• Imparare il SEO

Come utilizzare il blog aziendale per la SEO: 5 buone pratiche

  • Felix Rose-Collins
  • 1 min read
Come utilizzare il blog aziendale per la SEO: 5 buone pratiche

Introduzione

Uno dei modi migliori per migliorare il proprio posizionamento nei motori di ricerca è quello di aprire un blog. I siti web aggiornati regolarmente segnalano ai motori di ricerca che offrono contenuti freschi. È improbabile che alcune pagine di un sito web vengano aggiornate troppo spesso, ma un blog rappresenta un modo pratico per continuare ad aggiungere contenuti freschi. Il vostro blog è utile ai fini SEO se è composto da contenuti di qualità e da argomenti rilevanti per il vostro pubblico specifico.

1. Comprendere il proprio pubblico

Indipendentemente dal settore di riferimento, il vostro blog deve parlare al pubblico principale che leggerà i vostri contenuti. I post del vostro blog andranno sprecati se non capite cosa vuole il vostro pubblico e le sue preferenze.

Quando il vostro pubblico legge un post coinvolgente, informativo o divertente, è più probabile che commenti e condivida, il che porta più traffico al vostro sito web. Più traffico riceve il vostro blog, più autorità acquisisce perché Google vede che fornite risposte pertinenti alle domande che gli utenti vogliono ricevere.

Non esiste una scorciatoia per capire il vostro pubblico, ma ecco alcuni modi per conoscerlo meglio.

  • Creare le buyer personas
  • Guarda le prestazioni del blog
  • Condurre indagini e sondaggi
  • Analizzare gli insight dei social media

Personaggi degli acquirenti

Buyer personas (Fonte: https://www.hellodigital.marketing/learn/what-are-buyer-personas/)

È possibile creare delle buyer personas, ovvero descrizioni dei lettori ideali e dei tratti essenziali che possiedono. Potete crearle utilizzando caratteristiche come l'età, la posizione geografica, le modalità di ricerca e gli argomenti di interesse. In questo modo, è possibile restringere il campo dei lettori che desiderano leggere e dei motivi che li spingono a visitare il vostro blog.

I lettori sono contenti se fornite risposte alle loro domande. Ad esempio, se sviluppate software per macOS, potete fornire guide rapide su come velocizzare un computer Mac per un migliore utilizzo del software, liberare spazio su disco o rimuovere malware. Condividere queste informazioni con i vostri clienti non solo aiuterà a risolvere i loro problemi, ma aumenterà anche il posizionamento del vostro sito web.

Prestazioni del blog

Quando si esaminano le metriche, si inizia a capire meglio cosa i clienti preferiscono leggere, la frequenza di rimbalzo, il tempo di permanenza, la provenienza dei lettori e molto altro. Potete lavorare per ottimizzare i post del blog che vengono letti di più e che sono considerati contenuti sempreverdi. Google Analytics vi fornisce alcuni indicatori di performance fondamentali che vi permettono di non dover tirare a indovinare.

Indagini e sondaggi

È possibile condurre indagini e sondaggi e porre domande come:

  • Quali sono gli argomenti che i clienti preferiscono leggere?
  • Quali sono le aree di dolore che vogliono che affrontiate?
  • Cosa li spingerebbe a leggere il vostro blog?

Approfondimenti dai social media

Se condividete costantemente i post del vostro blog sulle piattaforme dei social media, potete sfruttare gli approfondimenti che offrono sui dati demografici dei lettori e sul tipo di argomenti a cui si riferiscono maggiormente.

2. Utilizzare parole chiave a coda lunga

Le parole chiave giocano un ruolo molto importante nella visualizzazione dei contenuti nei risultati di ricerca di Google. Non solo aiutano i motori di ricerca a capire lo scopo del vostro contenuto, ma guidano i consumatori verso di esso quando digitano le parole nella ricerca.

Iniziate elencando tutte le parole chiave pertinenti all'argomento del vostro blog. Potete trovare alcuni suggerimenti utilizzando il completamento automatico di Google. L'utilizzo di uno strumento di ricerca per parole chiave consente di ordinare le parole chiave in base alla competitività e al volume di ricerca.

Esempio di parole chiave a coda lunga

Long tail keywords example (Fonte: https://www.wordstream.com/long-tail-keywords)

Se vendete articoli da campeggio, dovrete utilizzare parole chiave pertinenti al vostro settore. Tuttavia, ci sono molte aziende che vendono articoli da campeggio. Se utilizzate la parola chiave "attrezzatura da campeggio", sarà estremamente difficile posizionarsi nella prima pagina dei risultati di ricerca a causa della concorrenza. Utilizzando un cercatore di parole chiave, è possibile cercare parole chiave più lunghe e specifiche relative all'attrezzatura da campeggio e avere maggiori possibilità di posizionamento.

Le parole chiave a coda lunga possono essere difficili da introdurre nelle pagine dei prodotti, ma si possono facilmente utilizzare nei post del blog. Per esempio, potete usare la frase "scarpe da trekking impermeabili da donna" in un post sul blog che parla delle migliori calzature da campeggio per le donne. Le parole chiave a coda lunga hanno meno concorrenza e i consumatori che le utilizzano sono probabilmente più avanti nell'imbuto di vendita e più propensi all'acquisto.

3. Aggiungere un numero sufficiente di link interni

Gran parte della SEO si basa sui collegamenti, e i collegamenti interni sono quelli che potete creare voi stessi. Un errore SEO molto semplice che molte aziende commettono è quello di non includere i link interni che indirizzano gli utenti da una pagina all'altra. Un post di un blog offre molte opportunità di collegamento naturale ad altre pagine o post del vostro sito. Per esempio, se scrivete un post sul blog e fate riferimento alle 'best practice dell'email marketing', potete linkare a un post precedente che parla delle best practice in dettaglio.

Altri motivi per creare link interni sono:

  • Aiutano gli spider dei motori di ricerca a scansionare e indicizzare i vostri blog.
  • Aumentano il tempo che gli utenti trascorrono sul vostro sito web e riducono la frequenza di rimbalzo.
  • Possono indicare le parole chiave per le quali si desidera posizionarsi.
  • Possono migliorare il vostro page rank e le vostre visualizzazioni.

È possibile inserire da cinque a dieci link in un post del blog. I testi di ancoraggio utilizzati devono essere brevi, pertinenti e ottimizzati. Assicuratevi che i link siano pertinenti all'argomento del blog.

4. Migliorare l'esperienza dell'utente

Improve the user experience (Fonte: https://www.netsolutions.com/insights/user-experience-design-is-hard-to-get-right/)

Volete che gli utenti abbiano un'ottima esperienza quando visitano il vostro sito web. Il tempo che i lettori trascorrono sul vostro sito web indica indirettamente ai motori di ricerca quanto sia prezioso per loro. Per migliorare l'esperienza dell'utente dovrete:

  • Assicuratevi che il vostro blog sia mobile-friendly
  • Migliorare la velocità di caricamento delle pagine
  • Utilizzate i sottotitoli e i punti elenco nei vostri blog.
  • Aggiungete immagini e grafici pertinenti al contenuto del vostro blog.

Facilità d'uso per i dispositivi mobili

Oltre la metà del traffico dei motori di ricerca negli Stati Uniti proviene da dispositivi mobili. Se il vostro blog non è ottimizzato per i dispositivi mobili, questo influirà sulle sue classifiche. Molti temi di siti già pronti sono già ottimizzati per i dispositivi mobili. Tuttavia, è sempre importante controllare le prestazioni ed eseguire regolarmente un test di velocità del sito mobile.

Velocità di caricamento della pagina

Diversi fattori possono influire sulla velocità di caricamento della pagina, come l'uso eccessivo di plug-in e l'utilizzo di codice non necessario. Assicuratevi di eliminare tutti i plug-in che utilizzate temporaneamente e decidete quali è davvero necessario mantenere. Esistono vari strumenti per rimuovere il codice non necessario.

Utilizzare titoli e sottotitoli

I titoli e i sottotitoli offrono una panoramica del contenuto della pagina. Questo aiuta gli utenti a sfogliare rapidamente i contenuti e a capire se sono pertinenti. Quando comprendono la struttura di una pagina, possono navigare più facilmente tra le sezioni. Dovrebbero essere sempre in grado di trovare ciò di cui hanno bisogno all'interno di un post del blog in modo semplice ed efficiente.

Aggiungere immagini e video

Le immagini e i video sono alcuni degli elementi visivi più comuni che si vedono nella pagina dei risultati dei motori di ricerca. Le immagini e i video aiutano a spiegare e a sostenere i contenuti del blog. Se volete raggiungere una posizione ambita, dovrete utilizzare foto e video originali e progettare una grafica creativa. È molto importante aggiungere un testo alt descrittivo a tutti gli elementi visivi del vostro blog, in modo che Google possa classificarli.

Un audit web è un controllo importante che mostra le carenze in termini di SEO, design, contenuti e usabilità. Scoprirete rapidamente cosa dovete fare per migliorare tutti questi aspetti.

5. Collegatevi a siti credibili e ottenete backlink di alta qualità.

Link to credible sites and get high-quality backlinks (Fonte: https://www.seobility.net/en/wiki/Backlinks)

L'utilizzo di dati recenti nei post del blog è un fattore di ranking SEO indiretto. Includere nei post link a siti credibili con dati originali e attuali è utile e rilevante per i lettori. Inoltre, indica a Google che i dati sono rilevanti per il contenuto del vostro post.

Una delle parti più difficili della SEO è ottenere backlink. Questo avviene quando altri siti autorevoli vedono che il vostro blog è prezioso e lo linkano. HubSpot ha rilevato che le aziende con un blog sul sito web sono riuscite a ottenere il 97% in più di link in entrata.

Sono molte le tattiche che si possono utilizzare per ottenere backlink di alta qualità, troppe per essere trattate in questa sede. Alcune di quelle di maggior impatto provengono da siti web autorevoli e rilevanti che vogliono linkare i vostri contenuti.

PR digitali

Le Digital PR consistono nel creare risorse linkabili e nel promuoverle a pubblicazioni o giornalisti di rilievo. Creando post sul blog che siano convincenti, accurati e approfonditi, gli altri vorranno naturalmente citarli come fonte. Un blog post aggiornato spesso, rilevante per molti settori e visivamente facile da capire vi aiuterà a ottenere backlink.

Link ai fornitori

Se vendete prodotti altrui, potreste avere l'opportunità perfetta di guadagnare backlink. I fornitori sono felici di collegarsi ai vostri siti web perché i vostri post possono attirare l'attenzione sui loro prodotti.

Link alle associazioni imprenditoriali

Se fate parte di un'associazione imprenditoriale, questa è un'altra opportunità per creare backlink. La pagina del sito web dedicata ai membri di solito contiene un elenco dei membri. Se non siete presenti nell'elenco, potete chiedere di essere aggiunti.

Analisi del gap di collegamento

Se riuscite a trovare siti che linkano i vostri concorrenti ma non voi, è molto probabile che vi linkino se li contattate.

Conclusione

I post del vostro blog possono aiutarvi a raggiungere un maggior numero di persone, a ottenere lead di qualità, a creare un'autorevolezza del marchio e molto altro ancora. Rappresentano un modo efficace dal punto di vista dei costi per migliorare il tasso di coinvolgimento degli utenti e aumentare il traffico verso il vostro sito web. Tuttavia, non tutti i blog daranno i risultati desiderati e ciò dipenderà dalle strategie utilizzate. Se volete ottenere il massimo dal vostro blog, dovete creare costantemente post eccellenti e incorporare la SEO nella vostra strategia generale di contenuti. Può essere necessario un po' di tempo per vedere i risultati, ma questi arriveranno quando si useranno le migliori pratiche di cui sopra.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker