• Imparare il SEO

Sfruttare i chatbot per la SEO

  • Tanhaz Kamaly
  • 1 min read
Sfruttare i chatbot per la SEO

Introduzione

I chatbot sono un enorme vantaggio per le aziende. Eliminano la fatica di gestire i problemi ripetitivi del servizio clienti. Non segnalano e non diventano irritabili. Sono sempre pronti a fare di più e non chiedono aumenti di stipendio.

Qualunque sia la ragione, i chatbot stanno crescendo molto rapidamente. Infatti, nell'ultimo anno, il 67% dei clienti globali ha avuto almeno un'interazione con loro. Si può quindi affermare che i chatbot sono destinati a rimanere.

Ma se potessero fare di più che dire ai clienti come impostare la loro nuova stampante? I chatbot possono offrire molto di più a un'azienda, a partire dall'area dell'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO). Faremo un rapido giro nel panorama delle metriche SEO prima di immergerci nella valle dei chatbot per saperne di più su ciò che offrono.

SEO Metrics (Fonte: Unsplash)

Metriche SEO

  1. Tempo sulla pagina

È il tempo che un utente di Internet trascorre su un sito che ha trovato nella pagina dei risultati dei motori di ricerca (SERP). Questo dato è misurato da Google Analytics (GA), che lo ricava registrando l'arrivo dell'utente e il passaggio alla pagina successiva (che può essere un altro sito o un ritorno alla SERP).

GA registra il termine di ricerca e il tempo che l'utente trascorre sul sito prima di abbandonarlo. Più a lungo l'utente rimane sul sito, più è probabile che il sito contenga informazioni rilevanti per la ricerca. Questo contribuisce alla SEO, in quanto fa salire il sito nelle classifiche per quel termine di ricerca.

  1. Frequenza di rimbalzo

Questa metrica indica il numero di volte in cui gli utenti visitano una singola pagina di un sito prima di rimbalzare alla SERP. È una misura puramente di frequenza di visita: non registra il tempo che un visitatore trascorre sul vostro sito.

Anche in questo caso, associando il termine di ricerca al numero di visite ricevute dal sito, GA è in grado di determinare una posizione corrispondente per il sito web nella classifica di ricerca.

Bounce Rate (Fonte: pixabay.com)

  1. Tempo di permanenza

È simile al Time on Page, ma misura il tempo che un visitatore di un sito impiega a cliccare specificamente per tornare alla SERP.

Tuttavia, le metriche SEO presentano un certo grado di oscurità. Solo le prime due sono accessibili tramite GA. Inoltre, nessuna di esse è stata confermata da Google come fattore che determina il posizionamento di un sito. Ciò che è comunemente accettato, tuttavia, è che queste metriche (e altre) alimentano l'apprendimento automatico di Google e quindi sono dati significativi per qualsiasi proprietario di un sito web.

Per valutare tutti i modi in cui i chatbot possono essere utili occorrerebbe una lezione su come fare test esplorativi, ma ci sono alcune consegne principali che tratteremo a breve. Prima, però, scopriremo cosa sono i chatbot.

Incontrare il Chatbot

Un chatbot è un'applicazione progettata per interagire in modo naturale con l'utente di un sito web e spingerlo a seguire un determinato percorso, sia esso un imbuto di vendita o semplicemente un percorso informativo. I chatbot sono realizzati in modo da sembrare dotati di una personalità che in qualche modo corrisponde all'immagine del marchio e all'etica dell'azienda.

Le loro interazioni con i clienti tendono a rientrare in una o più di queste categorie:

  • Salutare il cliente al suo arrivo sul sito come il personale di un negozio tradizionale. Sapete come funziona: "Salve, come sta? Mi faccia sapere se c'è qualcosa che posso fare per lei". Il saluto dovrebbe indicare al cliente che l'assistenza è certamente disponibile, ma che è più che benvenuto a navigare autonomamente se questo è il suo stile.
  • Spiegare i servizi e mettere in evidenza tutto ciò che è interessante. Può trattarsi di illustrare a un cliente di un negozio di e-commerce quali sono i nuovi prodotti e le nuove offerte, oppure di fornire a un cliente commerciale una breve panoramica sui sistemi telefonici attualmente disponibili.
  • Rispondere (e fare) domande. A volte questo è il modo più rapido per definire esattamente ciò che il cliente desidera, anche se non ne è sicuro. Si tratta quindi di un'attività estremamente importante per i chatbot.
  • Fornire servizi e informazioni dettagliate. Se il cliente ha bisogno di dati più specifici sul VoIP in hosting per le aziende, ad esempio, il chatbot può fornirli da solo o indirizzare il cliente a qualcuno che ne sia in grado.

Grazie all'applicazione di questi servizi, i chatbot si sono fatti strada nell'e-commerce e le loro previsioni di crescita sono impressionanti.

Meet the Chatbot (Fonte: grandviewresearch.com)

Chatbot e tempo sulla pagina

Immaginate di voler trovare un cappotto per cani con qualità specifiche. Il vostro cane non è il tipo di creatura che ama farsi vedere in giro con qualcosa di diverso dal meglio, quindi sapete di avere degli standard particolari da raggiungere nella vostra missione di acquisto del cappotto.

Tuttavia, il disastro si verifica quando si visita un sito web dopo l'altro solo per trovare una serie di capi molto banali, nessuno dei quali è adatto al vostro cane. Dopo un po', come un cane che gioca a flyball, si rimbalza da un sito all'altro e si torna subito alla SERP.

Serve un assistente informativo in grado di rispondere alle vostre domande con una conoscenza del prodotto e con un entusiasmo incrollabile (o con un facsimile convincente). È necessario un chatbot. Uno degli aspetti positivi dei chatbot è che possono eliminare tutte le ricerche infruttuose e frustranti e arrivare direttamente a ciò che il cliente vuole vedere.

Nel corso di questa operazione, indovinate un po'? Il chatbot fa in modo che la metrica Time on Page migliori.

I chatbot non si limitano a rispondere a domande specifiche. A volte, quando compare un chatbot, i clienti non hanno necessariamente in mente un prodotto particolare, ma stanno semplicemente navigando. I chatbot possono aiutare anche in questo caso, ponendo domande all'utente per incanalarlo verso aree che probabilmente lo interessano.

Questo incoraggia l'utente a rimanere sul sito, favorendo la metrica del Time on Page.

Chatbot e frequenza di rimbalzo

Uno dei maggiori problemi per i commercianti di e-commerce è il tasso di abbandono del sito da parte dei clienti prima di completare l'acquisto. L'abbandono del carrello è un problema enorme.

Chatbots and Bounce Rate (Fonte: Unsplash)

Iltasso medio di abbandono del carrello? 79,8%, che sale all'85,65% per gli utenti mobili. Il costo globale che ne deriva è di 4,6 trilioni di dollari.

È facile capire perché questo accada così spesso. Allo stesso modo in cui un negozio senza un commesso visibile spesso vede i potenziali clienti abbandonarlo piuttosto che aspettare la possibilità di un servizio, un sito web a volte avrebbe bisogno di un po' di assistenza da parte di un membro del personale. I chatbot useranno le mani che hanno a questo scopo.

Coinvolgendo il cliente, il chatbot può aiutarlo direttamente a mettere nel carrello i prodotti di cui ha bisogno e a spingerlo alla cassa con un gesto di incoraggiamento.

L'ingresso di un chatbot può essere temporizzato in modo che avvenga dopo un determinato periodo di tempo dall'arrivo del cliente, oppure può essere programmato in modo da comparire quando si riscontra un particolare comportamento dell'utente. Quest'ultimo è utile se l'utente si comporta in un modo che, come è stato dimostrato, precede l'abbandono del sito. Un intervento del chatbot ben tempificato in questo caso può dare i suoi frutti.

Chatbot e altri fattori SEO

Recensioni

Aumentando le valutazioni complessive del servizio clienti, i chatbot possono aiutare le vostre recensioni a brillare. Possono farlo dando all'azienda quel gold standard 24/7, ma anche personalizzando il servizio.

I chatbot possono essere un mezzo molto efficace per ottenere dati personali su un cliente. Più gli utenti si abituano alle interazioni con i chatbot, più diventano rilassati. Questo rende l'interazione chatbot-cliente un ambiente ideale per acquisire dati personali, in particolare sui gusti e sugli acquisti precedenti.

Quanto più un chatbot è in grado di fare riferimento alle preferenze personali di un cliente, tanto più è probabile che il cliente consideri positivamente l'interazione. È per questo che la personalizzazione si sta facendo strada nel marketing.

Reviews (Fonte: optimizely.com)

Spesso ne consegue un'ottima recensione e, sia che si tratti di un negozio di scarpe o di un fornitore di servizi VoIP per aziende, si desidera avere ottime recensioni, non da ultimo perché queste ultime favoriscono il posizionamento su Google.

Parole chiave

I chatbot sono ottimi per scoprire e memorizzare i termini reali che i clienti utilizzano quando cercano un prodotto o un servizio. Creando un serbatoio aggiornato di espressioni correnti, i chatbot possono contribuire a garantire che i contenuti di un sito rimangano pertinenti e corrispondano non solo a ciò che le persone desiderano, ma anche alle parole effettivamente utilizzate. L'attualità è una delle caratteristiche di una buona SEO.

Qualsiasi sito che raccolga e utilizzi i dati per rimanere rilevante in questo modo, scoprirà che il suo posizionamento ne beneficia grazie alla sua assoluta reperibilità su Google.

Liberare il personale

Uno degli aspetti più importanti che la tecnologia dei chatbot può offrire a un'azienda è la sua capacità di sottrarre al personale compiti onerosi e che richiedono tempo. Tra questi c'è ovviamente quello di dover gestire richieste di informazioni ripetitive, ed è qui che i chatbot valgono oro.

Il personale è quindi libero di concentrarsi su altre attività aziendali, come aree creative quali il marketing e altre attività di sensibilizzazione, la moderazione di focus group, lo sviluppo di prodotti, i miglioramenti UX del sito web, gli aggiornamenti del blog e le problematiche SEO.

Consentendo al personale di dedicarsi a percorsi di pensiero stimolanti e fantasiosi, i chatbot offrono ai team la possibilità di sviluppare nuove idee per incrementare le prestazioni SEO dell'azienda.

Arrivederci e grazie per la visita

Goodbye and Thank You for Visiting (Fonte: Unsplash)

È il modo in cui i chatbot possono deliziare i clienti a garantire l'aumento delle prestazioni SEO che le aziende desiderano.

È interessante notare che, sebbene l'ambiente del commercio al dettaglio abbia subito un'enorme trasformazione negli ultimi due decenni circa, è il buon servizio al cliente a sopravvivere come principio centrale del commercio, immutabile come un Resilient Distributed Dataset.

Ancora più interessante è il fatto che è lo stesso tipo di buon servizio al cliente - disponibilità ad aiutare, conoscenza del prodotto, conoscenza dei gusti del cliente - a fare ancora centro. Solo che oggi ha un volto un po' più robotico.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker