• Imparare il SEO

Come spaventare gli hacker e mantenere il vostro sito web sano e salvo

  • Felix Rose-Collins
  • 1 min read
Come spaventare gli hacker e mantenere il vostro sito web sano e salvo

Introduzione

Avere un sito web è un ottimo modo per raggiungere clienti da tutto il mondo. Se avete qualcosa da vendere o informazioni da condividere, internet vi offre un'opportunità conveniente per farlo.

Ma per far sì che il vostro sito abbia il massimo successo, dovete assicurarvi che sia sicuro e protetto dagli hacker. L'hacking è un problema enorme nel 2022, con centinaia di incidenti ogni settimana.

Questo articolo vi spiegherà come potete spaventare gli hacker e rendere il vostro sito web sicuro per voi e per i vostri visitatori.

Perché gli hacker prendono di mira i siti web?

Sono molti i motivi per cui gli hacker possono prendere di mira un sito web. E anche se spesso il proprietario del sito web si sente coinvolto in prima persona, di solito non è così. Gli hacker hanno molto da guadagnare nel violare un sito web, soprattutto se questo ha molti visitatori e ospita molti dati. Inoltre, è molto meno rischioso e più facile colpire i siti web più piccoli piuttosto che quelli grandi e complessi di grandi organizzazioni o governi.

Poiché molti siti web raccolgono e memorizzano i dati dei visitatori, gli hacker hanno un enorme incentivo a ottenerli. Possono poi venderli sul dark web o utilizzarli per orchestrare ulteriori attacchi.

Molti siti web conservano anche la proprietà intellettuale. Se gestite un'azienda, probabilmente conservate documenti riservati, contratti con i fornitori e altri file di valore. L'esposizione di questi file può portare a vantaggi per i concorrenti e rivelare segreti aziendali. Ciò può avere un impatto finanziario e sulla reputazione dell'azienda.

Anche se non memorizzate la proprietà intellettuale o conservate i dati dei visitatori, il vostro sito web può comunque essere molto prezioso per gli hacker. Ad esempio, possono usarlo per ospitare malware e diffonderlo su Internet dal vostro server web.

Infine, gli hacker possono violare siti web vulnerabili per divertimento o per testare e affinare le proprie capacità. Questi attacchi sono solitamente meno pericolosi, poiché l'attaccante non ha un obiettivo chiaro. Detto questo, non si può dire cosa potrebbero fare con tutto ciò che scoprono sul sito web.

Why do hackers target websites?

Quali sono i vettori di attacco più comuni per i siti web?

Un vettore di attacco è il modo in cui un hacker sceglie di eseguire un attacco a un sito web. Ecco alcuni dei vettori di attacco più comuni utilizzati dagli hacker per violare i siti web:

Forza bruta

Gli attacchi di forza bruta sono semplici e facili da eseguire, ma possono essere molto efficaci. Gli hacker provano migliaia di combinazioni di nome utente/password fino a trovare quella corretta. Spesso automatizzano il processo con un bot, che consente di testare facilmente molte combinazioni contemporaneamente. L'aggiunta dell'autenticazione a due fattori e l'impostazione di un limite di tentativi di accesso sono modi efficaci per contrastare questi attacchi.

Ingegneria sociale

Gli attacchi di social engineering prevedono un'interazione diretta con la vittima. Gli aggressori tentano di ottenere informazioni sensibili direttamente dalla vittima spingendola a compiere un'azione specifica, di solito fingendo di essere qualcun altro. Le tecniche di social engineering più comuni sono:

  • Phishing
  • Spaventapasseri
  • Pretestuosità
  • Adescamento

Il buon senso è la migliore difesa contro il phishing. Se un messaggio sembra sospetto, fate delle ricerche prima di interagire con esso.

Iniezioni SQL

Molti siti web utilizzano SQL per interagire con i database. L'SQL viene utilizzato per qualsiasi cosa, dalla registrazione dell'utente all'archiviazione dei dati. Un sito web diventa vulnerabile a un attacco SQL se l'input dell'utente non è protetto da funzioni di filtraggio adeguate.

Gli hacker utilizzano strumenti per scansionare migliaia di siti web e testare varie tecniche di iniezione fino a quando non hanno successo. I tentativi riusciti consentono agli hacker di accedere a sezioni riservate di un sito web, aggiungere o eliminare contenuti dal database e altro ancora.

Cross-site scripting (XSS)

Il cross-site scripting è un attacco a iniezione in cui gli hacker cercano di iniettare codice dannoso nel sito web. Il codice dannoso di solito non influisce sul sito web, ma si rivolge direttamente ai visitatori. Il codice viene eseguito ogni volta che il visitatore visita il sito web.

Una volta riusciti, gli hacker possono vedere le informazioni sensibili e i cookie dei visitatori e possono persino dirottare le loro sessioni. Per prevenire gli attacchi XSS, il vostro sito web deve essere in grado di convalidare i dati di input e di codificare quelli di output.

Negazione del servizio (DoS)

Come suggerisce il nome, un denial of service è un attacco informatico in cui gli hacker cercano di interrompere le funzioni abituali di un sito web o di renderlo non disponibile. Il metodo più comune di esecuzione del DoS è quando l'aggressore cerca di sovraccaricare il sito web di traffico, causandone il crash o un comportamento anomalo.

Il DDoS (Distributed Denial of Service) è una versione più avanzata di questo attacco. Utilizza le botnet - una serie di macchine infette - per effettuare attacchi su larga scala. L'attacco è molto più potente quando più dispositivi colpiscono un'unica vittima. Gli hacker possono creare le proprie reti di bot o affittarle da altri aggressori quando necessario.

Denial of Service (DoS)

Proteggere il vostro sito web dagli incidenti di hacking

Ora che conoscete le ragioni degli attacchi ai siti web e i metodi di attacco più comuni, analizziamo alcuni modi per proteggere il vostro sito web:

Certificato SSL

A meno che il vostro sito web non sia vecchio e superato, probabilmente è già in esecuzione su HTTPS e dispone di un certificato SSL.

Un certificato SSL cripta il trasferimento di dati tra il sito web e il browser del visitatore. Protegge i dati transazionali dei clienti e altre informazioni preziose dei visitatori. È possibile sapere se il vostro sito web è protetto da SSL se presenta l'icona di un lucchetto accanto all'URL.

I certificati SSL di solito fanno parte del pacchetto di installazione del sito web o sono un acquisto aggiuntivo per un piccolo costo. È anche possibile acquistarli separatamente.

Utilizzare password forti

Gli attacchi di forza bruta possono essere efficaci solo se le password sono comuni o facili da indovinare. Con una password forte che incorpori numeri, lettere minuscole e maiuscole e caratteri speciali, sarà impossibile per gli hacker riuscire a penetrare, anche se utilizzano bot per automatizzare il processo.

Se temete di dimenticare continuamente la password, utilizzate un gestore di password. Un gestore di password non solo memorizza la password in modo sicuro, ma può anche essere utilizzato per generare password forti.

Mantenere il software aggiornato

Gli aggiornamenti software sono fondamentali per risolvere le vulnerabilità e quindi per mantenere sicuro il vostro sito web. Ciò include gli aggiornamenti del sistema operativo del server, di un CMS, di un forum o di qualsiasi altro software in esecuzione sul vostro sito web.

Potete anche utilizzare strumenti di rilevamento che vi avvisino ogni volta che trovano una vulnerabilità in uno dei vostri software.

Se avete installato dei plugin, aggiornate anche quelli. È possibile attivare gli aggiornamenti automatici per i plugin, ma ciò può causare problemi se l'aggiornamento è incompatibile con la versione del sito web.

Limitare il caricamento dei file

Consentire agli utenti di caricare file sul vostro sito web può rappresentare un rischio significativo per la sicurezza. Gli hacker possono facilmente falsificare le estensioni dei file. Quello che sembra un file .jpg può essere .php ed eseguire uno script dannoso sul vostro server. Anche se si tratta di un'immagine, gli hacker possono nascondere lo script nella sezione dei commenti dell'immagine.

A seconda dell'argomento del vostro sito, potrebbe essere difficile bloccare completamente il caricamento dei file. Tuttavia, ci sono cose che si possono fare per impedire l'ingresso di file dannosi.

Un'opzione è quella di modificare automaticamente il nome del file al momento del caricamento, per assicurarsi che abbia l'estensione corretta. È anche possibile aggiungere del codice per modificare i permessi dei file. In questo modo, gli utenti possono caricare solo determinati tipi di file. La soluzione più sicura è quella di archiviare tutti i file al di fuori della cartella webroot.

Utilizzare gli strumenti di sicurezza del sito web

I software per la sicurezza dei siti web possono eseguire scansioni di sicurezza automatiche sul vostro sito web per rilevare le vulnerabilità, note anche come test di penetrazione.

Esistono molti strumenti di pen-testing gratuiti. Essi simulano gli exploit e gli attacchi che gli hacker utilizzerebbero per rilevare eventuali vulnerabilità.

I risultati di questi strumenti di test possono essere scoraggianti e includere centinaia di possibili vulnerabilità. Scoprirete che la maggior parte di esse non si applica al vostro sito e a ciò che state facendo. Concentratevi principalmente sulla risoluzione dei problemi critici. Lo strumento spiegherà la vulnerabilità e come può essere sfruttata. Alcuni strumenti forniscono anche delle guide per la correzione della vulnerabilità.

Riflessioni finali

Che si tratti di un'azienda che conserva dati preziosi sul proprio sito web o di un piccolo blog gestito per hobby, la sicurezza del proprio sito web deve essere una priorità assoluta. Gli hacker prendono di mira i siti web per molte ragioni. Di solito hanno motivazioni economiche, ma alcuni lo fanno per divertimento o per affinare le proprie capacità di hackeraggio.

Conoscere i vettori di attacco più comuni può aiutarvi a risolvere alcuni dei principali problemi di sicurezza dei siti web. Dopo aver messo in pratica quanto appreso in questo articolo, eseguite una scansione gratuita del vostro sito per identificare eventuali minacce alla sicurezza.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker