• Imparare il SEO

Posizionamento su parole chiave a coda lunga: Una guida approfondita

  • Joe Dearing
  • 1 min read
Posizionamento su parole chiave a coda lunga: Una guida approfondita

Introduzione

Originariamente utilizzate per descrivere i prodotti di nicchia più venduti dei siti di e-commerce, le parole chiave a coda lunga sono generalmente tra le frasi di ricerca meno utilizzate su Google. Di conseguenza, la loro concorrenza è bassa, ma il loro potenziale di conversione è elevato.

Questo articolo analizza cosa le rende essenziali, come classificarle, i vantaggi delle parole chiave a coda lunga nelle strategie di link-building e cosa le rende utili per i nuovi siti web.

Cosa sono le parole chiave a coda lunga?

Se siete alle prime armi con la SEO, potreste chiedervi: "Cosa sono le parole chiave a coda lunga?". Non preoccupatevi. Non c'è nulla da temere e sono piuttosto facili da padroneggiare.

Esistono due tipi di parole chiave a coda lunga: topiche e di supporto. Le long-tail topiche rappresentano una query di ricerca unica che tipicamente adotta una strategia SEO locale.

Al contrario, una coda lunga di supporto è una variante meno popolare di un termine principale. Pertanto, ci concentreremo sulle "code lunghe di supporto" in quanto sono più rilevanti per i nuovi proprietari di siti web.

Pensate alle parole chiave a coda lunga come alle domande che gli utenti "pongono" a Google o al loro motore di ricerca preferito. Sono query di ricerca che ricevono un basso numero di ricerche mensili.

In genere, le loro frasi sono più lunghe dei termini di ricerca standard, con un potenziale di conversione più significativo.

Un buon esempio sono le differenze tra i due termini di ricerca qui sotto. Innanzitutto, "caffè" riceve 10 milioni di ricerche al mese. Mentre "quanta caffeina nel caffè" ne riceve 75 mila al mese. Ciò significa che la seconda KW conta come parola chiave a coda lunga.

Parola chiave Volume
caffè

10M

Quanta caffeina nel caffè

75K

Conosciute anche come tail-topics, i marketer digitali sfruttano la strategia SEO delle Long-Tail Keywords, in quanto hanno una concorrenza molto minore rispetto ai termini principali. Di conseguenza, i contenuti che contengono parole chiave long-tail ottengono migliori posizionamenti e tassi di conversione più elevati.

Tema di una testa

La maggior parte dei blog ha parole chiave focalizzate, ovvero un tema principale, che sono termini ricercati dalle persone. Sono brevi, concise e con volumi elevati. Come detto in precedenza, la concorrenza è molto più alta con le seguenti parole chiave, in quanto migliaia di marketer stanno cercando di sfruttare le classifiche utilizzando tali parole.

Parola chiave Volume
maschere per il viso

212K

caffè in grani

84K

test covid-19

8.7K

bustine di tè

8.3K

In genere, i digital marketer basano i loro articoli su questi termini per avere maggiori possibilità di ottenere traffico organico, migliorare le posizioni di ricerca e attrarre maggiori conversioni per l'azienda con cui lavorano.

Vedetela in questo modo: Se avete un blog sul caffè, uno dei vostri articoli dovrebbe parlare dei chicchi. Quindi, per far sì che il vostro post possa ottenere un posizionamento su Google, dovreste usare qualcosa come [Chicchi di caffè] o [Caffè premium] come keyphrase principale e tema del vostro contenuto.

Assicuratevi solo di non farne un uso eccessivo, altrimenti Google contrassegnerà il vostro sito web come spam e diminuirà le vostre posizioni di ricerca per penalizzarvi. I nuovi marketer digitali commettono questo errore quando lavorano alle loro prime pubblicazioni.

A causa dell'elevata concorrenza con il tema one-head, utilizzare la strategia SEO sopra descritta per un nuovo sito web sarebbe un errore. È invece più appropriata per i siti web con un'elevata autorità e/o un buon punteggio URL.

È qui che entrano in gioco le parole chiave a coda lunga, con una minore concorrenza di ricerca e un maggiore potenziale di conversione. Tuttavia, è bene ricordare che le parole a coda lunga devono essere collegate ai termini principali.

Parole chiave a coda lunga

Chiamate così in base alla curva della domanda di ricerca, le parole chiave a coda lunga sono query ben strutturate in forma di domande, frasi e frasi. Rispetto ai termini di testa, sono generalmente più lunghe, con 3 o più parole.

Gli argomenti di coda esistono in gran numero, tendono a essere più facili da trattare, consentono un pubblico più mirato e sono molto meno competitivi. In generale, le long tail hanno una lunghezza di 3 o più parole, ma non si tratta di una regola ferrea.

La curva della domanda di ricerca contiene le tendenze attuali di Google, basate sull'attività di ricerca. La "testa" della curva comprende le parole chiave con volumi di ricerca molto elevati, mentre la "coda" comprende le parole chiave con un numero ridotto di utenti. Sotto forma di grafico a torta, la curva dovrebbe assomigliare al grafico seguente:

Long-Tail Keywords

Per essere considerata a coda lunga, una parola chiave non deve sempre essere inferiore allo 0,0008% delle ricerche mensili riportate nel grafico precedente. Vale anche la pena di notare che non esiste una definizione rigida. Per considerare un termine di ricerca come long-tail, è sufficiente la "testa" a cui lo si collega.

Cosa rende le parole chiave a coda lunga così importanti?

Le parole chiave a coda lunga hanno meno concorrenza e sono più facili da classificare. Si tratta per lo più di parole chiave basate su domande, il che significa che gli articoli che le riguardano rispondono alle domande dei lettori. In questo modo, non solo si otterrà un aumento delle classifiche, ma il sito web guadagnerà probabilmente dei visitatori di ritorno. Come già accennato in precedenza, consentono ai digital marketer di produrre contenuti su nicchie popolari con una concorrenza molto minore.

1) Meno concorrenza

Immaginate di stare per lanciare un sito sul caffè. Quando cercate le parole chiave, scoprirete che alcuni termini di ricerca hanno un punteggio di difficoltà più alto di altri. KD" si riferisce alla difficoltà di raggiungere la prima pagina dei risultati di Google. Pertanto, più alto è il numero, più difficile è il posizionamento.

Parola chiave KD Volume
caffè 95

10M

Il bello delle parole chiave a coda lunga è che molti dei loro KD sono generalmente inferiori a quelli delle parole chiave di testa. Per la maggior parte, è molto più facile posizionarsi nelle prime pagine di Google includendole nei vostri articoli. È sicuro che queste query non sono state fatte oggetto di incursione da parte della maggior parte dei digital marketer.

Parola chiave KD Volume
proteine in polvere nel caffè 15

2.1K

Quando la difficoltà di una parola chiave è più bassa, il vostro sito web ha maggiori possibilità di ottenere posizioni di ricerca e di guadagnare traffico organico. Con uno strumento di analisi delle SERP, potete trovare i difetti delle classifiche dei vostri concorrenti per migliorare le vostre classifiche, ottenendo un'analisi dettagliata di qualsiasi parola chiave o long-tail.

Nota: se siete alle prime armi con la SEO e non sapete cosa significa SERP, le lettere stanno per pagina dei risultati dei motori di ricerca, che risponde a una parola chiave, sia di testa che di coda lunga.

Le analisi delle SERP si basano su oltre 3.000 miliardi di dati di backlink e su punteggi KD accurati. Pertanto, saprete se vale la pena competere con il vostro concorrente su un termine long-tail o head-term. In questo modo, risparmiate tempo e aumentate le classifiche dei vostri articoli rispetto a quelle della concorrenza.

2) Più facile da indirizzare

In generale, le parole chiave a coda lunga sono più facili da trattare. In base ai termini di ricerca di cui sopra, è possibile scrivere articoli approfonditi su questi argomenti. Il motivo è che la maggior parte delle long-tail sono basate su domande. Pertanto, il vostro articolo dovrebbe rispondere alle loro domande. Ad esempio, "qual è la migliore nicchia nel marketing digitale?" o "quali sono le migliori alternative alla coca-cola?".

Tuttavia, questo è un discorso in termini generali. Va da sé che non tutte le parole chiave a coda lunga sono facili da espandere in un articolo completo.

3) Esistono in gran numero

Le parole chiave a coda lunga esistono in grande quantità. Più se ne trovano, più è probabile che si ottenga traffico organico. Se il lavoro viene svolto correttamente, si dovrebbe assistere a una crescita sostanziale dei visitatori sulla propria piattaforma.

Ad esempio: Se si digita "migliori programmi televisivi" su un esploratore di parole chiave, è probabile che si incontrino almeno alcune decine di risultati. È quindi improbabile che gli esperti di marketing si trovino a corto di risultati in tempi brevi. Di seguito sono riportati alcuni esempi di parole chiave a coda lunga.

Parola chiave KD Volume
Quali sono i migliori programmi televisivi comici su Netflix? 47

60

Quali sono i migliori reality show su Netflix? 38

60

Quali sono le migliori serie tv su Netflix? 5

60

4) Traffico mirato

Grazie alla coerenza delle parole chiave a coda lunga, i visitatori hanno maggiori probabilità di convertire. Se prendete una parola chiave come "Miglior attrezzatura da calcio", le persone che cercano specificamente articoli sportivi diventeranno i vostri lettori. L'unica cosa da fare è far risaltare i vostri contenuti rispondendo alle domande del vostro pubblico.

Un altro esempio potrebbe essere ["negozio di riparazione PC vicino a me"]. Le persone che hanno un computer portatile rotto probabilmente leggeranno il vostro articolo. Se quello che vedono gli piace, è probabile che si convertano in clienti.

È inevitabile che i visitatori del web abbiano già fatto ricerche su ciò che stanno cercando, quindi vale la pena di aggiungere alla vostra strategia SEO un Copy accattivante e conciso.

Posizionamento su parole chiave a coda lunga

Quando si tratta di strategie SEO, l'uso di parole chiave a coda lunga può essere efficace quanto l'adattamento di temi monotematici nei testi. Come già detto, hanno meno concorrenza rispetto alle parole chiave singole.

Basare i post del blog su parole chiave a coda lunga non solo riduce la concorrenza, ma rende anche i contenuti più relazionabili e specifici per i lettori, rispondendo alle loro domande in modo più efficiente. Ciò significa che il vostro pubblico di riferimento avrà probabilmente un'alta opinione del vostro sito web e la reputazione del vostro marchio potenzialmente aumenterà.

Invece di [chicchi di caffè] o [caffè premium], dovreste usare "I migliori chicchi di caffè" o "Qual è il miglior caffè premium" come titolo o sottotitolo del vostro articolo. Inoltre, vale la pena di inserirlo organicamente nel testo. Anche in questo caso, non eccedete nell'uso: è un grande no SEO.

Con un cercatore di parole chiave di alto livello, individuate e implementate una serie di parole chiave a coda lunga basate sulla vostra nicchia. Spargetele nell'articolo, ma assicuratevi che siano pertinenti al contesto del pezzo. Di seguito sono riportati alcuni esempi di parole chiave a coda lunga.

Esempi di parole chiave a coda lunga

Le long-tail sono sempre collegate ai loro termini principali. In generale, i loro volumi di ricerca e i punteggi di difficoltà delle parole chiave sono molto più bassi rispetto alle loro controparti. Quando si basano i contenuti sulle parole chiave a coda lunga, i creatori di contenuti hanno maggiori probabilità di ottenere classifiche e conversioni, anche se si tratta di soli 30 visitatori al giorno.

Per avere un'idea più precisa delle long-tail, è utile fare riferimento a esempi di parole chiave long-tail.

caffetterie
KD: 41
Volume: 1,2M
quale città degli Stati Uniti ha il maggior numero di caffetterie pro capite?
KD: 12
Volume: 400
quanto guadagnano le caffetterie
KD: 12
Volume: 600
Quello che so sulla gestione delle caffetterie
KD: 0
Volume: 300
androide
KD: 97
Volume: 178K
come collegare gli airpods ad Android
KD: 35
Volume: 500
come ottenere l'autocontrollo
KD: 28
Volume: 9,0K
come usare facetime su Android
KD: 48
Volume: 11K
autocontrollo
KD: 71
Volume: 19K
cosa significa autocontrollo
KD: 35
Volume: 500
come ottenere l'autocontrollo
KD: 43
Volume: 400
Come migliorare l'autocontrollo
KD: 43
Volume: 300

La parola chiave "caffetterie" riceve 1,2 milioni di ricerche mensili e ha un'elevata difficoltà di parola chiave (41). Pertanto, la pubblicazione di un articolo con questa parola chiave ha meno probabilità di avere successo nelle classifiche di leva. Invece, l'utilizzo di una longtail aumenterà probabilmente il traffico organico. Lo stesso vale per le altre longtail di cui sopra.

Come gli articoli backlink si posizionano sulle parole chiave a coda lunga

I termini di testa più popolari hanno un'elevata concorrenza. Per ovviare a questo problema, i link-builder utilizzano le tail-head per produrre contenuti basati su domande, consentendo ai creatori di contenuti di produrre contenuti sugli argomenti loro assegnati, senza competere con altri siti web come farebbero normalmente.

Nel caso non lo sapeste: Questo metodo si è dimostrato utile per il link bridging, che si riferisce all'atto di consentire la transazione tra i link di un sito web. Una regola generale da ricordare è quella di assicurarsi che i link del sito siano pertinenti alla nicchia del webmaster.

Per creare ponti di collegamento con i siti web che intendono far crescere, i link-builder utilizzano i back-link come parte dell'obiettivo principale delle loro campagne. Ciò avviene producendo contenuti basati su domande, come "come migliorare l'autocontrollo" per il sito di un web master. Inevitabilmente, l'articolo otterrà dei lettori. Pertanto, includeranno organicamente i loro backlink all'interno dei loro articoli.

Un buon modo per analizzare i vostri link-bridges è quello di utilizzare l 'Advanced Back-Link Monitor di Rank-Tracker, che analizza i siti web che hanno smesso o continuato a collegarsi al vostro sito, nonché i vostri progressi in termini di backlink nel tempo. Utilizza le statistiche più recenti per fornire approfondimenti su chi vi ha linkato e sull'autorità del suo dominio.

La SEO programmatica può aiutare con gli articoli di back-link

In una strategia di contenuti di successo per un nuovo sito, vale la pena di scegliere con cura le parole chiave. Piuttosto che puntare su termini di ricerca ad alto volume, è meglio optare per le longtail, in quanto più adatte alle query di ricerca. Ecco un esempio di longtail ad alto potenziale di conversione:

Termine della testa

Parola chiave KD Volume
moto 95

10M

Ora, provate a modificare la parola chiave

Esempio di coda lunga 1

Parola chiave KD Volume
quanto costano le moto 20

250

Se non avete ancora fortuna, provate questa variante:

Esempio di coda lunga 2

Parola chiave KD Volume
le migliori marche di moto 16

60

In ogni caso, la parola chiave principale dipende dall'intento dell'articolo. Tuttavia, è sempre bene basare i contenuti su questi termini di ricerca.

Oltre ai longtail, è importante avere un articolo ben strutturato, in quanto consente al contenuto di essere facilmente leggibile e coinvolgente. Fate riferimento all'esempio che segue:

H1: Quanto costano le moto? Guida all'acquisto

H2: In generale, quanto costano le moto?

H2: Le migliori marche di moto

H3: 1) Honda

H3: 2) Suzuki

H3: 3) Kawasaki

H3: 4) Ducati

H3: 5) Triumph

H2: Pensieri finali

È qui che entrano in gioco le applicazioni SEO programmatiche, come Data to Page. Le pagine generate in modo programmatico si rivolgono a parole chiave longtail, consentendo al sito di ottenere più conversioni con un minore sforzo nella strategia dei contenuti.

Come si trovano le parole chiave a coda lunga?

Trovare parole chiave a coda lunga non è affatto difficile. Anzi, è facile quanto usarle nelle query di ricerca. Di seguito troverete 4 metodi affidabili per trovarle.

1) Ranktracker

L'utilizzo dello strumento SEO di alto livello di Rank Tracker è uno dei modi più semplici per individuare le parole chiave a coda lunga. Consente di individuare le migliori opportunità di posizionamento attraverso la ricerca nel loro database globale aggiornato. Troverete le parole chiave a coda lunga basate sul vostro termine principale.

Ranktracker

Come indicato in precedenza nell'articolo, il punteggio di difficoltà è riportato su ogni parola chiave. Per ottenere il massimo dalla SEO, vale la pena di optare per longtail con KD basso. Inoltre, lo strumento per le parole chiave mostra il costo e la retribuzione per clic, denominati CPC e PPC.

2) Rispondere al pubblico

Answer the Public è un altro strumento che genera parole chiave a coda lunga. Per utilizzarlo, basta digitare un termine e cliccare sul pulsante "Ottieni domande". Come lo strumento precedente, anche questo vi mostrerà le parole a coda lunga. Solo che sono state generate su schede di dati, con l'opzione di averle in ordine alfabetico.

Answer the Public

3) La funzione di completamento automatico di Google

Se non riuscite ad accedere a Rank Tracker e a rispondere al pubblico, o non avete tempo per fare ricerche sulle parole chiave a coda lunga, cercate semplicemente in Google per trovare previsioni automatiche. La ricerca di parole a coda lunga è più rapida, ma non si vedranno KD, Volume, CPC o PPC.

Google’s Autocomplete Feature

4) Esaminare le parole chiave della classifica dei concorrenti

Rank Tracker mette sotto la lente d'ingrandimento il SEO dei vostri concorrenti, fornendo una visione approfondita dei backlink dei vostri concorrenti; inserite il loro URL per visualizzarne l'analisi, la quantità di backlink, la valutazione dell'URL, lo stato "nuovo" o "perso", la prima e l'ultima settimana e il rapporto link dofollow/nofollow. Consideratelo come un detective digitale per il vostro sito web o la vostra azienda.

Review Competitor’s Ranking Keywords

Quando si vede cosa funziona per gli altri, avere successo nelle strategie SEO diventa molto più facile. Con questo rank tracker, gli esperti di marketing possono illustrare come analizzare i contenuti dei concorrenti in classifica, nonché le parole chiave che hanno utilizzato per ottenere tali posizioni. In questo modo sarete sempre un passo avanti rispetto alla concorrenza.

Come posso monitorare le parole chiave a coda lunga del mio sito web?

La funzione principale di Rank Tracker consente agli utenti di analizzare facilmente le proprie classifiche di ricerca, misurando le posizioni del sito web in aumento e in diminuzione nelle ricerche su Google. Lo strumento SEO fornisce una visione approfondita delle prestazioni dei contenuti, oltre a utili avvisi e panoramiche. Per monitorare i progressi di una posizione specifica, è sufficiente inserire l'URL e la località in cui ci si trova.

Come utilizzare correttamente le parole chiave a coda lunga

Quando si tratta di parole chiave a coda lunga, trovarle è solo metà del compito. Dopo averle ottenute, è necessario inserirle in modo organico nei contenuti, senza spammare le stesse frasi chiave più del dovuto. Questo perché Google è intelligente e penalizzerà chiunque faccia un uso eccessivo di una parola chiave. Tuttavia, non c'è da preoccuparsi, perché di seguito sono riportati alcuni consigli su come utilizzare correttamente le long-tail.

1) Inserire le parole chiave nei contenuti in modo naturale

Non forzate le frasi chiave nei paragrafi. Le parole chiave a coda lunga non sempre si adattano alle frasi, in quanto sono lunghe e goffe. Ad esempio, ['agenzia di link-building USA] non funziona in una frase strutturata. Ciò significa che dovrete modificare leggermente la parola chiave o optare per un altro termine di ricerca. In fin dei conti, la vostra scrittura deve avere un senso per i lettori.

Per esempio, immaginate di essere un digital marketer che sta lavorando a un articolo sui backlink per un sito web con cui la vostra azienda sta collaborando. Il termine principale è ['link-building]' e avete deciso di utilizzare ['link-building agency usa'] come long-tail. Potrebbe essere inserito in un titolo o in un sottotitolo, a patto di mettere una virgola prima di "USA". Tuttavia, è improbabile che si legga bene in una frase.

D'altra parte, una long-tail come ["agenzia di link-building"] si adatta sia alle frasi che ai titoli. Una frase di esempio potrebbe essere: "Prima di affidarsi a un'agenzia di link-building, è necessario effettuare una ricerca sulle parole chiave a coda lunga".

2) Aggiungere le parole chiave in modo strategico

Se possibile, includete organicamente le parole chiave a coda lunga nelle frasi, nei titoli e nei sottotitoli. Una buona regola è quella di inserire le parole chiave a coda lunga nella prima frase dell'introduzione. In questo modo si ridurrà la frequenza di rimbalzo, dato che i ricercatori hanno in genere tempi di attenzione brevi. Inoltre, questo renderà l'articolo più probabile per le classifiche, in quanto Google lo riconoscerà come rilevante per il termine di ricerca (più).

Come accennato in precedenza nell'articolo, è importante spargere la selezione di longtail nel testo. È importante assicurarsi che siano grammaticalmente corretti e che siano pertinenti a ciò di cui si parla. Inoltre, devono essere pertinenti all'intento del vostro pubblico di riferimento.

Il monitoraggio dello stato di salute SEO del vostro sito web vi dà un'idea migliore di come aggiungere le parole chiave in modo strategico. L'utilizzo di un Web Audit Log Tool è la soluzione giusta, in quanto fornisce un check-up completo dell'ottimizzazione per i motori di ricerca, analizzando eventuali problemi e i fattori SEO on-site. Quindi, vi mostra come risolvere eventuali problemi. In altre parole, questo straordinario strumento vi permette di analizzare l'intera piattaforma per scoprire quanto sia ben ottimizzata.

Add Your Keywords Strategically

3) Mettersi nei panni di un utente

Mettetevi nei panni dei vostri lettori. Se vi limitate a inserire la longtail scelta nel primo paragrafo, non riuscirete a posizionarvi in alto su Google. Il vostro contenuto deve corrispondere alla nicchia correlata all'intento di ricerca della parola chiave. Se il vostro articolo è fuori tema, i motori di ricerca lo riconosceranno e le vostre posizioni di ricerca saranno probabilmente basse. Inoltre, la frequenza di rimbalzo sarebbe elevata.

Prima di scrivere un articolo, ponetevi le seguenti domande:

  1. I miei riferimenti sono pertinenti all'argomento?
  2. Le mie parole chiave corrispondono alla nicchia su cui sto lavorando?
  3. Ho una quantità sostanziale di parole chiave basate sulla mia parola chiave principale?

Una volta presi in considerazione i fattori di cui sopra, siete pronti per iniziare a lavorare sul vostro articolo. Ciò significa che il vostro contenuto sarà esattamente quello che stanno cercando e che probabilmente vedranno il vostro sito web come una fonte affidabile.

4) Ottimizzare gli strumenti di intelligenza artificiale nel piano dei contenuti (opzionale)

Con i più recenti strumenti di intelligenza artificiale, come Data to Page, è possibile generare facilmente contenuti di alta qualità con un semplice clic. È sufficiente inserire l'argomento e la parola chiave e il materiale di marketing uscirà dall'altra parte, entro 45 secondi. Se siete un link builder senza capacità di scrittura, la SEO programmatica è qualcosa di cui potrete beneficiare, poiché i digital marketer non hanno bisogno di capacità di scrittura per produrre contenuti SEO efficaci. Il processo è il seguente:

arrow

Inserite la parola chiave a coda lunga e l'intestazione.

arrow

Processo AI

(In genere 45 secondi)

arrow

Output: I vostri contenuti di marketing di alta qualità

Conclusione

La ricerca di parole chiave a coda lunga è la base principale delle prestazioni SEO di successo. Sono vantaggiose per i nuovi siti web, in quanto consentono agli addetti al marketing di sfruttare le classifiche e le conversioni senza dover affrontare la concorrenza che si avrebbe con i termini principali.

Con l'aumento della concorrenza nel mondo SEO di oggi, l'utilizzo di parole chiave a coda lunga è un salvavita. In genere, sono più specifiche dei termini principali, ma hanno volumi di ricerca inferiori. Detto questo, i loro tassi di conversione sono molto più alti rispetto alle loro controparti.

Se vi state ancora chiedendo: "Qual è il vantaggio comune delle parole chiave a coda lunga?", ascoltate. Rendere più specifica la vostra campagna SEO può portarla al successo. In definitiva, il vostro materiale può diventare più redditizio quando si concentra su termini long-tail specifici che corrispondono ai vostri prodotti o servizi.

Riferimenti:

https://yoast.com/focus-on-long-tail-keywords/

https://ahrefs.com/blog/long-tail-keywords/

https://blog.hubspot.com/website/best-tools-to-find-long-tail-keywords

https://www.semrush.com/blog/how-to-choose-long-tail-keywords/

https://backlinko.com/hub/seo/long-tail-keywords

Joe Dearing

Joe Dearing

Throughout my 4-year career, I have used multiple SEO tools. As a digital marketer, I’d say Ranktracker is one of the best search engine optimization tools I have used, as it shows the keyword difficulty score, CPC and PCP, search volumes, SEO health, and backlinks, among many other things. I would highly suggest their platform to new digital marketers, including link-builders and content writers.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker