• Imparare il SEO

La guida passo-passo per la creazione di un calendario di contenuti SEO di prim'ordine

  • Jessica Day
  • 7 min read
La guida passo-passo per la creazione di un calendario di contenuti SEO di prim'ordine

Introduzione

Distinguersi online non significa solo avere un sito web esteticamente gradevole con contenuti incredibilmente creativi. Se il vostro contenuto non è SEO friendly, non si posizionerà nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca. Non raggiungerete il vostro pubblico di riferimento e non otterrete le conversioni che desiderate.

I numeri più recenti indicano che il ROI del marketing SEO può raggiungere 12,2 volte la spesa complessiva per il marketing. È possibile ottenere risultati simili anche aggiungendo strategie di ottimizzazione SEO ai propri sforzi di content marketing.

Scrivere e pubblicare contenuti con un [visual storytelling] creativo(https://piktochart.com/blog/how-visual-storytelling-is-shaping-the-next-decade/) va benissimo, ma bisogna anche identificare il proprio pubblico e capire quali sono le parole chiave su cui puntare.

Fortunatamente, è possibile spuntare queste caselle con un calendario dei contenuti SEO completo. Qui esploreremo come massimizzare le vostre strategie di contenuto e gli sforzi di pubblicazione con un calendario di contenuti SEO-driven di prim'ordine.

Infografica sulla classifica delle parole chiave e sulla strategia dei contenuti (Fonte immagine: visualcapitalist.com)

Cos'è un calendario dei contenuti?

Un calendario dei contenuti è una tabella di marcia completa che illustra le future iniziative di contenuto del vostro marchio. È un documento di pianificazione generale che raccoglie i contenuti futuri in una posizione centralizzata.

Un calendario dei contenuti è una mappa che mostra al vostro team di contenuti come intendete scrivere e la frequenza con cui desiderate pubblicare post sul blog, casi di studio, didascalie sui social media e altri contenuti promozionali.

Conosciuto anche come calendario editoriale, questo documento offre ai creatori di contenuti, ai redattori e agli editori una struttura. Permette di rimanere organizzati, di rispettare il programma di pubblicazione e può garantire un maggiore traffico.

Perché un calendario dei contenuti è importante

Un calendario dei contenuti offre al vostro team un sistema deliberato per coordinare gli sforzi di content marketing. Inoltre, elimina l'elemento della fretta, che può portare a errori di content marketing e a una disconnessione con il pubblico di riferimento.

Implementando un calendario dei contenuti efficace, è meno probabile che vi dimentichiate di iniziative di contenuto sorprendenti. Avrete anche più tempo per concentrarvi sulla costruzione di una relazione con il vostro pubblico di riferimento.

Infine, un calendario dei contenuti consente al vostro team di essere all'avanguardia nelle strategie di creazione dei contenuti. L'importanza di questo vantaggio si moltiplica quando gli sforzi per la produzione di contenuti coinvolgono più stakeholder:

  • Uno stratega SEO
  • Scrittori di contenuti
  • Redattori ed esperti di correzione delle bozze
  • Designer grafici

Come costruire un calendario di contenuti SEO di prim'ordine

Vi state chiedendo come potete massimizzare i vantaggi descritti sopra? Ecco una guida completa alla creazione di un calendario editoriale orientato alla SEO:

Iniziare con un modello di calendario dei contenuti

Poiché un calendario dei contenuti implica la collaborazione di più creativi, è consigliabile coordinare gli sforzi del team con uno strumento di gestione dei progetti. Inoltre, è sempre meglio avere uno strumento che vi aiuti a gestire il vostro calendario a grandi linee: un modello di calendario dei contenuti.

Il modello ideale di calendario dei contenuti consente di vedere a colpo d'occhio quali sono i prossimi impegni in agenda. Un ottimo modello di calendario dei contenuti facilita l'assegnazione di date e scadenze ai blog pianificati. Inoltre, fornisce una visione a volo d'uccello che aiuta a evitare errori come contenuti duplicati SEO.

Un modello di calendario dei contenuti deve essere semplice da capire. Ma soprattutto deve essere facile da modificare, gestire e manipolare per rispondere alle esigenze di pianificazione dei contenuti del team.

Iniziare con un modello di calendario dei contenuti](images/image2.png "Esempio di calendario editoriale") (Fonte immagine: Asana)

Decidere il tema della campagna di contenuti

Il tema è un punto di partenza fondamentale per qualsiasi campagna di content marketing. Se un calendario dei contenuti aiuta il team a rimanere organizzato e concentrato, il tema della campagna mostra al team dove concentrare la propria attenzione. La scelta del tema influenzerà la [strategia di ricerca delle parole chiave] del team (https://nichehacks.com/how-to-build-a-keyword-strategy-that-actually-drives-traffic-oW6REW) e i contenuti creati.

Con un tema in mente, potete iniziare a definire il vostro pubblico di riferimento. Potrete rispondere a domande quali: per chi state creando i contenuti e perché hanno bisogno dei vostri contenuti. La risposta a queste domande vi aiuterà a creare contenuti che diventino risorse rilevanti per il vostro pubblico di riferimento.

Creare le giuste categorie di blog

Un calendario dei contenuti orientato alla SEO non riguarda solo le parole chiave. Si tratta anche di rendere più facile per le persone trovare i contenuti di cui hanno bisogno. E con il recente aggiornamento dell'algoritmo di Google che ha dato importanza ai dati sull'esperienza del cliente, è importante considerare l'intento di ricerca e il funnel di vendita durante la creazione delle categorie del blog.

Dovreste scegliere le categorie di blog che vi permettono di costruire una relazione progressiva con i vostri clienti. La maggior parte dei primi visitatori del vostro sito web non è pronta a fare un acquisto. Pertanto, le categorie del blog devono riflettere la posizione dell'acquirente nell'imbuto di vendita.

Si consiglia di creare le categorie dei blog tenendo conto di questi intenti di ricerca:

  • Intento informativo: le categorie del blog devono rivolgersi agli acquirenti nella fase di considerazione. Queste persone non sono pronte a fare un acquisto. Sono alla ricerca di informazioni che li aiutino a prendere una decisione d'acquisto. Pensate ad argomenti di blog "how-to", come ad esempio "come creare un dominio e-mail personalizzato".
  • Intento di transazione: questi utenti sono pronti a prendere una decisione di acquisto. Hanno solo bisogno di una leggera spinta sotto forma di guide ai prezzi, recensioni di prodotti o sconti.

Decidete le categorie del vostro blog prima di iniziare a buttare giù idee di argomenti per il vostro calendario dei contenuti. Queste categorie devono essere sufficientemente diverse e strategiche da far avanzare il pubblico lungo l'imbuto di vendita senza che si crei un vuoto di curiosità. Anche se avete già delle categorie di blog preimpostate, la creazione di un nuovo calendario di contenuti SEO è sempre una buona scusa per una revisione.

Creare le giuste categorie del blog (Fonte immagine: socialmediaexaminer.com)

Tempo di ricerca delle parole chiave

Un calendario dei contenuti può aiutare il vostro team a gestire i contenuti in diverse forme. Ma l'attenzione si concentra soprattutto sulla creazione di blog, soprattutto se si vuole che il calendario dei contenuti sia orientato alla SEO.

Il modo migliore per garantire che i vostri blog generino traffico organico è quello di utilizzare la ricerca delle parole chiave per scegliere gli argomenti dei blog. Quindi, perfezionate queste idee utilizzando il vostro software di ricerca di parole chiave preferito.

Creare contenuti SEO efficaci per il blog senza la necessaria ricerca di parole chiave è quasi impossibile. Potreste finire per spendere ore preziose a scrivere su un argomento difficile da classificare.

Supponiamo che abbiate un'agenzia di marketing digitale. Scrivere un blog sui benefici delle recensioni può sembrare una buona idea. Ma potrebbe non valerne la pena se una rapida occhiata alla ricerca delle parole chiave rivela un basso volume di ricerca mensile da parte del vostro pubblico potenziale.

Ecco cosa dovete ricordare quando decidete le parole chiave per un calendario di contenuti SEO:

  • Pertinenza: le migliori parole chiave sono pertinenti al vostro pubblico di riferimento senza essere vaghe. Considerate l'aggiunta di modificatori per rendere le parole chiave più specifiche.
  • Difficoltà: le ultime tendenze SEO mostrano che è possibile posizionarsi per parole chiave difficili se il vostro sito web ha un'elevata autorità e fiducia SEO. Altrimenti, è meglio puntare su parole chiave con meno concorrenza.
  • Intento: l'elenco delle parole chiave deve interessare i lettori in diversi punti del loro percorso di acquisto.
  • Volume di ricerca: qualsiasi parola chiave con meno di dieci ricerche mensili non vale il vostro tempo.

Individuare le parole chiave giuste (Fonte immagine: neilpatel.com)

Creare brief dettagliati per ogni risorsa di contenuto

Il passo successivo per garantire che il vostro calendario dei contenuti faccia il suo lavoro è la creazione di un brief. Ogni argomento del blog pianificato ha bisogno di un brief che spieghi lo scopo del contenuto e come crearlo.

Un brief diventa doppiamente importante quando il membro del team che si occupa del calendario editoriale non è quello che crea il contenuto. La mente dietro il calendario editoriale ha spesso una visione per ogni pezzo. Se si tratta di voi, è vostro compito comunicare questa visione al creatore di contenuti attraverso il brief. Altrimenti, rischiate di ritrovarvi con un contenuto che non assomiglia affatto a quello che volevate.

I brief sui contenuti sono una salvezza per i team che utilizzano strumenti di collaborazione remota. Senza la supervisione attiva che offre la collaborazione nella vita reale, può essere difficile assicurarsi di trasmettere i requisiti dei contenuti in modo chiaro. Un brief sui contenuti assicura che si stia colmando in modo efficace questa possibile lacuna informativa.

Vi state chiedendo quanti dettagli debbano esserci nel brief di accompagnamento per un blog? La risposta a questa domanda varia spesso da team a team. Tuttavia, ecco alcuni suggerimenti:

  • Identificare la categoria del blog
  • Titolo
  • Fonti di informazione potenziali
  • Parole chiave primarie e secondarie
  • Articoli concorrenti
  • Immagini in primo piano

Creare brief dettagliati per ogni asset di contenuto (Fonte immagine: Unsplash

Decidere una strategia per altri mezzi di comunicazione

L'obiettivo principale di un calendario dei contenuti SEO è spesso il blogging. Ma non è l'unico modo per massimizzare la struttura e l'organizzazione che un calendario dei contenuti offre.

Nessun contenuto raggiunge il suo pieno potenziale nel mondo del marketing operando in modo indipendente. È possibile sfruttare appieno il potenziale del marketing dei contenuti solo con la collaborazione interfunzionale e gli sforzi di promozione incrociata su diverse piattaforme.

Non importa se sono collegate alle vostre iniziative di content marketing. Potete sempre aggiungere le seguenti opzioni di contenuto al calendario editoriale del vostro team di marketing:

  • Annunci sui social media
  • Marketing via e-mail
  • Webinar
  • Ebook
  • Libri bianchi
  • Didascalie e post sui social media

Questo è un appuntamento

Imparare come creare contenuti SEO significa che il vostro marchio avrà sempre un flusso costante di traffico organico che potrete potenzialmente convertire in vendite. Un calendario completo di contenuti SEO può essere l'ingranaggio mancante negli sforzi del vostro team di marketing per aumentare la conversione dal traffico di ricerca.

La buona notizia è che abbiamo fornito una guida passo passo per la creazione di un calendario editoriale SEO che aiuti il vostro team a sfornare ottimi contenuti. Fate il primo passo verso la semplificazione del vostro approccio ai contenuti seguendo i suggerimenti qui sopra.

L'autore

Jessica Day - Direttore senior della strategia di marketing, Dialpad Jessica Day è direttore senior della strategia di marketing di Dialpad, una moderna piattaforma di comunicazione aziendale che porta ogni tipo di conversazione al livello successivo, trasformando le conversazioni in opportunità. Jessica è esperta nella collaborazione con team multifunzionali per l'esecuzione e l'ottimizzazione degli sforzi di marketing, sia per le campagne aziendali che per quelle dei clienti. Ha scritto per siti come Pretty Links e Lucky Orange. Ecco il suo LinkedIn.

Start your free 7 days trial with Ranktracker, all-in-one SEO platform
Jessica Day

Jessica Day

is the Senior Director for Marketing Strategy at Dialpad, a modern business communications platform that takes every kind of conversation to the next level—turning conversations into opportunities. Jessica is an expert in collaborating with multifunctional teams to execute and optimize marketing efforts, for both company and client campaigns.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker