• Video SEO

Video SEO: Le migliori pratiche

  • Andre Oentoro
  • 9 min read
Video SEO: Le migliori pratiche

Immaginate di avere un contenuto video brillante e di aver speso settimane o mesi per la ricerca e la produzione, ma di non riuscire a ottenere l'attrazione che vi aspettavate. Dopo tutto, i video rappresenteranno l'82% di tutto il traffico internet entro il 2022. È estremamente facile che i vostri video si perdano e vengano seppelliti nel mare di contenuti presenti.

In quest'era digitale, la qualità dei contenuti è fondamentale, ma non si può semplicemente creare un video, caricarlo su una piattaforma e incrociare le dita, sperando che qualcuno lo trovi, giusto?

È necessario prestare attenzione anche all'ottimizzazione del video per i motori di ricerca (SEO), in modo da massimizzare l'esposizione e ottenere tutte le luci della ribalta che merita.

Che cos'è esattamente la SEO dei video

La SEO non riguarda solo gli articoli e i contenuti testuali. I principi della SEO si applicano anche ai video, il che è noto come video SEO.

E quando parliamo di video SEO, è identico all'ottimizzazione dei video di YouTube, in quanto la piattaforma stessa è la più grande piattaforma di condivisione di video e il secondo motore di ricerca al mondo.

Google è proprietario di YouTube e spesso visualizza i video nei risultati di ricerca pertinenti. Ciò significa che se riuscite a ottimizzare i vostri video per la ricerca, è probabile che si posizionino bene anche su YouTube.

I video possono incrementare la SEO del vostro sito web, purché siano ottimizzati per il web e non danneggino l'esperienza degli utenti.

Proprio come nel caso della SEO di un sito web, è necessario che i video si posizionino in alto nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP) per determinate parole chiave o query. In questo modo, un maggior numero di persone troverà e guarderà i vostri video.

I fattori di ranking per i video sono simili a quelli dei siti web, ma ci sono alcuni fattori specifici che si applicano solo ai video, tra cui:

  • Nome del file video
  • Titolo
  • Descrizione del video
  • Trascrizioni
  • Tag
  • Didascalie chiuse

Per rendere il vostro viaggio nella SEO dei video meno scoraggiante, qui di seguito trovate una guida completa, completa di suggerimenti e strumenti utilizzabili per garantire che i vostri video siano ottimizzati per i motori di ricerca.

Perché la SEO dei video è importante?

L'obiettivo principale di investire nella SEO dei video è quello di rendere i vostri video molto più facili da trovare. Ma ci sono altri vantaggi per le aziende che possono derivare dal posizionamento dei video nelle SERP, quali:

Aumento della notorietà e della portata del marchio

Quando i vostri contenuti video sono più visibili e accessibili, significa che avete maggiori possibilità che le persone si imbattano nei vostri video, anche se non vi stavano cercando in modo specifico.

Questo può contribuire ad aumentare la notorietà e la portata del marchio, in quanto le persone inizieranno ad associare la vostra attività alle parole chiave per le quali vi state posizionando. E una solida consapevolezza del marchio è una risorsa così potente che può portare alla fedeltà al marchio.

Generare lead e vendite

Il posizionamento dei vostri video per parole chiave rilevanti può anche aiutarvi a generare contatti e vendite per la vostra azienda.

Ricordate che più pubblico raggiungete, più possibilità avete di catturare la loro attenzione e generare la loro fiducia. È qui che avete il potenziale per convertire i visitatori in lead o addirittura in clienti paganti.

Ad esempio, se vendete prodotti o servizi online, posizionare i vostri video di marketing o di dimostrazione dei prodotti per determinate parole chiave può contribuire ad aumentare le probabilità che le persone trovino e guardino i vostri video e, infine, acquistino.

Aumentare il coinvolgimento e le condivisioni sociali

I video informativi e di alta qualità, adeguatamente ottimizzati, possono anche contribuire ad aumentare il coinvolgimento e le condivisioni sui social.

Quando i vostri video sono facili da trovare e da guardare, è più probabile che le persone si impegnino con loro mettendo like, condividendo o lasciando commenti. Questo maggiore coinvolgimento può contribuire a migliorare la SEO dei video, poiché i segnali sociali sono uno dei fattori di ranking per i video.

Più riuscite a creare un coinvolgimento con il vostro pubblico, più è probabile che si ricordino del vostro marchio e che tornino a visitarlo in futuro.

Aumenta il traffico verso il vostro sito web

Più alto è il posizionamento del vostro video, più traffico riceverà.

Ma, a differenza della SEO per siti web, in cui si vuole che le persone trascorrano più tempo sul vostro sito, l'obiettivo della SEO per video è far sì che gli spettatori guardino i vostri video fino in fondo e poi compiano un'azione, che si tratti di iscriversi al vostro canale, visitare il vostro sito web o fare un acquisto.

È possibile includere nella descrizione del video i link al proprio sito web per facilitare la ricerca del sito e l'azione degli spettatori.

Vi portano un ROI più alto

Un contenuto video ben ottimizzato può anche aiutarvi a ottenere un ROI più elevato per i vostri sforzi di marketing online.

Questo perché i video sono più coinvolgenti e possono aiutare a trattenere le persone sul vostro sito più a lungo, aumentando le probabilità che compiano un'azione desiderata come l'acquisto di un prodotto o l'iscrizione al vostro canale.

Come ottimizzare i video per la SEO

Ora che avete capito cos'è la SEO dei video e i fattori di ranking coinvolti, è il momento di imparare a ottimizzare i vostri video per ottenere la massima esposizione. Ecco alcuni consigli:

#1. Scegliete le parole chiave giuste

Come nel caso della SEO di un sito web, è necessario puntare su parole chiave che abbiano un alto volume di ricerca e che siano rilevanti per la vostra attività.

Tuttavia, a causa dei fattori unici coinvolti nella SEO dei video, è necessario considerare anche l'inclusione di parole chiave a coda lunga nel vostro targeting. Si tratta di query specifiche che hanno una bassa concorrenza ma un alto volume di ricerca.

Infatti, i video che si classificano per queste parole chiave sono probabilmente quelli che offrono un contenuto più approfondito e informativo, che è quello che desiderate per la vostra azienda.

Quindi, quando scegliete le parole chiave su cui puntare, assicuratevi di includere sia le parole chiave a coda corta che quelle a coda lunga per ottenere il massimo dai vostri sforzi.

Inoltre, è sempre meglio rendere i video ricchi di parole chiave. Ciò significa includere le parole chiave target nel titolo, nella descrizione e nei tag del video.

Ad esempio, quando create un elenco di giochi blockchain, cercate parole chiave come "migliori giochi blockchain" o "giochi popolari basati su blockchain da giocare".

Oppure, se utilizzate il video per promuovere la vostra attività, ad esempio i corsi online di marketing digitale, le parole chiave potrebbero essere "corsi di marketing digitale".

Ma potreste anche includere parole chiave a coda lunga come "corso gratuito di marketing digitale" o "corso di marketing digitale di x mesi". Queste parole chiave sono più specifiche e consentono di posizionarsi per i video più rilevanti per la propria attività.

Scegliere le parole chiave giuste per la SEO dei video

Strumenti da utilizzare:

  • Google Keyword Planner
  • Tendenze di Google
  • Strumento per le parole chiave di YouTube
  • Strumento per le parole chiave Dominator

#2. Ricerca sulla concorrenza

Come per tutto ciò che riguarda la SEO, anche per l'ottimizzazione dei video è necessario fare una ricerca sulla concorrenza.

Ciò significa scoprire quali parole chiave stanno puntando, che tipo di contenuti stanno creando e come stanno promuovendo i loro video. Questo vi darà un'idea di ciò che funziona per loro e vi aiuterà a trovare idee per i vostri video.

Si tratta di capire come differenziare i vostri contenuti e renderli ancora migliori di quelli che ci sono attualmente.

Chiedetevi: "Cosa manca loro e come posso farlo meglio? "*.

Strumenti da utilizzare:

  • SEMrush
  • Strumento di ricerca competitiva SEOBook
  • Esploratore di contenuti Ahrefs

#3. Creare una struttura di contenuti accattivante

Quando si parla di video SEO, il contenuto dei video è importante quanto l'ottimizzazione.

I vostri spettatori hanno bisogno di qualcosa che sia al tempo stesso informativo e coinvolgente da guardare. Ciò significa creare una struttura per i vostri video che mantenga l'interesse dall'inizio alla fine.

Alcuni suggerimenti per farlo sono

  • Iniziare con un aggancio per catturare l'attenzione degli spettatori.
  • Mantenere i video brevi e mirati
  • Utilizzare immagini e animazioni per spezzare il testo.
  • Aggiungere call-to-action in tutto il video

La chiave è aumentare il tasso di fidelizzazione e la durata della sessione. Volete che gli spettatori guardino i vostri video fino in fondo e che rimangano sulla piattaforma di condivisione video, come YouTube, per guardare altri vostri video.

Quando YouTube vedrà che i vostri video mantengono le persone sulla piattaforma, promuoverà i vostri video. Naturalmente, una piattaforma di editing Youtube di qualità vi aiuterà in questo senso. È inoltre possibile utilizzare le funzioni di timestamp per creare capitoli e rendere il video più strutturato.

Creare una struttura di contenuti coinvolgente

#4. Prestate attenzione ai nomi dei file video

Siamo abituati a dare ai file nomi casuali, come "video_1234" o "vid_0001". Ma sapevate che il nome di un file video influisce sul vostro rank video?

Quando caricate i vostri video su YouTube, assicuratevi di assegnare ai file nomi basati su parole chiave.

Ciò significa che il nome del file deve contenere le parole chiave desiderate e non deve includere spazi o caratteri speciali. Quindi, per l'esempio del corso di marketing digitale di prima, un buon nome di file sarebbe "corso_marketing_digitale.mpg. ".

Il motivo per cui il nome del file video può influire sul posizionamento è che YouTube (e altri motori di ricerca) guardano al nome del file per determinare il tema del video.

Se il nome del file è ricco di parole chiave, è più probabile che il video venga visualizzato nelle ricerche pertinenti.

#5. Create trascrizioni per i vostri video

L'aggiunta di trascrizioni ai video è uno dei modi migliori per ottimizzarli per la SEO.

Le trascrizioni, infatti, rendono i contenuti più accessibili e aiutano i motori di ricerca a comprendere i punti principali del video. Questo, a sua volta, contribuisce a migliorare il vostro posizionamento.

Inoltre, l'inclusione delle trascrizioni può aiutarvi a posizionarvi per parole chiave a coda lunga che forse non avevate mai considerato prima.

Per creare le trascrizioni, è possibile digitare il dialogo del video o utilizzare un programma di sintesi vocale.

Una volta ottenuta la trascrizione, è sufficiente aggiungerla alla casella di descrizione del video.

Strumenti utilizzabili:

  • Google Translate
  • OTrascrivere
  • Rev.

#6. Personalizzare l'anteprima

La miniatura del video è la prima cosa che le persone vedono quando si imbattono nel vostro video nei risultati di ricerca.

Per questo motivo, è necessario assicurarsi che sia ottimizzata sia per gli utenti che per i motori di ricerca.

Per quanto riguarda l'esperienza dell'utente, è necessario scegliere una miniatura che sia accattivante e rappresentativa del contenuto del video.

Per quanto riguarda la SEO, è necessario assicurarsi che la miniatura includa le parole chiave e sia il più descrittiva possibile. Ecco un esempio tratto dal canale YouTube di Authority Hacker:

Personalizzare la miniatura per la SEO dei video

Strumenti da utilizzare:

  • Canva
  • Nuvola creativa di Adobe
  • Visme

#7. Rendere il video mobile-friendly

Poiché sempre più persone guardano i video sui loro dispositivi mobili, è importante assicurarsi che i vostri video siano ottimizzati per questi spettatori.

Ciò significa utilizzare un design reattivo per il vostro sito web o assicurarsi che il contenuto del video sia facile da vedere e ascoltare su tutti i tipi di dispositivi mobili.

Strumenti da utilizzare:

  • Test Mobile-Friendly di Google
  • MobiReady
  • Verificatore di design reattivo

#8. Ottimizzate i vostri video per i social media

Come per la SEO di un sito web, anche i video devono essere ottimizzati per i social media.

Ciò significa formattarli correttamente in modo che appaiano bene quando vengono condivisi su Facebook, Twitter e altre piattaforme.

Inoltre, è necessario includere titoli, descrizioni e tag adatti ai social media.

Ecco alcuni suggerimenti:

  1. Assicuratevi che i vostri video abbiano le dimensioni giuste per ogni piattaforma. Ad esempio, Facebook preferisce i video quadrati, mentre Twitter preferisce i video orizzontali.

  2. Includete parole chiave specifiche per i social media nel titolo e nella descrizione. Ad esempio, se state promuovendo un video su Facebook, includete parole chiave come "video su Facebook ", "social media " e "guarda ora ".

  3. Includete un forte invito all'azione nei vostri video. Potrebbe essere qualcosa come "iscriviti al nostro canale " o "visita il nostro sito web per maggiori informazioni ".

Strumenti da utilizzare:

  • Vidyard Pubblicazione di video sociali
  • Libreria multimediale Hootsuite
  • Buffer Video Posts

#9. Capire quando pubblicare i video

Anche il momento in cui pubblicate i video può avere un impatto sul vostro posizionamento.

Infatti, YouTube (e altri motori di ricerca) considerano il timestamp di quando un video è stato pubblicato per determinarne la rilevanza.

Quindi, se volete che il vostro video venga trovato nelle ricerche pertinenti, è importante capire quando è il momento migliore o giusto in cui le persone cercano le vostre parole chiave.

Strumenti:

  • VidIQ (per YouTube)
  • Google Trends (per le tendenze di ricerca generali)
  • SEOMoz Video Analyzer (per vedere quando i vostri concorrenti pubblicano i loro video)
  • SEMrush YouTube Competitor Analysis Tool (per vedere quali parole chiave i vostri concorrenti stanno puntando nei loro video)

#10. Promuovete i vostri video

Infine, non dimenticate di promuovere i vostri video! Il fatto che abbiate ottimizzato i vostri video per la SEO non significa che inizieranno subito a posizionarsi.

Dovete ancora promuoverli attraverso i social media, il vostro sito web e altri canali.

Il motore di ricerca più grande del mondo, Google, raccoglierà i dati da tutte queste fonti per classificare i vostri video nelle prime 24 ore dalla loro pubblicazione.

Più persone vedranno i vostri video, maggiori saranno le possibilità di posizionarli in alto nei risultati di ricerca.

Strumenti da utilizzare:

  • Promo di Slidely
  • Turnstile di Wistia
  • Campagne video AdWords
  • Annunci di video sponsorizzati su YouTube

Conclusione

In questo affollato mondo digitale, trovare idee brillanti per i contenuti video è già qualcosa e ottimizzarli per la SEO è un'altra cosa. Anche se gli algoritmi di YouTube o di altri motori di ricerca continuano a cambiare, seguire i suggerimenti di cui sopra vi darà sicuramente un vantaggio per posizionare i vostri video più in alto nelle SERP.

Seguendo i suggerimenti e gli strumenti di questa guida, potrete assicurarvi che i vostri video siano ottimizzati sia per gli utenti che per i motori di ricerca, il che vi aiuterà a ottenere più visualizzazioni e a generare più contatti per la vostra attività.

Ma come per ogni altra cosa, anche per la SEO non esiste una soluzione unica. Quindi, sperimentate diverse tattiche e vedete cosa funziona meglio per voi e per la vostra azienda.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker