato quando ricevo e-mail da aziende piuttosto che da persone specifiche. Ad esempio, ricevo spesso e-mail da VoIP come "Airbnb" o anche "Netflix". Grazie alla mia familiarità con il marchio e alla conoscenza di ciò che devo aspettarmi, non vedo queste e-mail e le cancello immediatamente.

Il fatto che il nome "inviato da" sia una persona è un'alternativa all'invio del solo nome del marchio come informazione sul mittente. Questa strategia funziona bene perché dà all'e-mail un tocco personale. Quando ricevo un'e-mail da "Jen di Hotels.com", penso almeno consapevolmente: "Oh, un'e-mail da un vero essere umano". Ottimo!".

Tutto ciò significa che, sebbene non esista un metodo corretto per strutturare le informazioni sul mittente, esiste indubbiamente un modo scorretto per farlo.

6. Autopromozione eccessiva o nulla

I due estremi, ohimè. O tutto o niente quando si tratta di promozione.

Un'e-mail è uno strumento di marketing, e un marketing efficace porta alle vendite. Ciò significa che un marketing efficace deve spingere i clienti a fare un acquisto.

Anche se hanno la possibilità di dire "sì" o "no", il nostro obiettivo è farli arrivare a quel punto. Bene se acquistano. Se non lo fanno, va bene lo stesso. Potrebbero acquistarlo in seguito. L'importante è che le persone arrivino a una decisione e decidano". Dice Alice Rowen Hall di Rowen Homes

Per questo motivo, dobbiamo trovare un equilibrio nelle nostre e-mail per far avanzare sottilmente i lettori lungo l'imbuto di vendita. È come tenere un uccellino tra le mani. Può volare via se lo si tiene troppo allentato, ma può anche morire se lo si tiene troppo stretto.

Le vostre e-mail devono quindi far avanzare lentamente gli abbonati in modo che non se ne accorgano nemmeno.

Quando si pubblicizza qualcosa, i lettori sono davvero interessati a saperne di più. La strategia ideale consiste nell'includere un messaggio allettante nel corpo dell'e-mail e poi collegarlo a una lettera di vendita sul vostro sito web, perché l'e-mail ha una quantità limitata di spazio.

L'altro estremo è quando nell'e-mail non c'è nemmeno un accenno di pubblicità. È come andare al fiume ogni giorno, gettare in acqua un secchio di cibo per pesci, ma non portare l'attrezzatura per pescare e tornare ogni giorno a mani vuote.

Diversi studi hanno rilevato che le e-mail che contengono un invito all'azione e tre link sono quelle che hanno più successo. È possibile misurare il successo del marketing attraverso un rank tracker.

Dall'e-mail, ci sono quattro punti in cui collegarsi alla pagina di vendita:

  • A metà della copia
  • Prima della dichiarazione finale
  • Prima di salutarci e seguire la conclusione
  • Dopo la firma dell'autore

Di conseguenza, come si può vedere, esiste una via di mezzo tra la promozione e l'iperpromozione.

7. Mancanza di test

"Vi è mai capitato di fare un umiliante errore di battitura in un'e-mail che avete inviato? O forse avete erroneamente risposto a tutti quando intendevate rispondere solo a una persona? Pensate a quanto sarebbe umiliante e persino disastroso un errore in un'e-mail inviata a tutta la vostra lista.

Per questo motivo, è necessario testare internamente ogni e-mail di newsletter prima di distribuire la versione live. Per essere chiari, il test è fantastico per aiutarvi a prevenire errori imbarazzanti, ma è anche una fantastica occasione per migliorare leggermente le e-mail.

È molto probabile che nessuno si offenda se omettete uno spazio tra due parole o sbagliate l'ortografia di un termine, ma è quasi certo che le e-mail perfette producano risultati superiori. Se inviate un'e-mail di prova a voi stessi prima di inviarla a tutta la vostra lista, avete la possibilità di individuare piccoli errori e di sembrare più professionali". Dice Seth Larson di 1st Key Homebuyers

Conclusione

L'email marketing è ancora il metodo più popolare di comunicazione con i clienti e avrà sempre risultati migliori rispetto ad altre tattiche di marketing. Fate in modo che l'email marketing diventi il vostro canale più redditizio seguendo questi suggerimenti, evitando le insidie, e procedendo in questo modo. Misurare le metriche non corrette è un grave errore nella strategia di email marketing che state attuando.

Kruti Shah

Kruti Shah

Kruti Shah is a content writer and marketer at The Marketing Drama. She loves to write about insights on current trends in Technology, Business and Marketing. In her free time, she loves baking and watching Netflix. You can connect with her on Linkedin.

Link: The Marketing Drama

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker