• Imparare il SEO

L'evoluzione della Link Building SEO e ciò che funziona nel 2022

  • Oliver Sissons
  • 9 min read
L'evoluzione della Link Building SEO e ciò che funziona nel 2022

Introduzione

Per molti SEO, la creazione di link è la parte più difficile di una campagna.

Un sondaggio su Twitter creato da Brodie Clark nel 2021 lo conferma.

Un sondaggio su Twitter creato da Brodie Clark nel 2021 ha confermato che l'acquisizione di link è la parte più impegnativa

Questo non è un problema nuovo per i SEO, e molti hanno lottato a lungo per ottenere backlink di alta autorità da siti web e pubblicazioni rilevanti nel loro settore.

Una rapida occhiata al primo popolare forum SEO WebmasterWorld mostra discussioni su come fare link building già nel 2000.

Discussione su WebmasterWorld in cui si discuteva se i link alle directory possono essere carrellati e aiutare gli sforzi SEO (Discussione su WebmasterWorld in cui si discute se i link delle directory possono essere carrellati e aiutare gli sforzi SEO).

In questo articolo si parla di cosa sia il link building, dei motivi per cui le persone faticano ad acquisire backlink di qualità, di come il seo link building si sia evoluto nel corso degli anni e di quali strategie di link building siano efficaci e funzionanti nel 2022.

Che cos'è il link building? SERP

Nella SEO, la link building è il processo di acquisizione di nuovi backlink con l'obiettivo di aumentare e/o influenzare positivamente il posizionamento del sito web sui motori di ricerca.

La parte "costruire" della frase deriva dal fatto che storicamente i SEO creavano manualmente i link di ritorno al proprio sito web in diversi modi.

A volte una società SEO utilizzava strumenti di automazione come ScrapeBox per creare link su larga scala.

Strumento ScrapeBox](image5.png) (Fonte dell'immagine: ScrapeBox)

Al giorno d'oggi molti SEO preferiscono usare il termine "link earning", soprattutto se utilizzano solo tecniche e strategie di whitehat link building.

La differenza sta nel fatto che il link earning si concentra sulla creazione di contenuti che attirino l'attenzione di giornalisti e siti web del settore, che poi scelgono di linkare il sito che li ha pubblicati, invece di pagare o creare direttamente il backlink.

Tali strategie si mantengono all'interno delle linee guida di Google in modo da non innescare penalizzazioni o cali di Google a seguito di aggiornamenti dell'algoritmo.

Perché le persone faticano ad acquisire backlink? SERP

I SEO faticano ad acquisire backlink per una vasta gamma di motivi, tra cui il fatto di avere poco tempo e risorse a disposizione per le attività di link building o la mancanza di creatività nel loro approccio all'acquisizione di link di alta qualità da siti web rilevanti.

Spesso si sente dire dai dipendenti di Google e dagli esperti SEO che la maggior parte dei SEO farebbe meglio a concentrarsi sulla pubblicazione di contenuti della massima qualità possibile e a lasciare che i loro siti web acquisiscano link in modo naturale nel tempo.

Il problema di questo approccio è che, con una tale quantità di contenuti pubblicati online ogni giorno, è improbabile che giornalisti e siti web che potrebbero essere interessati e apprezzare i vostri contenuti li incontrino mai.

Per questo motivo, far conoscere ad altri i vostri ottimi contenuti non è di per sé contrario alle linee guida di Google e costituisce una parte essenziale di qualsiasi strategia di link e guadagno.

I problemi sorgono solo quando si inizia a pagare le persone per linkare i propri contenuti, o se si iniziano a utilizzare altre strategie che non rientrano nelle linee guida di Google e che hanno lo scopo di manipolare i risultati di ricerca.

Come si è evoluta la creazione di link SEO nel corso degli anni

Nel corso degli anni la SEO Link Building si è evoluta in gran parte con l'evoluzione di Google e dei suoi algoritmi.

Anni fa, i SEO più esperti ottenevano grandi successi utilizzando strategie di link building più manipolative e spammose come:

  • link ai commenti dei blog
  • Collegamenti al Web 2.0
  • Sindacato di articoli
  • Reti di blog private o pubbliche
  • Scambi di backlink
  • Link di sponsorizzazione
  • Link a widget/temi
  • Link di sponsorizzazione

Sebbene occasionalmente si possa ancora vedere un sito web che si posiziona bene con link guadagnati attraverso alcuni di questi metodi (o più probabilmente pur avendoli), per la maggior parte Google è bravo a individuarli e a ignorarli o penalizzarli.

Google Search Central - Schemi di collegamento

Per avere un'idea più precisa sui tipi di metodi di link building da evitare, date un'occhiata alla documentazione di Google scritta sull'argomento.

Le migliori campagne di link building sono oggi (o forse lo sono sempre state) incentrate sulla creazione di contenuti e siti web che meritano davvero di essere linkati.

La costruzione di link rotti è stata forse un primo passo verso questo obiettivo, poiché richiede ai creatori di link di individuare i link rotti sui siti web altrui prima di creare contenuti migliori di quelli a cui il link puntava in precedenza.

Esempio rapido di come potrebbe apparire un'e-mail di base per la creazione di link non funzionanti (Esempio rapido di come potrebbe apparire un'e-mail di base per la creazione di link non funzionanti).

Altri metodi popolari di link building, come il guest blogging e/o i link di sponsorizzazione, si collocano a metà strada tra i trucchi SEO della vecchia scuola e le strategie più moderne/sostenibili, a seconda di come vengono implementati.

Ad esempio, i guest post su siti web altamente autorevoli e rilevanti per la nicchia possono fornire un prezioso scambio di idee e molti vantaggi al di fuori della SEO. Spesso questi post includono un backlink verso il sito web dell'autore.

Se fatto in modo eccessivo, però, questo tipo di link building può rapidamente diventare una strategia chiaramente seguita per manipolare i risultati di ricerca e rischiare di far finire il vostro sito web nei guai.

Al giorno d'oggi, quindi, è necessario adattare le proprie strategie di link building per lavorare in un panorama organico sempre più competitivo.

La casella di posta dei giornalisti non è mai stata così affollata: quasi tutti i proprietari di siti web cercano di ottenere un link dai siti web più autorevoli. Per distinguervi e guadagnare link di alta qualità nel 2022, dovete concentrarvi sulla pubblicazione di contenuti unici, di tendenza e in grado di attirare l'attenzione.

Strategie efficaci di link building per il 2022

Poiché Google e i suoi algoritmi sono diventati sempre più sofisticati, anche le nostre strategie di link building devono adattarsi e mettersi al passo per rimanere efficaci.

Uno dei modi più semplici per acquisire link di qualità senza aumentare il rischio di penalizzazioni da parte di Google e di cali di ranking è quello di rimanere all'interno delle linee guida di Google e di creare contenuti che meritino davvero di essere linkati.

Per chi si affida da tempo a opportunità di link a pagamento o addirittura a campagne di spam, questo può sembrare inefficiente o addirittura impossibile. Tuttavia, il link earning è un'abilità come un'altra. Un'abilità che può essere esercitata e perfezionata.

Ciò che spesso sfugge ai costruttori di link della vecchia scuola è la natura esponenziale delle campagne di link earning. Se una delle vostre campagne diventa virale, è possibile guadagnare 30, 40, 50+ link dai siti web o dalle pubblicazioni più autorevoli e affidabili in circolazione.

Acquistare una quantità simile di link della stessa qualità vi costerebbe facilmente più di 20.000 dollari (sempre che riusciate a trovare qualcuno da cui acquistare i link).

Di seguito ho illustrato alcuni modi in cui potete ottenere link di qualità nel 2022 senza mettere a rischio il vostro sito web.

Digital PR

Digital PR (Esempio dei risultati di una singola campagna di digital PR).

Cos'è il Digital PR?

Le Digital PR sono una strategia di marketing utilizzata per aumentare la notorietà online di un marchio, di un'azienda o di un sito web.

Può coinvolgere attività di PR più tradizionali come sponsorizzazioni e inserzioni pubblicitarie, ma per la maggior parte si concentra sul guadagnare link da stampa e siti web di alto livello attraverso campagne di content marketing creative e basate sui dati.

Le Digital PR sono ampiamente utilizzate nelle campagne SEO a complemento della SEO tecnica e di altri sforzi di ottimizzazione off-site e on-site.

Come fare Digital PR

Come fare PR digitali

Spiegare in dettaglio come realizzare efficacemente una campagna di PR digitali richiederebbe un intero altro articolo, ma cercherò di soffermarmi sui punti chiave qui di seguito.

Poiché le PR digitali mirano ad acquisire link e copertura da siti di notizie e di settore di grande autorevolezza, la prima cosa da tenere a mente è che i contenuti creati nella vostra campagna devono essere veramente degni di nota.

Essere degni di nota significa semplicemente che i vostri contenuti apportano informazioni uniche, divertenti e/o in grado di attirare l'attenzione.

Prima di lanciare una nuova campagna di PR digitali, è utile chiedersi "cosa vogliono i giornalisti?".

Dati

Una cosa di cui la maggior parte dei giornalisti non ha mai abbastanza è la disponibilità di dati nuovi e unici che supportino o completino una storia su cui stanno lavorando.

Statistiche di Reboot Digital PR](image10.png) (Fonte immagine: Reboot Digital PR Statistics)

Per questo motivo, molti specialisti di PR digitali investono molto in set di dati e/o processi unici per raccogliere e analizzare nuovi dati.

Quindi, se disponete di dati interni unici che un giornalista del vostro settore potrebbe trovare utili e/o interessanti, assicuratevi di inviarglieli il prima possibile.

Creatività

Creatività - Brainstorming](image9.jpg)

La competizione per l'attenzione online non è mai stata così feroce, e le normali storie quotidiane semplicemente non riescono a catturare l'attenzione di nessun sito web di notizie.

I giornalisti non raccoglieranno una storia su un nuovo prodotto o servizio solo perché un team di PR ha inviato i dettagli.

Dovete fare in modo che la vostra storia risalti e richieda attenzione.

L'unico modo per diventare davvero bravi in questo senso è attraverso prove ed errori. Per questo motivo, organizzate regolarmente sessioni di brainstorming con il vostro team e iniziate a sviluppare i muscoli creativi.

Grafica e visualizzazione dei dati

Grafica e visualizzazione dei dati

Se state lottando per trovare dati unici o idee creative, ma siete anche dei maghi della grafica, questa è un'abilità che potreste capitalizzare.

Per ottenere i massimi risultati, dovreste combinare tutti e tre gli elementi (dati unici, creatività e grafica/visualizzazione dei dati) in un'unica campagna.

Tuttavia, anche prendere dati esistenti e presentarli in modo nuovo o unico può far guadagnare link di qualità al vostro sito web.

Qualche anno fa c'è stata una grande tendenza alle infografiche, in cui ogni SEO utilizzava il metodo della visualizzazione per guadagnare link da siti di alto livello.

Il potere delle infografiche](image14.jpg)

Sebbene questa tendenza sia stata portata all'estremo, può ancora essere efficace se i giornalisti della vostra nicchia sono particolarmente affamati di visualizzazioni perspicaci dei dati che già utilizzano e discutono.

Esternalizzare le PR digitali

Guadagnare link attraverso le PR digitali richiede velocità, creatività, tempo e risorse.

Molte aziende non riescono a seguire i cicli di notizie o a dedicare tempo e risorse preziose a questo tipo di link building mentre svolgono le altre attività quotidiane, nonostante gli enormi vantaggi che offre.

In questi casi, sarebbe opportuno considerare l'assunzione di un'agenzia di digital PR che sappia esattamente cosa vogliono i giornalisti e come attirare la loro attenzione.

Newsjacking

Il newsjacking è il caso in cui un marchio o un'azienda si butta su un trend emergente di notizie per fornire contenuti, opinioni, grafici, commenti di esperti e/o dati che arricchiscono la storia.

Quando le notizie si susseguono, i giornalisti devono muoversi velocemente.

Il più delle volte, se riuscite a fornire informazioni o approfondimenti rilevanti che si aggiungono alla copertura del trend, saranno più che felici di accreditarvi con un backlink.

Sarebbe opportuno impostare Google Alerts per le parole chiave relative al vostro settore e tenere d'occhio le notizie del settore, in modo da poter sfruttare rapidamente qualsiasi tendenza emergente.

Fin dal primo giorno alcuni SEO si sono concentrati sull'acquisizione di link naturali piuttosto che sull'acquisto di link nel tentativo di manipolare i risultati di ricerca.

Ancora oggi ci sono siti web che non utilizzano alcuna forma di link building attivo.

Al contrario, questi webmaster incanalano tutto il loro tempo e le loro risorse disponibili nella creazione dei migliori contenuti, prodotti, servizi e siti web possibili.

Naturalmente, grazie a questi sforzi, si posizionano per alcune parole chiave, oppure il loro sito web viene trovato attraverso altri canali e acquisiscono link rilevanti in modo organico nel corso del tempo.

Questo metodo può essere ancora più efficace se si identificano e si indirizzano le parole chiave che hanno maggiori probabilità di generare link organici, come ad esempio "il vostro settore + statistiche".

Conclusione

Conoscere l'evoluzione del link building SEO nel corso degli anni vi aiuterà a evitare alcune delle pratiche più manipolative che possono aumentare le probabilità di essere penalizzati da Google o da altri motori di ricerca.

Inoltre, vi aiuterà a individuare le opportunità di ottenere link dai tipi di siti web che possono effettivamente spostare l'ago della bilancia nelle vostre campagne SEO.

**È quindi giunto il momento di esercitarsi e perfezionare le proprie abilità di link e di abbandonare gli espedienti della vecchia scuola di link building.

Non dimenticate di iscrivervi e di utilizzare un backlink checker come quello realizzato da Ranktracker per misurare il vostro successo.

Informazioni sull'autore

Oliver Sissons è il responsabile SEO di Reboot Online, una società di SEO e PR digitali guidata dai dati. Reboot aiuta le aziende di tutte le dimensioni, dai fornitori di servizi locali ai marchi globali, a guadagnare link di alto livello e a posizionarsi per alcune delle parole chiave più competitive online.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker