• Imparare il SEO

Come aumentare il traffico organico attraverso la SEO nel 2022

  • Ioana Wilkinson
  • 5 min read
Come aumentare il traffico organico attraverso la SEO nel 2022

Introduzione

Tutti sanno che per fare soldi bisogna spendere soldi. Investire in annunci pay-per-click? Banner pubblicitari? Campagne sui social media? Possono fare miracoli per qualsiasi marchio.

Ma il problema degli annunci è che sono una soluzione a breve termine per un problema a lungo termine.

Certo, possono aiutarvi a farvi vedere l'ultimo lancio di un prodotto o a riempire i posti per il vostro prossimo webinar. Ma possono anche aiutarvi a costruire una comunità fedele? Possono incrementare le classifiche del vostro sito o aumentare l'autorità del vostro dominio a lungo termine?

**La risposta di solito è no.

La chiave per ottenere un successo di posizionamento a lungo termine è concentrarsi sull'aumento del traffico organico e sull'utilizzo di più fonti di traffico. Il modo per farlo è padroneggiare la SEO organica.

In questo articolo, condivideremo sette best practice che potrete iniziare a utilizzare fin da subito per incrementare il vostro traffico organico nel 2022.

Padroneggiare il processo di pianificazione dei contenuti

Considerate il vostro blog come la base dei vostri sforzi di SEO organica. È il luogo sul web che cataloga i vostri post, ospita le vostre parole chiave e collega i ricercatori al vostro marchio.

Poiché il vostro blog è la vostra base SEO, padroneggiare la pianificazione dei contenuti è un must.

Ciò significa padroneggiare tutto, dall'uso del giusto strumento SEO per la pianificazione degli argomenti all'assunzione del team giusto per aiutarvi a produrre contenuti.

Per padroneggiare il processo di pianificazione dei contenuti, concentratevi su quanto segue:

  1. Utilizzare strumenti efficaci come MarketMuse e SEMRush per pianificare argomenti e parole chiave.
  2. Fate un elenco di tutti gli argomenti e delle parole chiave che tratterete sul vostro blog nel mese successivo.
  3. Chiedete al vostro account manager di suddividere gli argomenti e le parole chiave e di assegnarli a scrittori SEO esperti.
  4. Chiedete ai vostri redattori di esaminare e modificare ogni contenuto che i vostri autori vi consegnano.
  5. Chiedete ai vostri specialisti del controllo qualità di verificare che tutti i contenuti siano di valore e coinvolgenti.
  6. Pubblicate i vostri contenuti o programmateli per pubblicarli in futuro.
  7. Sciacquate e ripetete per il mese successivo

Creare gruppi di argomenti

I cluster di argomenti sono raggruppamenti di contenuti che si riferiscono a un tema o a un argomento generale. Con i cluster di argomenti, di solito c'è una pagina principale chiamata "pagina madre" e delle sottopagine chiamate "pagine figlie". La pagina madre copre i temi generali e rimanda alle pagine figlie con contenuti più specifici.

Un esempio è rappresentato da questa pagina di cluster sui tutor di lingua francese.

La pagina madre è "Imparare il francese online".

Crea cluster di argomenti (Fonte immagine: preply.com)

Le sue pagine figlio collegate includono post di blog sulla grammatica francese, risorse di tutoraggio e guide per principianti.

Le sue pagine figlio collegate includono post di blog sulla grammatica francese, risorse di tutoraggio e guide per principianti (Fonte dell'immagine: preply.com)

L'algoritmo di Google favorisce i cluster di argomenti perché aiutano i ricercatori ad approfondire un argomento a cui sono interessati. Quindi, se un ricercatore muore dalla voglia di imparare tutto il possibile sui tortini al cioccolato, Google condividerà volentieri la vostra raccolta di post sui tortini al cioccolato.

Per sfruttare al meglio i cluster di argomenti, aggiungete la pianificazione dei cluster di argomenti come parte della seconda fase del processo di pianificazione dei contenuti.

Master keyword dos and don'ts

L'elenco delle parole chiave target e delle parole chiave semantiche è pronto. E ora?

Ecco alcuni rapidi dos e don't da tenere a mente quando si usano le parole chiave:

Evitare il riempimento di parole chiave

Invece di riempire le sezioni con innumerevoli parole chiave, concentratevi sull'inserimento delle parole chiave in modo che si inseriscano naturalmente nel corpo del testo.

Incorporare le parole chiave nei titoli e nei sottotitoli

I titoli e i sottotitoli danno struttura al contenuto, ma sapevate che hanno anche un grande peso per Google?

Google presta attenzione alle parole usate nei titoli perché sono indizi che spiegano gli argomenti principali della pagina. Inserendo le parole chiave nei titoli come parte della vostra strategia dei contenuti, Google può capire meglio di cosa parlano i vostri contenuti e trasmetterli a chi ne ha bisogno.

Date un'occhiata a questa recensione dei programmi di prestito per l'acquisto della prima casa in Illinois per trarre ispirazione:

Come aumentare il traffico organico attraverso il SEO nel 2022 (Fonte immagine: thehomeloanexpert.com)

Inserite le parole chiave nei meta titoli, nelle meta descrizioni e nel testo alt.

I meta titoli, le meta descrizioni e gli alt text devono essere spiegazioni concise del contenuto della pagina web.

Inserire le parole chiave nei meta titoli, nelle meta descrizioni e nel testo alt è un modo semplice per mostrare a Google ciò che i ricercatori possono aspettarsi di apprendere dai vostri contenuti.

> Nota importante:** La maggior parte degli amministratori web professionisti utilizza una lista di controllo del diagramma di flusso per ricontrollare i propri contenuti web prima della pubblicazione. In questo modo si assicurano di aver rispettato i dos e i don't del keywording. L'argomentazione è che è possibile non rispettare le regole specifiche per le parole chiave nei contenuti senza nemmeno rendersene conto. Ma con un diagramma di controllo che vi guida, potete capire rapidamente quando siete fuori strada. > Assicuratevi di utilizzare anche voi un flowchart maker per creare una lista di controllo delle parole chiave per tutti i vostri contenuti web.

Progettare pagine reattive per i dispositivi mobili

Con 15 miliardi di dispositivi mobili in funzione in tutto il mondo, è assolutamente indispensabile progettare le vostre pagine per l'uso mobile, innanzitutto. L'assunzione di un team dedicato allo sviluppo di applicazioni mobili che si occupi dell'intero processo di sviluppo e lo faccia nel modo più conveniente può aiutarvi a farlo.

Potete avere il sito web più veloce, più bello e più ottimizzato del pianeta, ma se non è progettato per i dispositivi mobili, dite addio al traffico organico.

Un modo semplice per assicurarsi che il vostro sito sia in ottima salute per il mobile è sottoporlo a un test mobile-friendly.

Analogamente ai cluster di argomenti, i link interni aiutano i ricercatori ad approfondire un argomento a cui sono interessati.

Potete sfruttare i link interni inserendoli nei vostri contenuti dove hanno naturalmente senso.

Quando inserite i link interni, scegliete un testo di ancoraggio che sia vicino alle parole chiave che state cercando per quella pagina. Ad esempio, se state puntando a "collezione di borse" e "collezione di orologi", utilizzate varianti come "collezione di borse" e "set di orologi".

Vi abbiamo mostrato come aumentare il traffico organico utilizzando le vostre pagine, ma sapevate che anche altri siti possono incrementare le vostre classifiche?

Quando altri siti linkano i vostri contenuti o vi ospitano come blogger, creano backlink verso il vostro sito web.

Più backlink di qualità avete, più Google vi considera un esperto. Più Google pensa che siate esperti, più le vostre pagine si posizioneranno in alto.

Potete anche collaborare con altri siti web della vostra stessa nicchia per scambiare backlink e guest post. Potete trovare questi siti unendovi a una comunità slack per il link building.

Google utilizza i Featured Snippet per visualizzare rapidamente le informazioni che i ricercatori stanno cercando nella parte superiore dei risultati di ricerca, come in questo caso:

Puntare ai Featured Snippets (Fonte immagine: Google)

Puntare ai Featured Snippet è un modo efficace per posizionarsi in alto e migliorare l'autorità del dominio del vostro sito.

Conclusione

Gli annunci sono una soluzione a breve termine per un problema a lungo termine. Possono dare risultati rapidi, ma non hanno alcuna influenza sul successo SEO a lungo termine.

La chiave del successo SEO a lungo termine è concentrarsi sull'aumento del traffico organico.

Per dare una spinta SEO alle vostre pagine, utilizzate queste sette best practice. E per ulteriori informazioni su marketing e SEO, visitate il nostro blog.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker