• Imparare il SEO

Come Social Media e SEO vanno di pari passo

  • Felix Rose-Collins
  • 4 min read

Introduzione

Quando si tratta di far crescere la presenza della vostra azienda su Internet, quali sono i due termini che vengono utilizzati più spesso di SEO e social media? Entrambe le sfaccettature del marketing online sono cruciali, e noi esploreremo come utilizzarle in modo complementare, migliorando ulteriormente i vostri risultati.

L'impatto dei social media sul vostro SEO

Migliorare la SEO è un processo che richiede tempo e le strategie che si possono utilizzare per farlo possono talvolta sembrare opache e arcane, soprattutto agli estranei. Anche chi lavora da anni nel settore SEO a volte è spiazzato dal panorama in continua evoluzione del settore, e l'integrazione dei social media a volte si traduce in una serie di nuovi grattacapi.

Tuttavia, i social media e la SEO presentano alcune analogie, in quanto sono entrambi campi a cui è necessario prestare sempre attenzione per assicurarsi di essere al passo con gli ultimi sviluppi. Sebbene i social media non abbiano ancora un impatto diretto sulle valutazioni SEO, possono influire in modo massiccio sulla SEO in modo indiretto.

Una migliore presenza sui social media può contribuire a rafforzare le classifiche SEO, ma una delle cose più utili dei social media è che possono indirizzare le persone verso il vostro sito e contribuire a distribuire i vostri contenuti in modo più ampio.

Ecco un esempio. Supponiamo che stiate creando contenuti di qualità e li stiate pubblicando sul vostro sito, ma che nessuno li veda. Se volete ampliare la portata dei vostri contenuti, pubblicarli su uno dei vostri canali di social media vi permetterà di raggiungere un numero maggiore di persone e potenzialmente di reindirizzarle al vostro sito.

Se alcuni dei vostri follower sui social media finiscono per apprezzare i contenuti che pubblicate sulla vostra pagina, allora potrebbero essere ispirati a visitare il vostro sito per ottenere i contenuti dalla fonte. Questo è noto come traffico organico ed è così prezioso perché non si paga per esso, a parte l'impegno profuso per pubblicarlo.

I social media sono utili anche perché consentono di valutare l'efficacia dei contenuti. Se a qualcuno piace il vostro contenuto sul vostro profilo sui social media, non c'è motivo per cui non dovrebbe piacergli anche quando lo pubblicate sul vostro sito, quindi è un ottimo modo per verificare l'efficacia di nuove strategie di marketing.

In effetti, alcuni studi hanno dimostrato che le condivisioni sui social media sono correlate al successo nella SEO, quindi le piattaforme dei social media sono un terreno di prova per le aziende che lavorano su nuovi contenuti da distribuire. Se a questo si aggiungono le analisi disponibili su molte piattaforme di social media, è possibile raccogliere informazioni dettagliate sulle prossime mosse dell'azienda.

Il ciclo dei social media e della SEO

Grazie all'influenza indiretta che i social media hanno sulle vostre classifiche SEO, possono indurre le persone a visitare il vostro sito e a leggere i post del blog o i contenuti lunghi che pubblicate. In questo modo si crea un rapporto di fedeltà tra voi e le persone che leggono i vostri contenuti, perché ora sanno che possono fidarsi di voi.

Quando offrite a qualcuno qualcosa di valore gratuitamente, aumentate la probabilità che lo dica ai suoi amici. Quando i loro amici lo sapranno, visiteranno anch'essi il vostro sito e il ciclo continuerà fino a quando il vostro imbuto di marketing non si autoalimenterà, generando lead e risultati.

I social media influiscono direttamente sul mio posizionamento di ricerca?

Come abbiamo già detto, i post e i follower sui social media non influiscono direttamente sul vostro posizionamento su siti come Google e Bing. Questi motori di ricerca lavorano duramente per assicurarsi che il successo dei social media sia completamente separato da un buon posizionamento nelle SERP.

Questo non significa che i social media siano inutili, ma che dovete essere realistici e lavorare sulla vostra SEO invece di aspettarvi che i social media vi portino completamente avanti.

I migliori siti di social media per la SEO

Se state cercando di ottenere benefici indiretti per la SEO del vostro sito, vi starete chiedendo su quale sito di social media dovreste concentrare i vostri sforzi, e la verità è che dipende dal vostro settore. Alcune nicchie saranno meglio servite dai follower di LinkedIn, mentre altre potrebbero voler guardare a Facebook o Twitter.

Facebook

Facebook è la piattaforma di social media più popolare su Internet, e già questo lo rende una scelta interessante per le aziende che vogliono ottenere il massimo. Tuttavia, far notare i vostri contenuti organici su Facebook può essere difficile a causa della forte concorrenza che dovrete affrontare.

Facebook è anche integrato nelle SERP e alcune delle sue pagine appaiono quando si inseriscono determinate query in Google. Nelle SERP di Google si trovano anche le recensioni di Facebook, quindi questa piattaforma è legata alla SEO un po' più strettamente di altri social media.

LinkedIn

LinkedIn ha il miglior tasso di generazione di lead di tutti i social media perché la sua nicchia è quella della professionalità e del business. Mentre la maggior parte delle altre piattaforme di social media sono progettate per la pubblicazione di post personali, LinkedIn si diletta nel mondo professionale, rendendolo un luogo ideale per far crescere il vostro marchio.

Poiché oltre il 60% dei contatti B2B proviene da LinkedIn, è anche un'ottima piattaforma per il marketing B2B. LinkedIn è anche ben posizionato nei motori di ricerca e, con le giuste parole chiave diffuse nel vostro profilo, sarà molto più facile per le persone trovarvi con una semplice ricerca.

Twitter

Twitter è un altro social network incorporato in Google: i tweet pertinenti di aziende e persone vengono visualizzati in cima alle SERP di Google. Gli hashtag vi permettono di trovare più facilmente i vostri post, quindi assicuratevi di imparare i dettagli del loro utilizzo e il corretto galateo degli hashtag.

Se state cercando di attirare l'attenzione sul vostro sito tramite Twitter, cercate di twittare frequentemente i link ai vostri contenuti, ma senza essere spammosi. Assicuratevi di mischiarli a contenuti utili e a Tweet che sembrino naturali, se non volete dare l'impressione di usare Twitter solo come spazio pubblicitario gratuito.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker