• Nuvola

Le migliori pratiche per l'hosting su AWS

  • Felix Rose-Collins
  • 1 min read
Le migliori pratiche per l'hosting su AWS

Introduzione

L'hosting del vostro sito web su AWS è una delle migliori decisioni che possiate prendere per la vostra azienda. Non solo è scalabile e affidabile, ma offre anche il vantaggio della sicurezza e della conformità.

Tuttavia, quando si ospita il proprio sito, non si vuole semplicemente "impostare e dimenticare". Ci sono alcune best practice da seguire per ottenere il massimo dall'esperienza di hosting AWS.

In questo post, illustreremo alcune delle migliori pratiche che dovreste seguire quando ospitate il vostro sito web su AWS. Seguendo questi consigli, sarete in grado di garantire che il vostro sito web funzioni in modo fluido ed efficiente, mantenendo al contempo bassi i costi.

Usare il giusto tipo di istanza

Use The Right Instance Type

Un tipo di istanza è un insieme di specifiche per il server virtuale. Include la CPU, la memoria, lo storage e la capacità di rete del server.

Sulla piattaforma AWS sono disponibili diversi tipi di istanze. Si tratta di istanze generiche, ottimizzate per il calcolo, ottimizzate per la memoria e ottimizzate per lo storage.

Quando si sceglie un tipo di istanza per il proprio sito web, è necessario effettuare un audit web e determinare il tipo di carico di lavoro del sito. Se il vostro sito sarà un semplice blog WordPress, ad esempio, non avrete bisogno di tanta potenza quanto un sito che gestisce una complessa piattaforma di e-commerce.

Si deve anche considerare il traffico che il sito potrebbe ricevere. Se si prevede molto traffico, è necessario un tipo di istanza in grado di gestire il carico.

Se non siete sicuri di quale sia il tipo di istanza giusta per il vostro sito web, Amazon ha un pratico strumento che vi aiuta a scegliere.

Utilizzare il ridimensionamento automatico per risparmiare denaro

Use Auto Scaling To Save Money

L'autoscaling è una funzione di AWS che consente di scalare automaticamente il vostro sito web verso l'alto o verso il basso, in base ai livelli di traffico.

Ad esempio, supponiamo di avere un sito WordPress che riceve molto traffico durante il giorno, ma molto poco di notte. Con l'autoscaling, potete impostare il vostro sito in modo che si riduca di notte, quando il traffico è ridotto. In questo modo si risparmia sulla bolletta dell'hosting AWS, poiché si pagano solo le risorse necessarie.

L'autoscaling è un ottimo modo per risparmiare sui costi dell'hosting AWS. È anche un buon modo per garantire che il vostro sito web funzioni sempre al massimo delle prestazioni, in quanto siete in grado di scalare quando i livelli di traffico aumentano.

Utilizzare una rete di consegna dei contenuti (CDN)

Una rete di distribuzione dei contenuti (CDN) è un sistema di server distribuiti che forniscono contenuti agli utenti in base alla loro posizione.

Ad esempio, supponiamo che il vostro sito web sia ospitato negli Stati Uniti, ma che abbiate visitatori da tutto il mondo. Un CDN può contribuire a velocizzare la consegna dei contenuti ai visitatori, che verranno indirizzati a un server più vicino alla loro posizione. La velocità è uno dei 200 fattori di ranking di Google.

Amazon utilizza CloudFront, un servizio CDN, per distribuire i contenuti dai suoi server agli utenti di tutto il mondo. Anche se questa funzione è facilmente disponibile, non è automatica. È necessario configurare l'account Amazon S³ e le distribuzioni CloudFront per sfruttare questa funzione.

Una volta configurato il CDN, dovrete assicurarvi che tutti i vostri contenuti statici (immagini, file CSS, file JavaScript, ecc.) siano serviti dal CDN. Ciò contribuirà a garantire che il sito venga caricato rapidamente da tutti gli utenti, indipendentemente dalla loro posizione nel mondo.

Utilizzare Amazon Route 53 per il DNS

Lagestione di WordPress su AWS richiede una conoscenza di base del DNS (sistema dei nomi di dominio). Il DNS è un sistema che converte i nomi di dominio leggibili dall'uomo (come example.com) in indirizzi IP (come 192.168.0.0).

Quando configurate il vostro sito web su AWS, dovrete configurare il DNS con Amazon Route 53. Amazon Route 53 è un servizio DNS altamente disponibile e scalabile, progettato per offrire bassa latenza e alta disponibilità.

Una volta configurato Amazon Route 53, è necessario creare un record set. Un record set è una raccolta di record che contiene le informazioni necessarie per instradare il traffico per il vostro dominio.

Per ogni record set, è necessario specificare un nome, un tipo, un TTL (time to live) e un valore. Il nome è il dominio o sottodominio per il quale si vuole instradare il traffico. Il tipo è il tipo di record (A, AAAA, CNAME, MX, NS, PTR, SOA o TXT).

Il TTL è il tempo in secondi in cui si desidera che il record rimanga nella cache DNS. Il valore è l'indirizzo IP o il nome di dominio verso cui si vuole instradare il traffico.

Una volta creato il set di record, è necessario creare una zona ospitata. Una zona ospitata è una raccolta di record DNS per un dominio specifico.

È necessario specificare il nome del dominio e Amazon Route 53 genererà automaticamente i nameserver per la zona.

Una volta creata la zona ospitata, è necessario configurare le impostazioni DNS del dominio per utilizzare i nameserver Amazon Route 53.

È possibile farlo andando sul sito web della società di registrazione del dominio e aggiornando le impostazioni DNS del proprio dominio.

Usate Amazon CloudWatch per monitorare il vostro sito web

Amazon CloudWatch è un servizio di monitoraggio che potete utilizzare per monitorare il vostro sito web su AWS.

Con Amazon CloudWatch, potete impostare allarmi che vi avviseranno quando le prestazioni del vostro sito web scendono al di sotto di una certa soglia.

È inoltre possibile utilizzare questi servizi per creare grafici e diagrammi delle prestazioni del sito web nel tempo.

Amazon CloudWatch è un ottimo modo per tenere sotto controllo le prestazioni del vostro sito web e può aiutarvi a identificare e risolvere rapidamente i problemi.

Utilizzare Amazon SES per inviare e-mail

Le e-mail sono una parte importante di qualsiasi sito web. Potreste usare le e-mail per inviare notifiche ai vostri utenti o per inviare moduli di contatto dal vostro sito web.

Se si utilizza AWS per ospitare il proprio sito web, è possibile utilizzare Amazon SES (Simple Email Service) per inviare e ricevere e-mail.

Amazon SES è un servizio di posta elettronica altamente scalabile e affidabile, progettato per aziende di tutte le dimensioni. Inoltre, è molto conveniente e si può pagare a consumo.

Per utilizzare Amazon SES, dovrete creare un account e verificare il vostro indirizzo e-mail. Una volta fatto questo, potrete iniziare a inviare e-mail utilizzando le sue API.

Sfruttare i vantaggi dei firewall

Take Advantage of Firewalls

Un firewall è un sistema di sicurezza di rete che monitora e controlla il traffico in entrata e in uscita in base a regole di sicurezza predeterminate.

AWS fornisce due servizi firewall principali: Amazon VPC (Virtual Private Cloud) e AWS WAF (Web Application Firewall).

Amazon VPC è un servizio che consente di creare reti isolate all'interno del cloud AWS. Con Amazon VPC è possibile definire regole di sicurezza personalizzate che consentono solo a determinati tipi di traffico di raggiungere il sito web.

AWS WAF è un servizio che consente di creare firewall per applicazioni web. Un firewall per applicazioni web è un tipo di firewall che filtra in modo specifico il traffico diretto e proveniente da un'applicazione web.

Con questo servizio è possibile creare regole che filtrano il traffico in base a elementi quali indirizzi IP, URL e contenuti della richiesta. In questo modo si spaventano gli hacker e si garantisce che il sito sia al sicuro dagli attacchi.

Considerate più centri dati

Quando ospitate il vostro sito web su AWS, potete scegliere di farlo ospitare in più data center.

Questo è un ottimo modo per migliorare la disponibilità e le prestazioni, oltre che per proteggere dalla perdita di dati. Quando ospitate il vostro sito web in più centri dati, ogni centro dati conterrà una copia del vostro sito web.

Se un data center va in tilt, il vostro sito web sarà comunque disponibile dagli altri data center. Inoltre, la presenza del sito web in più data center può contribuire a migliorare le prestazioni, perché gli utenti vengono indirizzati al data center più vicino.

Amazon VPC come servizio regionale è un ottimo modo per distribuire istanze multiple del vostro sito web in regioni diverse. Permette di creare reti isolate che possono estendersi su più Availability Zone.

Se si cerca una soluzione più globale, è possibile utilizzare il Latency-Based Routing di Amazon Route 53. Questo vi permette di indirizzare gli utenti all'istanza più vicina del vostro sito web, indipendentemente dalla regione.

Trattare gli host come effimeri e dinamici

L'errore più grande che si può commettere quando si ospita un sito web su AWS è quello di considerare gli host come statici e immutabili.

Nel cloud, le istanze possono andare e venire in qualsiasi momento. Ciò significa che è necessario progettare il sito web in modo da poter gestire gli host che vengono creati e distrutti regolarmente.

Non fate ipotesi sul numero o sulla posizione degli host. Progettate invece il vostro sito web in modo che sia in grado di adattarsi dinamicamente ai cambiamenti dell'ambiente.

Un buon modo per farlo è utilizzare il servizio di Auto Scaling di Amazon. Con Auto Scaling, è possibile impostare regole che aggiungono o rimuovono automaticamente le istanze in base a condizioni definite dall'utente.

Pensieri finali

Ci sono molti aspetti da considerare quando si ospita un sito web su AWS. Seguendo le best practice illustrate in questo articolo, potrete essere certi che il vostro sito web sarà disponibile, scalabile e sicuro.

Assicuratevi di integrare queste pratiche con contenuti di qualità e di valore, in modo che il vostro sito web si posizioni più in alto nei motori di ricerca e attiri più visitatori.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker