• Google Analytics

Come migliorare le prestazioni SEO con l'aiuto di Google Analytics

  • Phil Pearce
  • 1 min read
Come migliorare le prestazioni SEO con l'aiuto di Google Analytics

Introduzione

State gestendo un'attività online? Proprio come per un negozio fisico, per avere successo avete bisogno di clienti. Ma per ottenerli, i clienti devono prima essere in grado di trovare il vostro sito web. Se gestiste un negozio fisico, non vorreste una sede in mezzo al nulla. Al contrario, vorreste una posizione privilegiata dove i clienti possano trovarvi facilmente.

La differenza principale è che potete costruire la vostra posizione online. Se un potenziale cliente effettua una ricerca su Google, il vostro sito web dovrebbe essere uno dei primi risultati che vede. Ma come potete assicurarvi che sia così? Prima di spendere migliaia di euro per un'agenzia SEO, potete fare voi stessi gran parte del lavoro e ottimizzare il vostro sito web per la ricerca con Google Analytics.

Che cos'è l'ottimizzazione per i motori di ricerca?

L'ottimizzazione per i motori di ricerca (o SEO) è il processo per rendere il vostro sito web compatibile con i motori di ricerca. È necessario farlo perché circa il 70% di tutti i clic va ai primi 5 risultati della prima pagina di Google. Se vi trovate nella pagina 2, le vostre possibilità di ottenere clic sono scarse o nulle.

What is Search Engine Optimization? (Fonte immagine)

Sono molti i fattori che determinano il successo SEO di un sito web. Vediamone alcuni.

Esperienza utente

Quando si cerca di ottimizzare il proprio sito web per la SEO, a chi bisogna dare ascolto? Google dovrebbe essere il primo interlocutore. L'azienda detiene ben l '85% del mercato dei motori di ricerca. Recentemente, Google ha posto particolare attenzione all'esperienza dell'utente nel determinare la posizione di un sito web nei risultati di ricerca.

Ma solo perché il vostro sito web funziona in modo fluido e veloce sul vostro PC, non significa necessariamente che stia fornendo la migliore esperienza all'utente. Una grossa fetta di persone online utilizza oggi dispositivi mobili. Per far felice Google, è necessario fornire una buona esperienza d'uso a tutti gli utenti.

Per assicurarvi di essere sulla strada giusta, potete provare uno strumento come UserTesting o Hotjar. Pur non essendo perfetti, possono darvi una buona idea dei punti in cui i visitatori si bloccano sul vostro sito.

Parole chiave

Quando le persone cercano determinati argomenti online, utilizzano parole chiave. Anche se non avete alcuna idea di SEO, avrete una buona idea delle parole chiave per le quali volete essere trovati su Google. Il modo migliore per assicurarsi di scegliere quelle giuste quando si scrivono i contenuti è fare una ricerca adeguata sulle parole chiave ed evitare tattiche SEO poco chiare come il keyword stuffing.

Keywords

L'uso del Keyword Finder di Ranktracker può essere un ottimo modo per migliorare le prestazioni SEO, trovando parole chiave facili da classificare, ma con un alto numero di ricerche mensili.

Backlink

Più sono i siti web che rimandano al vostro sito, in genere, più il vostro sito diventa affidabile. Se molti siti web rimandano a voi, è più probabile che Google vi raccomandi nei risultati di ricerca.

Ma attenzione, non tutti i link sono utili. È preferibile che i link provengano da siti affidabili. Le cattive pratiche di link-building sono penalizzate da Google e hanno l'effetto opposto di far scendere il vostro sito nei risultati.

Se non siete sicuri di cosa (non) fare, il modo migliore per iniziare è evitare di acquistare link in qualsiasi modo. Inoltre, non ottenete link da siti web non correlati alla vostra nicchia e ai vostri prodotti.

Che cos'è Google Analytics e come può aiutare la SEO?

Se gestite un'attività online, è molto probabile che abbiate sentito parlare di Google Analytics (GA). In caso contrario, è il momento di imparare! GA è uno strumento di trasformazione in grado di dirci tutto ciò che abbiamo bisogno di sapere sul nostro pubblico e molto di più.

Grazie a GA, non dobbiamo più affidarci a ricerche di mercato di base per scoprire chi è il pubblico del nostro sito web. Grazie ai dati, possiamo osservare direttamente il nostro pubblico. Questo include informazioni come i dati demografici, gli interessi e la posizione geografica.

Ma GA non ci parla solo del nostro pubblico. Il software può aiutarci a migliorare molti aspetti del sito web. Un'area specifica è la SEO.

Come faccio a sapere che sto usando la versione giusta di Google Analytics?

È giusto dire che GA è cambiato molto nel corso degli anni. Ci sono state molte iterazioni, ognuna delle quali ha migliorato la precedente. Google Analytics 4 è l'ultimo e più importante aggiornamento, con un modello di dati completamente nuovo.

I vantaggi di Google Analytics 4 sono molti, tra cui un migliore monitoraggio delle app mobili e l'integrazione gratuita con BigQuery. Se state iniziando a usare GA, questa è la versione che dovreste scegliere.

In che modo Google Analytics può aiutare a migliorare le prestazioni SEO?

Parole chiave della traccia

Abbiamo già spiegato quanto siano importanti le parole chiave per la SEO. Ma tenersi aggiornati sulle parole chiave può essere complicato: le abitudini di ricerca delle persone cambiano, così come le parole chiave più popolari. Fortunatamente, GA semplifica notevolmente questo processo.

Questo perché GA ci fornisce un rapporto sulle parole chiave. Si tratta di un documento utile che riporta le parole chiave più popolari sul vostro sito web. Include il numero di impressioni e il tasso medio di clic per ogni parola chiave.

Track Keywords

Utilizzare il cruscotto SEO

GA è pieno di dati. Ma fortunatamente non è necessario essere un esperto di analisi dei dati per utilizzare il software. Con le dashboard, Google rende la comprensione dei dati un gioco da ragazzi. In pratica, le dashboard forniscono una visualizzazione semplice e accessibile con grafici (a barre, a linee, a radar, a confronto, ecc.) dei dati. Una dashboard particolarmente utile è la dashboard SEO.

Dovrete dedicare molte ore ad assicurarvi che il vostro sito web abbia buone prestazioni nei risultati dei motori di ricerca. Ma alla fine, come potete assicurarvi che i vostri sforzi stiano dando i loro frutti? È qui che entra in gioco il cruscotto SEO. Questa dashboard ha diverse metriche per misurare il vostro successo. Vediamo due diverse metriche.

La metrica "Visitatori organici" - I visitatori organici sono utenti che trovano il vostro sito web in modo naturale, cercandolo nei motori di ricerca come Google o Bing (cioè non attraverso la pubblicità a pagamento). Se i vostri sforzi SEO funzionano, il numero di visitatori organici che ricevete dovrebbe aumentare. Potete anche confrontare il vostro attuale numero di visitatori organici con altri periodi di tempo per avere un'idea più precisa delle tendenze.

La metrica del "carico medio della pagina" - È facile pensare che il numero di visualizzazioni di una pagina web sia il migliore. Ma questo è vero solo in parte. Dopo tutto, se un utente visita una pagina e se ne va immediatamente, non sta apportando molto valore. Questa metrica consente di sapere quanto tempo l'utente medio trascorre su una pagina. Se i numeri non vi soddisfano, ci sono alcuni modi per migliorarli.

Identificare i contenuti di successo

Non tutti i contenuti del vostro sito web riceveranno lo stesso numero di visite. Alcune pagine avranno più successo di altre. Saper identificare queste pagine è importante per migliorare il vostro sito e ottenere più visitatori.

Fortunatamente, con GA è possibile! Quando si utilizza il software, selezionare comportamento, Contenuto del sito e Tutte le pagine. In questo modo verrà visualizzato un rapporto di tutte le pagine web del vostro sito in ordine di popolarità. Una volta identificata una pagina di successo, chiedetevi "cosa la rende tale?". Ha incluso contenuti più interattivi o forse un titolo più accattivante?

Identify Successful Content

È possibile utilizzare queste informazioni per potenziare le pagine a basso rendimento. C'è anche la possibilità di apportare modifiche e non vedere alcuna differenza nelle visualizzazioni. Ciò rende la pagina un candidato privilegiato per la cancellazione o per una direzione completamente nuova.

Collegamento con Google Tag Manager

Il buon uso di Google Tag Manager (GTM) è una parte importante del miglioramento della SEO. Si tratta di un software di gestione dei tag che consente di aggiornare facilmente il codice del vostro sito. Può anche fornire preziose informazioni su come gli utenti accedono al vostro sito web e contribuire a migliorare l'esperienza dell'utente.

Ad esempio, con GTM è possibile conoscere dettagli minimi, come il tempo che un utente trascorre scorrendo una pagina. Se una certa pagina riceve meno attenzione di altre, è un buon segno che richiede un miglioramento.

Migliorare la creazione di link

Abbiamo spiegato l'importanza dei backlink, più sono e meglio è. Naturalmente, devono provenire da siti affidabili. Non sempre si ha il controllo su chi linka il proprio sito. Con il tempo, i backlink provenienti da fonti meno desiderabili si accumulano. Più backlink negativi avete, peggiore sarà la vostra performance SEO.

In questo caso è necessario un disavow. Potete trovare i domini che fanno riferimento a voi utilizzando il rapporto sui siti di collegamento più importanti di Google Search Console o il backlink checker di Ranktracker.

Date un'occhiata ad alcuni dei siti che fanno riferimento a voi. Sono spammosi? Di bassa qualità? Inseriteli in un file di disavow e caricatelo su Google Search Console. Potreste vedere un rapido aumento del traffico. Fate attenzione, però. Non è il caso di disconoscere per sbaglio dei link veramente validi.

È qui che Google Analytics può essere d'aiuto. Per informare la vostra strategia di linking, potete trovare i domini che vi forniscono molto traffico interno. Di solito si tratta di link di qualità, perché:

  1. Inviano visitatori al vostro sito.
  2. I visitatori sono tipicamente impegnati perché fanno clic su di essi.
  3. I siti con un elevato volume di traffico tendono a posizionarsi bene e sono essi stessi autorevoli.

È possibile trovare i siti che generano il maggior traffico di riferimento attraverso il report dei referral.

Improve Your Link Building

Vedete qualche sito che vi invia molti visitatori? Potrebbe essere il momento di aprire una connessione con loro e discutere di future collaborazioni.

Creare pagine di destinazione migliori

Le landing page sono una parte essenziale del marketing. In effetti, sono il primo passo verso la vendita. Una landing page di solito descrive un prodotto e include un "invito all'azione" per convincere l'utente a effettuare l'acquisto. Ma una landing page deve essere accattivante e contenere tutte le informazioni di cui l'utente ha bisogno per prendere una decisione informata.

Non sempre le landing page sono corrette. È importante sapere quali sono le pagine di maggior successo, in modo da poterne modellare altre. Rendendo le vostre landing più attraenti per gli utenti, potrete dare loro una spinta SEO nei risultati di ricerca. Ma prima è necessario identificare le pagine che hanno più successo.

A tal fine, accedere a Google Analytics e visualizzare il rapporto "Pagine di destinazione". Lo si può trovare selezionando _Comportamento, Contenuto del sito, _e _Pagine di atterraggio. Questo rapporto è utile per diversi motivi. Il report elenca in ordine le pagine di destinazione di maggior successo. Accanto a queste informazioni sono riportati i dati relativi alla fonte di traffico, se è arrivato in modo organico o attraverso altri mezzi. _ _

Build Better Landing Pages

Potete utilizzare queste informazioni per aggiornare le landing page di successo. In questo modo, potrete assicurarvi che mantengano alti i livelli di traffico. Potete anche iniziare a migliorare le pagine meno riuscite, utilizzando le vostre landing page migliori come modello e ispirazione.

Collegare Google Analytics con Google Search Console

Questa è probabilmente una delle migliori misure che potete adottare per migliorare la SEO del vostro sito web. Google Search Console (GSC) è uno strumento creato per monitorare il vostro sito web. Vi starete chiedendo: "Non è la stessa cosa di GA?". Non proprio. GSC fornisce informazioni leggermente diverse rispetto a GA.

GA vi dice tutto sui visitatori che arrivano sul vostro sito. Con GSC potete monitorare le prestazioni del vostro sito. Un determinato elemento non funziona come dovrebbe? GSC ve lo dirà. Utilizzate queste informazioni per risolvere i problemi del vostro sito prima che diventino fastidiosi per i vostri utenti e influiscano sulle prestazioni del vostro motore di ricerca.

GSC può anche aiutare la SEO in molti modi. Ad esempio, lo strumento vi aiuta a migliorare la crawlability del vostro sito. Se non conoscete il termine, la crawlability si riferisce al tempo necessario a un motore di ricerca per scansionare il vostro sito. Se la crawlability è bassa, il vostro sito web impiegherà più tempo per essere cercato dai bot di Google.

Come funziona il GSC con GA?

Da solo, GSC è un ottimo strumento, ma collegato a GA è ancora meglio. Dopo il collegamento, troverete report e informazioni molto più dettagliate che possono essere utilizzate per migliorare la vostra SEO.

Ad esempio, GSC può anche fornirci informazioni dettagliate sui dati di ricerca. Come le persone trovano il vostro sito e quali termini di ricerca utilizzano? Potete utilizzare queste informazioni per migliorare il vostro SEO utilizzando parole chiave migliori.

È inoltre possibile ottenere informazioni più approfondite sul tipo di utenti che visitano il vostro sito. Tra queste informazioni c'è anche il tipo di dispositivo da cui un utente accede al vostro sito web. Avete un basso numero di utenti di telefoni cellulari? In caso affermativo, questo è un buon indicatore del fatto che il vostro sito web è phone friendly.

È possibile apportare miglioramenti al sito web e creare un'esperienza utente complessiva. Realizzando un sito web che si rivolge a tutta la vostra base di utenti, vedrete il vostro punteggio SEO salire alle stelle.

Volete misurare le vostre prestazioni SEO?

Dopo esservi impegnati a fondo per migliorare la vostra SEO, è importante che sappiate che il vostro lavoro non è stato inutile. Il Rank Tracker di Ranktracker fornisce informazioni dettagliate sulle vostre campagne, complete di avvisi di avanzamento e panoramiche.

Aggiornamento a Google Analytics 4

Se non l'avete ancora fatto, è il momento di passare a Google Analytics 4. Come già detto, questo è l'ultimo aggiornamento dello strumento. La versione precedente, Universal Analytics, verrà dismessa nel 2023.

Assicuratevi di dedicare il tempo necessario per imparare a impostare Google Analytics 4, in modo da essere pronti al cambiamento.

Google Analytics è un must

Ci sono molti, moltissimi motivi per cui dovreste impostare Google Analytics. Se mettiamo da parte la SEO per un momento, GA è la chiave per conoscere il vostro pubblico. I vostri concorrenti stanno già utilizzando GA, offrendo esperienze migliori, un marketing più interattivo e molto altro. Non lasciate che i vostri concorrenti vengano lasciati nella polvere.

Quando si tratta di rendere il vostro sito web più SEO-friendly, anche GA è essenziale. Come abbiamo visto qui, questo strumento è ricco di funzioni che possono migliorare le prestazioni del vostro sito sui motori di ricerca.

Quindi, non indugiate oltre. GA è la chiave per battere i vostri concorrenti e trasformare i risultati di ricerca organica del vostro sito!

Non sapete ancora da dove cominciare?

Le informazioni da prendere in considerazione sono molte. È comprensibile che non sappiate da dove cominciare. Fortunatamente, Ranktracker offre un elenco di compiti SEO attuabili per mettervi sulla strada giusta.

Start your free 7 days trial with Ranktracker, all-in-one SEO platform
Phil Pearce

Phil Pearce

Phil is an analytics expert, author, and web analyst. He's also the Analytics Director & Founder of Google Analytics, Google Tag Manager, Google Ads, CRO and Google Tag Manager agency, MeasureMinds Group. Over the past 20+ years, Phil has helped clients improve their analytics and search engine marketing through the introduction of new tools and disruptive techniques. He has written for websites such as Hubspot and Whatagraph.

Link: MeasureMinds Group

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker