• Imparare il SEO

Tutto quello che c'è da sapere sul link bait

  • Felix Rose-Collins
  • 1 min read
Tutto quello che c'è da sapere sul link bait

Introduzione

È risaputo che i backlink sono importanti in termini di SEO. Per Google sono uno dei segnali che aiutano a classificare le pagine più in alto.

Più backlink ha una pagina, maggiore è l'autorità che le conferisce di essere in cima alla SERP.

Alcune pagine acquisiscono backlink in modo organico, mentre altre hanno bisogno di una spinta aggiuntiva.

Come creare questa spinta?

È possibile con l'aiuto di tecniche di link baiting.

In questa guida scoprirete tutto quello che c'è da sapere sul link bait.

Andiamo al sodo!

L'essenza del link bait

Il link bait è il complesso di azioni che modellano i contenuti per attirare i link. In altre parole, si ottimizza il contenuto in modo da attirare l'attenzione dei giornalisti/blogger e spingerli a linkare.

Lo scopo del link bait è semplice: aiuta le vostre pagine a posizionarsi più in alto su Google e a portare più traffico al vostro sito web.

Come funziona questo meccanismo?

Ci sono due aspetti:

  • Le pagine con più link si posizionano più in alto e generano più traffico
  • Promuovere le pagine povere con l'aiuto del linking interno utilizzando pagine autorevoli.

Ci si potrebbe chiedere perché il link bait funzioni così bene. Funziona grazie a un principio chiamato "trigger condivisi", ossia trigger psicologici che spingono le persone a rimandare a un vostro contenuto.

Quali sono questi fattori scatenanti?

  • Emozionale (se il contenuto suscita emozioni, può portare al linking)
  • Pubblico (a volte le persone amano imitare il comportamento degli altri se possono osservarlo)
  • Valore pratico (alle persone piacciono le informazioni pratiche e i suggerimenti praticabili)
  • Storie (le persone si legano emotivamente e si ricollegano a diversi tipi di storie)
  • Valuta sociale (le persone tendono a condividere cose che possono farle apparire migliori agli occhi del pubblico)
  • Trigger (le persone condividono volentieri le informazioni che hanno in mente)

Passiamo ora alle pratiche di link bait di cui dovreste essere dotati.

Sei strategie di link bait da utilizzare

Francamente, esistono molte pratiche di link bait. Ma non tutte sono efficaci. Ecco quindi sette pratiche di link bait che meritano la vostra attenzione.

1. Assicuratevi che il vostro link bait sia perseguibile

Non importa il tipo di informazione che il vostro contenuto apporta. Deve essere pratico in ogni circostanza. E i vostri lettori saranno in grado di utilizzare subito consigli, idee e suggerimenti.

Ad esempio, Visme offre una serie di strumenti che gli utenti possono utilizzare gratuitamente:

Visme

Se analizzate gli URL di questi strumenti, vedrete che hanno acquisito molti backlink:

Analyze the URLs of these tools

2. Suggerire informazioni fresche e uniche

Ovviamente, le persone vogliono ottenere nuove informazioni. Tuttavia, è difficile trovare qualcosa di completamente unico. È probabile che possiate trovare una soluzione.

Come?

Cercate di trattare lo stesso argomento, ma da un'angolazione unica, con consigli nuovi di zecca. Il modo migliore per farlo è condividere la propria esperienza personale.

Brian Dean, un noto esperto di SEO, conduce molti esperimenti legati alla SEO. E alcuni di essi (se non tutti) finiscono per attirare tonnellate di link.

Ad esempio, Brian ha scritto un caso di studio di link-building in cui spiega il processo di aumento del traffico di ricerca del 110% in 14 giorni. Questo contenuto ha acquisito oltre 14.000 backlink:

Suggest fresh and unique information

3. L'esca per i link deve evocare emozioni

Upworthy è una popolare risorsa web che suggerisce contenuti positivi. Contenuti che suscitano emozioni. Nonostante il fatto che Upworthy non sia di moda in questi giorni, le persone continuano a condividere i suoi articoli.

E c'è una buona ragione per questo.

Ogni post fa ridere, piangere, arrabbiare ed esprimere altre emozioni.

Di conseguenza, i post del blog di Upworthy attirano massicciamente i link:

Link bait should evoke emotions

4. Aggiungere un elemento visivo alla vostra strategia di link bait

Quando qualcuno vuole rimandare a un contenuto, passa attraverso un processo in quattro fasi:

  • Vedere il contenuto (la persona nota il vostro contenuto)
  • Consumare l'articolo (la persona clicca sul post e lo consuma)
  • Concludere (la persona decide se il post è buono o meno)
  • Link back (se il post è buono, la persona lo linka)

Pertanto, il primo passo riguarda la percezione degli occhi. Pertanto, è necessario rendere il contenuto visivamente accattivante. Anche se l'intera informazione è "così così", la persona potrebbe apprezzare qualche elemento visivo all'interno del post.

Ad esempio, potete creare la vostra mappa e inserirla nel vostro post. Come nel caso di un post di Winefolly sulle principali regioni vinicole del mondo:

Top wine regions of the world

Questo post ha acquisito oltre 400 backlink da 179 domini:

Top wine regions - ahrefs data

5. L'esca per i link deve essere degna di nota

Le notizie hanno sempre attirato l'attenzione delle persone. Inoltre, i giornalisti e i blogger sono appassionati di argomenti di tendenza.

Se si torna indietro di qualche anno, si ricorderà la situazione del COVID-19 nel mondo. Era l'argomento più caldo di cui si discuteva. Diversi blogger suggerivano consigli su come lavorare in remoto. E mantenere a galla qualsiasi attività.

Ad esempio, un post del blog sul lavoro durante un periodo COVID ha generato 182 backlink da 53 domini:

COVID-19- ahrefs data

Come catturare più link utilizzando i contenuti delle notizie?

Potete farlo applicando la tecnica del newsjacking. Questa tecnica si basa sul monitoraggio delle notizie in diretta per trovare opportunità in cui si possa mettere il proprio marchio sotto gli occhi della gente. Il modo migliore per farlo è reagire con commenti di esperti.

6. Link ad altri materiali che sono già stati linkati

Non c'è dubbio che abbiate visto persone che si collegano a pagine concorrenti. Non c'è nulla di strano in questo. Le persone hanno determinati motivi di collegamento.

Come identificare le ragioni?

Dovreste analizzare gli articoli della concorrenza sullo stesso argomento. Ma l'obiettivo è vedere i punti in comune nelle ancore e negli URL dei backlink.

Ad esempio, un post del blog Taste of home sul pollo fritto suggerisce la ricetta esatta a cui le persone sono interessate:

fried chicken suggests the exact recipe that people are interested in

Per ottenere questi dati, è necessario accedere allo strumento Keywords Explorer di Ahrefs e digitare il proprio argomento. Successivamente, esaminate il rapporto "Panoramica delle SERP" e scegliete uno dei post competitivi suggeriti.

SERP overview for fried chicken query

Infine, cliccate sul numero di backlink (colonna "Backlink") e prestate attenzione alla colonna "Ancore e URL di destinazione".

Per riassumere

Non illudetevi di pensare che il "link bait" sia solo la creazione di contenuti unici e visivamente accattivanti. Purtroppo, se volete ottenere più link con i vostri contenuti, dovete fare di più.

Il link bait richiede la creazione di un piano solido. Questo piano consiste nella scrittura di contenuti, nella ricerca del pubblico giusto che li desideri e nella strategia di promozione dei contenuti. Questi passaggi vi aiuteranno ad attirare link con successo.

Tenete presente che se nessuno conosce il vostro contenuto, esso non acquisirà alcun backlink.

Pertanto, utilizzate le strategie di link bait suggerite in questo post nella vostra pratica!

Se pensate che in questo articolo manchino altri suggerimenti, non esitate a condividere le vostre idee nei commenti.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker