• Imparare il SEO

Come riutilizzare i contenuti per ottenere il massimo valore

  • Felix Rose-Collins
  • 1 min read
Come riutilizzare i contenuti per ottenere il massimo valore

Introduzione

Creare contenuti richiede molto tempo. Si passano ore a fare ricerche, a scrivere post e testi, a registrare video e podcast e a creare grafici, per poi caricarli e ricominciare il processo da capo. Anche se si ama ciò che si fa, il ciclo può sembrare infinito.

Ma se vi dicessi che esiste un modo per evitare di passare tutto il tempo a creare nuovi contenuti? E ancora meglio, se vi dicessi che questo metodo vi aiuta a far arrivare alle persone una quantità maggiore dei vostri contenuti più popolari?

Non si tratta di un espediente, ma di riproporre i contenuti.

Che cos'è il Content Repurposing?

Il repurposing dei contenuti è il processo che consiste nel prendere un pezzo di contenuto e modificarlo o ricrearlo in modo da poterlo utilizzare altrove per offrire più valore al pubblico.

Ad esempio, si può prendere un post di forma lunga sul blog e suddividerlo in piccole infografiche da riutilizzare sui propri account di social media. Queste sezioni forniscono al vostro pubblico informazioni potenti e di piccole dimensioni.

In alternativa, potete prendere un lungo post del blog e trasformarlo in un video. Questa non solo è un'ottima strategia per aumentare il coinvolgimento degli utenti e offrire loro una migliore esperienza, ma darà anche al vostro articolo una maggiore esposizione nella SERP.

What is Content Repurposing?

Quali sono i vantaggi del repurposing dei contenuti?

Risparmio di tempo

Uno dei maggiori vantaggi del repurposing dei contenuti è semplicemente il risparmio di tempo. Un post sul blog e le sue ore di ricerca possono ora diventare un post sul blog più 5 post sui social media, compresa un'infografica. Un podcast di un'ora può diventare un video, post sui social media e altro ancora.

Con una semplice modifica del modo in cui pensate alla creazione dei contenuti, avrete più opportunità di entrare in contatto con il vostro pubblico. Anche se è necessario creare regolarmente nuovi contenuti, il repurposing dei contenuti vi dà più tempo per creare o promuovere i vostri contenuti.

Rende i contenuti multicanale

Spesso pensiamo che il nostro pubblico ci segua ovunque, ma la verità è che la maggior parte non lo fa. Riproporre i contenuti significa poter raggiungere il pubblico ovunque si trovi con i contenuti essenziali e/o divertenti che avete creato, senza dover ripartire da zero.

Migliora il coinvolgimento degli utenti

A tutti noi piace quando un contenuto decolla; lo festeggiamo e poi ci mettiamo subito a replicare quel successo con nuovi contenuti. La riproposizione dei contenuti consente di estenderne il successo, diversificando le modalità di fruizione da parte del pubblico.

Ad esempio, un estratto di un podcast recente può diventare un video su YouTube che apre una discussione con il vostro pubblico nei commenti. Una demo del vostro prodotto può essere un modo efficace per raccogliere feedback e avviare una conversazione.

Enhances User Engagement

Rende più facile la creazione e la gestione della strategia dei contenuti

Riproporre i contenuti significa dedicare più tempo agli argomenti che risuonano meglio con il pubblico. In questo modo si elimina la necessità di parlare di argomenti periferici o di riscrivere essenzialmente contenuti già trattati.

Anche in questo caso, non è necessario ripartire da zero ogni volta che si vuole avviare una nuova strategia di content marketing o sostenere un'altra campagna di marketing: avete già dei contenuti nel caveau che potete aggiornare e riutilizzare per lavorare con i nuovi contenuti.

È meglio per il SEO

Sappiamo tutti che i contenuti duplicati sono dannosi per la SEO, quindi è naturale che siate diffidenti nel riproporre i vostri contenuti. Più contenuti avete su un argomento, più opportunità avete di creare contenuti intorno a quella parola chiave. (Per ulteriori consigli SEO, consultate l'ampia guida SEO di Ranktracker qui) .

Quando si può e quando non si può riutilizzare il contenuto

Vi sentite entusiasti dei notevoli vantaggi del repurposing dei contenuti? Probabilmente avete in mente alcuni dei vostri post più performanti, ma dobbiamo frenare prima di andare avanti.

Non tutti i contenuti sono adatti al repurposing o, più precisamente, **non tutti i contenuti sono degni di essere repurposati. **

Uno degli aspetti più interessanti del repurposing dei contenuti è la riduzione della quantità di nuovi contenuti da creare. Ma è necessario tenere presente che **ogni contenuto riproposto deve avere uno scopo specifico. **

In altre parole, deve offrire un valore reale al vostro pubblico.

Immaginate che un brand che seguite riproponga un podcast di un'ora su tutti i suoi canali nell'arco di una settimana e che vi capiti di vedere ogni contenuto che condivide. Se si limitano a riproporre gli stessi punti con una grafica diversa, vi annoierete e vi irriterete.

Tuttavia, se evidenziano diversi punti chiave e li approfondiscono in modo che non dobbiate riascoltare e prendere appunti, sarete felici di vedere i loro contenuti riproposti e potreste cercarli attivamente.

Questa è la differenza tra fornire valore e fare solo rumore.

Quindi, come mettere in pratica tutto questo?

Come riproporre i contenuti: La vostra strategia di riproposizione dei contenuti

Di seguito, vi guideremo attraverso le fasi fondamentali della formazione di una strategia di repurposing dei contenuti, in modo che possiate capire come identificare e riproporre i contenuti per offrire al vostro pubblico il massimo valore.

Definire gli obiettivi del contenuto riproposto

Prima di iniziare a riproporre qualcosa, è necessario sapere perché si sta riproponendo un contenuto. Quale obiettivo generale state cercando di raggiungere con i contenuti riproposti? Come contribuirà alla vostra strategia di contenuti complessiva?

Ricordate che il repurposing dei contenuti non è una scorciatoia, ma un modo per ottenere più valore da un singolo contenuto.

Eseguire un audit dei contenuti esistenti

Nessuno è entusiasta di un audit, ma un audit dei contenuti è così utile che è sicuramente un'eccezione! Esaminate tutti i contenuti che avete creato e analizzate i contenuti più performanti e quelli evergreen per trovare i pezzi migliori da riutilizzare.

Prendete nota anche di tutti i contenuti che non stanno dando buoni risultati. Sebbene non vogliate riproporre questi contenuti, vale la pena analizzarli per capire perché non hanno risuonato con il vostro pubblico.

Inoltre, esaminate i vostri contenuti e pensate ai pezzi che non avete aggiornato di recente. I ricercatori apprezzano la freschezza di questo tipo di contenuti? Se sì, programmate un aggiornamento dei contenuti per questi pezzi.

Identificare i contenuti che valgono la pena di essere riproposti

Speriamo che ogni contenuto che creiamo risuoni con il nostro pubblico e fornisca valore. Ma la verità è che alcuni contenuti riescono a farlo meglio di altri. È meglio trascurare i contenuti a tempo limitato che non sono rilevanti oggi e saltare i contenuti che semplicemente non hanno dato buoni risultati.

I contenuti nuovi, quelli sempreverdi e quelli con buone prestazioni devono essere presi in considerazione per il repurposing.

Eseguire una ricerca sui concorrenti

Riproporre contenuti ben performanti è sempre una buona idea, ma farlo insieme alla ricerca sui concorrenti è ancora meglio. Sapere quali contenuti condividono i vostri concorrenti e, soprattutto, in che modo i loro contenuti superano i vostri vi permetterà di rafforzare la vostra posizione.

L'analisi del gap di parole chiave (nota anche come analisi delle parole chiave competitive) consiste nell'identificare le parole chiave di alto valore per le quali i vostri concorrenti si posizionano attualmente, mentre voi non lo fate. Quindi si analizza il motivo per cui non ci si posiziona, in modo da poter apportare le modifiche necessarie.

Aggiornare e riproporre i contenuti può essere un modo eccellente per farlo. Un altro modo è quello di creare nuovi contenuti migliori di quelli della concorrenza e di riproporli per indirizzare il traffico verso il contenuto principale. Assicuratevi di utilizzare Rank Tracker per monitorare i vostri miglioramenti e SERP Checker per vedere dove i vostri concorrenti stanno fallendo.

9+ modi per riutilizzare i contenuti

Dopo aver spiegato il perché del repurposing, vediamo in pratica come ripubblicare i contenuti.

Come riutilizzare i contenuti del blog

I contenuti del blog vi forniscono molte informazioni che potete riutilizzare. Sfruttate al massimo questi post di alto valore e trasformateli in altre forme di contenuto, come ad esempio:

  1. Infografiche: Un post del blog può diventare un'infografica, sia per spiegare il concetto che per trasmettere rapidamente i dati di cui si parla nel post. Siti come Canva e Piktochart consentono di creare facilmente infografiche per i social anche a chi non ha un background di design.

Infographics

  1. Post sui social media: Le sezioni di un post di un blog possono essere riproposte in post sui social media, dove si può discutere di un'idea specifica e suscitare una discussione sulle informazioni nei commenti.

  2. Brevi video e podcast: I contenuti del blog forniscono una bozza di sceneggiatura perfetta per video e podcast. Potete prendere l'intero post del blog così com'è e trasformarlo in un unico video o podcast, oppure suddividere le sezioni e approfondire i dettagli in una serie di video o podcast.

Short videos and podcasts

Meglio ancora, potete rimandare al post originale del blog per fornire ulteriori letture. In questo modo prolungherete il tempo di contatto con il pubblico e aumenterete il traffico verso il post e il vostro sito.

Come riutilizzare i contenuti video

I contenuti video sono ora versatili quanto i blog post, grazie a tutti i modi in cui possiamo pubblicare frammenti dei nostri contenuti video.

  1. Trasformate i punti chiave in cortometraggi: Potete prendere i punti di alto valore e trasformarli in Reel, corti di YouTube o video per TikTok. Se il video originale è ricco di valore, potete ricavare un'enorme quantità di contenuti da quell'unico video, rendendo i vostri punti chiave più digeribili.

Cut key points into shorts

  1. Creare infografiche/istruzioni: Abbiamo parlato di infografiche per i post del blog, ma un altro ottimo modo per usare le infografiche è Pinterest. Pinterest è una risorsa che molte aziende trascurano, ma se il vostro pubblico è lì, è un ottimo modo per raggiungerlo.

  2. Trasformate i video in podcast: Create video ricchi di valore e non basati su immagini? Potreste raggiungere un pubblico nuovo (o semplicemente impegnato) trasformandoli in podcast. Ci sono 383,7 milioni di ascoltatori attivi di podcast in tutto il mondo e questo numero è in rapida crescita. Potete catturare questi ascoltatori isolando l'audio dei vostri video e caricandoli come podcast.

Turn videos into podcasts

Come riproporre i contenuti long-form: Webinar e podcast

I contenuti di lunga durata, come i webinar e i podcast, offrono una grande quantità di contenuti su cui lavorare. Ma tutto questo contenuto può essere difficile da riproporre. La buona notizia è che ci sono decine di modi, basta pensare a quale sia il metodo migliore per il vostro pubblico.

  1. Serie di video: Il webinar che avete presentato era assolutamente ricco di valore, quindi non lasciatelo andare sprecato! Molti webinar durano da 1 a 3 ore, quindi suddividete il webinar in una serie di video che potrete condividere per settimane o addirittura mesi dopo.
  2. Serie di blog: Allo stesso modo, perché non ottenere una trascrizione del vostro webinar o podcast e trasformare i punti chiave in una serie di blog? Aziende come Descript dispongono di strumenti di intelligenza artificiale che possono fungere da base, mentre la trascrizione umana del vostro audio renderà ancora più semplice la produzione di una serie di blog.
  3. Creare una serie di e-mail o un corso: Se il vostro webinar o podcast ha illustrato al vostro pubblico un processo passo dopo passo, trasformate ogni passo in un'e-mail per una serie di e-mail. Questo è un ottimo modo per produrre contenuti per le vostre newsletter via e-mail o per creare un corso via e-mail per acquisire nuovi iscritti.

Come riproporre i contenuti per i social media

La chiave del repurposing dei contenuti per i social media è fornire valore il più rapidamente possibile, fornendo al contempo contenuti allineati con i post che hanno successo sulla piattaforma. L'aspetto interessante dei social media è che ciò che è popolare cambia nel tempo.

Prendiamo ad esempio TikTok: i video su TikTok sono fortemente orientati alle tendenze, il che significa che un suono o un argomento possono entrare e uscire di moda rapidamente. Questo fa sì che i brand debbano creare rapidamente contenuti per soddisfare ogni nuova tendenza. Tuttavia, è possibile utilizzare vecchi contenuti e riproporli per soddisfare i requisiti di ogni nuova tendenza. In questo modo, il contenuto viene rivisitato e viene visto con occhi nuovi, il che è positivo.

Perché aggiornare i vecchi contenuti è importante

Abbiamo toccato questo punto importante alcune volte in questo articolo; l'aggiornamento dei vecchi contenuti può aiutare a prendere un buon vecchio post e a renderlo fantastico. A volte il SEO non è all'altezza. A volte ci sono riferimenti o punti nell'articolo che non sono più rilevanti per il vostro pubblico di oggi. Risolvendo questi problemi, si ottiene un ottimo contenuto di cui il pubblico ha bisogno.

Ripetizione di contenuti incentrati sul valore

Il repurposing dei contenuti è apprezzato per i suoi vantaggi in termini di risparmio di tempo, ma offre molto di più che restituirci il nostro tempo. Il repurposing dei contenuti vi permette di estrarre tutto il valore dai vostri contenuti e può aiutarvi a trovare nuove strade da esplorare.

Ricordate di tenere sempre in primo piano lo scopo per cui state riproponendo un contenuto. Mettetevi in discussione se la risposta è: "Devo solo pubblicare qualcosa oggi".

Il repurposing di contenuti di valore non solo vi darà più tempo, ma mostrerà al vostro pubblico che siete un'autorità sull'argomento.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker