• Imparare il SEO

Come ottimizzare la strategia SEO attraverso l'automazione

  • Felix Rose-Collins
  • 1 min read
Come ottimizzare la strategia SEO attraverso l'automazione

Introduzione

L'ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) è una parte essenziale di qualsiasi strategia di marketing online. Dopo tutto, non potete aspettarvi di attirare visitatori sul vostro sito web se non fate sapere ai motori di ricerca dove trovarlo! Affinché i vostri sforzi SEO abbiano successo, tuttavia, è necessario un piano che vada oltre la pubblicazione di post pertinenti sul blog e la creazione di link coerenti da fonti autorevoli. Sebbene gli sforzi manuali, come la creazione di elenchi di parole chiave e l'aggiornamento dei meta tag, siano essenziali, è anche importante ottimizzare la strategia. Perché? Perché il tempo è denaro.

Come ottimizzare la strategia SEO attraverso l'automazione

Dedicare ore alla ricerca di parole chiave, all'analisi dei concorrenti o alla creazione di rapporti sulle prestazioni SEO può diventare faticoso. Questi compiti laboriosi possono essere di vitale importanza, ma possono anche essere dispendiosi in termini di energia e di risorse. Se solo ci fosse un modo per portarli a termine senza un enorme impegno di tempo.

In questo articolo spiegheremo come l'automazione può ottimizzare la vostra strategia SEO e altri sforzi di marketing digitale. Continuate a leggere per saperne di più!

Che cos'è l'automazione?

Se siete nuovi al tema dell'automazione, probabilmente vi starete chiedendo cosa sia e come possa aiutare i vostri sforzi SEO. Per cominciare, definiamo cosa intendiamo quando parliamo di automazione, in particolare di automazione nel business.

Nell'ultimo secolo, l'automazione si è insinuata in ogni settore immaginabile. Uno degli esempi più notevoli (anche se antiquato) di automazione è la macchina da stampa, ma per un esempio più attuale di automazione in azione, basta guardare all'umile bancomat. In termini più semplici, l'automazione è la pratica di utilizzare la tecnologia per eseguire compiti ripetitivi e che richiedono tempo. L'automazione aziendale applica semplicemente questo principio al mondo delle imprese.

Gli usi più comuni dell'automazione nel mondo degli affari includono:

  • Finanza e contabilità - Le aziende possono liberare tempo per attività essenziali come analisi, strategia e collaborazione automatizzando le funzioni di pianificazione finanziaria e di contabilità. Una piattaforma come Xero, ad esempio, automatizza il processo di invio e pagamento delle fatture, il calcolo delle dichiarazioni IVA, la richiesta di rimborso spese, la creazione di ordini di acquisto e molto altro ancora.
  • Marketing - Le aziende possono ridurre i costi grazie all'uso di software di automazione del marketing come Mailchimp. Mailchimp consente alle aziende di inviare e-mail ai propri clienti a orari predefiniti o di attivare trigger di messaggistica legati ad azioni specifiche del cliente, come ad esempio un carrello abbandonato. Le attività di marketing possono essere integrate direttamente in un sistema di gestione delle relazioni con i clienti (CRM).
  • Risorse umane - Anche il vostro team di risorse umane può trarre vantaggio dall'automazione. Prendiamo ad esempio Bamboo HR: il loro sistema consente alle aziende di raccogliere, conservare e analizzare facilmente i dati relativi alle persone, gestendo anche l'inserimento di nuovi dipendenti, il tutto da un unico hub centrale.
  • Vendite - Gli strumenti di automazione delle vendite possono aumentare l'efficienza del vostro team. L'automazione può essere particolarmente utile per le aziende che gestiscono programmi di vendita ricorrenti. Ad esempio, il software di ecommerce per abbonamenti di Chargebee non solo consente di automatizzare i pagamenti ricorrenti, ma fornisce anche gli strumenti per costruire una pagina di checkout su misura, perfetta per massimizzare le conversioni.

Come l'automazione può favorire la SEO

Utilizzando una serie di strumenti automatizzati per l'esecuzione di compiti chiave, potete risparmiare tempo e concentrarvi su ciò che conta davvero: migliorare i vostri contenuti e creare link. Vediamo in dettaglio alcuni di questi vantaggi.

Ricerca di parole chiave

Uno dei fattori più importanti della vostra strategia SEO è la ricerca delle parole chiave. Individuare le opportunità offerte dalle parole chiave e utilizzarle nelle attività di SEO on-page è fondamentale se si intende scalare le pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP).

Un cercatore automatico di parole chiave SEO può rivelarsi prezioso nella corsa alla scoperta delle parole chiave più rilevanti per il vostro sito web. I cercatori di parole chiave possono anche:

  • Visualizzare la cronologia di una parola chiave per mostrare come l'interesse del ricercatore è cambiato nel tempo
  • Aiutarvi a eseguire ricerche di parole chiave specifiche per la vostra località (particolarmente utili se fate affari all'estero)
  • Mostrare quanto sia difficile posizionarsi per una parola chiave, consentendo di cambiare tattica se necessario.

Ranktracker’s keyword finder (Ilcercatore di parole chiave di Ranktracker)

Monitoraggio dei backlink

Ibacklink sono semplicemente link di altri siti web che puntano al vostro sito. Sono una parte essenziale di qualsiasi strategia SEO e più backlink di qualità avete, più probabilità avete di posizionarvi bene nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP). Potete monitorare il vostro profilo di backlink prendendo nota dei link in arrivo, della loro provenienza e del loro testo di ancoraggio. Il modo più diffuso per farlo è l'utilizzo di uno strumento gratuito come Ahrefs o di una soluzione di monitoraggio dei backlink a pagamento come Ranktracker.

Per monitorare il vostro profilo di backlink è necessario tenere a mente alcuni aspetti. Innanzitutto, è importante monitorare sia la quantità che la qualità dei backlink. Volete assicurarvi di avere abbastanza link per posizionarvi bene nelle SERP, ma volete anche link che siano utili per il vostro marchio. In casi come questo, il backlink monitor di Ranktracker è uno strumento ideale. È in grado di identificare i backlink morti fino al 2019 e di impostare avvisi personalizzati per aiutarvi a eliminare quelli che potrebbero essere stati contrassegnati come spam da Google.

Ricerca sui concorrenti

La comprensione della concorrenza è una parte fondamentale di qualsiasi strategia SEO. Detto questo, negli anni passati la SEO era più che altro un'arte oscura. Potevate essere in grado di vedere che il vostro sito veniva superato dai vostri concorrenti, ma capire perché era un processo intrinsecamente complicato, spesso basato su una base instabile di congetture.

Per fortuna, oggi è disponibile una serie di strumenti automatizzati che possono aiutarvi a monitorare i risultati organici e a pagamento dei vostri concorrenti. Questi strumenti possono darvi una visione senza precedenti di ciò che fanno i vostri concorrenti, dei loro maggiori punti di forza e delle loro maggiori debolezze.

Una volta studiata la loro strategia, potete applicare queste conoscenze al vostro sito web e apportare le modifiche necessarie. Utilizzate un SERP checker per capire chi è la vostra concorrenza immediata, prima di controllare il vostro sito e ottimizzarlo di conseguenza. Lasciate che le modifiche abbiano effetto, monitorate i vostri progressi, risciacquate e ripetete.

Presentazione del rapporto

Se avete appena eseguito una verifica web dell'intero sito internamente, avrete bisogno di un modo per presentare questa accozzaglia di dati al resto del vostro team. Allo stesso modo, se lavorate per un'agenzia, la prossima sfida sarà quella di visualizzare i vostri risultati a un cliente che potrebbe avere solo una conoscenza superficiale della SEO.

I report sono un modo fantastico per giustificare ulteriori investimenti da parte dei clienti o semplicemente per dimostrare l'effetto che le vostre strategie SEO hanno avuto sull'azienda fino a quel momento. Grazie all'automazione, i report possono essere generati in pochi minuti, facilitando l'identificazione dei successi SEO dell'azienda e delle aree da migliorare.

Ranktracker’s web audit tool in action (Lostrumento di web audit di Ranktracker in azione)

Chatbot

La vostra strategia di contenuti, la creazione di link e l'ottimizzazione on-page possono aiutarvi ad attirare più visitatori organici al vostro sito web, ma potrebbero volerci mesi (o addirittura anni) prima di vedere un aumento sostanziale del traffico o un salto nelle conversioni. E se poteste migliorare la vostra SEO in modo più efficiente dal punto di vista del tempo e vedere immediatamente i risultati dei vostri sforzi?

Chatbot e SEO possono lavorare in armonia per raggiungere questo obiettivo:

  • Migliorare l'esperienza dell'utente: se i vostri clienti hanno un problema, è probabile che vogliano aiuto in fretta. Se non potete investire in un team di assistenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7, un chatbot è la soluzione migliore. Se i vostri visitatori sono soddisfatti, è probabile che vi raccomandino ad amici e parenti, con conseguente aumento del traffico organico.
  • Aumentare la quantità di tempo che un utente trascorre sul vostro sito: sfogliare un sito web un po' alla volta può diventare incredibilmente frustrante. Un chatbot può fornire ai visitatori le risposte di cui hanno bisogno all'istante. Questo ridurrà la frequenza di rimbalzo del vostro sito e aumenterà drasticamente il tempo di permanenza, una tattica fondamentale per il successo SEO.
  • Ottimizzare le valutazioni del vostro sito web: migliorando l'esperienza complessiva dell'utente del vostro sito web, otterrete recensioni positive su servizi come Trustpilot, Google Business o Facebook. Queste valutazioni influenzeranno positivamente il posizionamento del vostro sito nelle SERP.

The importance of dwell time for SEO (L'importanza del tempo di permanenza per la SEO. Fonte: datadial.net)

Analizzare i file di log

All'interno dei file di log è possibile trovare una grande quantità di informazioni utili. Estrarre manualmente queste informazioni può essere estremamente scoraggiante, soprattutto se non si è esperti degli aspetti più tecnici della SEO.

Gli strumenti SEO automatizzati possono aiutarvi ad analizzare i file di log e a vedere come i crawler di Google interagiscono con i vostri siti e con quelli dei vostri concorrenti. I problemi di crawling causati da problemi tecnici saranno evidenziati in un rapporto successivo.

Se volete massimizzare l'impatto della vostra strategia SEO, analizzate regolarmente i file di log. In questo modo Google riconoscerà le vostre pagine e le classificherà in modo appropriato. Poiché l'analisi manuale di questi file può essere noiosa, l'automazione del processo è un metodo rapido, semplice e preferibile, in quanto elimina l'errore umano.

Conclusione

La SEO consiste nel massimizzare la portata della vostra azienda e nel creare le condizioni ottimali affinché il vostro pubblico trovi il vostro sito. Ecco perché è così importante ottimizzare gli sforzi e concentrarsi su ciò che conta davvero: la strategia di ottimizzazione principale. Non ha senso spendere ore in attività manuali che uno strumento automatico potrebbe svolgere in meno di un minuto. Assicurandovi che la vostra strategia SEO faccia uso dell'automazione, risparmierete un sacco di tempo (e ne trascorrerete meno impantanati in attività ripetitive).

Felix Rose-Collins

Felix Rose-Collins

is the Co-founder of Ranktracker, With over 10 years SEO Experience . He's in charge of all content on the SEO Guide & Blog, you will also find him managing the support chat on the Ranktracker App.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker