• Marketing

Sette trucchi di email marketing per aumentare le conversioni nell'e-commerce

  • Felix Rose-Collins
  • 1 min read
Sette trucchi di email marketing per aumentare le conversioni nell'e-commerce

Introduzione

Indipendentemente dal numero di canali di marketing che abbiamo inventato, l'email marketing rimane il più efficace per due importanti motivi:

  • Si tratta di asset di proprietà del vostro marchio, quindi non andranno da nessuna parte nel giro di un giorno (a differenza delle classifiche organiche che potrebbero sempre farlo).
  • È altamente mirata: I vostri abbonati lo sanno già, quindi è probabile che interagiscano e si convertano, soprattutto se le vostre e-mail sono ben temporizzate e personalizzate.

Eppure, l'affaticamento da e-mail è dovuto al fatto che i consumatori vengono bombardati da un numero sempre maggiore di e-mail di marketing, soprattutto nel settore dell 'e-commerce, dove ogni marchio invia offerte speciali su base settimanale o addirittura quotidiana.

Ecco alcuni trucchi per l'email marketing che consentono di ottenere conversioni nel settore dell'e-commerce:

1. Trovare la frequenza perfetta per le e-mail

Se inviate e-mail troppo spesso, i vostri clienti si sentiranno sopraffatti e inizieranno a ignorare le e-mail. Peggio ancora, potrebbero disiscriversi dalle vostre e-mail. E, peggio ancora, potrebbero segnalare le vostre e-mail come spam, causandovi problemi di ogni tipo in futuro.

Inviare e-mail di marketing con minore frequenza potrebbe sembrare la soluzione più ovvia, ma molti studi suggeriscono che l'invio di e-mail troppo poco frequenti causa altrettanti problemi di un invio troppo frequente. Per esempio:

  • Si perdono opportunità di branding: Se i clienti non ricevono molte e-mail da voi - ma ne ricevono dalla concorrenza - state perdendo l'occasione di mantenere il vostro marchio in primo piano.
  • Si perdono occasioni di vendita. Meno spesso contattate i clienti via e-mail, meno probabilità avete di spronarli all'acquisto.
  • Potreste danneggiare la vostra reputazione di mittente. Se non inviate e-mail di marketing almeno una volta al mese, non riuscirete a costruire una solida storia di mittente e le vostre e-mail potrebbero essere bloccate.
  • Farete fatica a mantenere un elenco pulito. Gli indirizzi e-mail possono deteriorarsi rapidamente. Se inviate le e-mail meno di una volta al mese, vi occorrerà più tempo per individuare gli indirizzi e-mail non validi e mantenere una lista pulita.

Quindi, cosa si può fare per sviluppare l'equilibrio ideale tra troppe e troppo poche e-mail di marketing?

Dipende, ma non inviatele più spesso di una volta alla settimana. Anzi, nella maggior parte dei casi una volta alla settimana può essere una frequenza perfetta, perché i vostri clienti non avranno il tempo di dimenticarsi di voi.

In realtà, potrebbe esserci un approccio migliore: Segmentare la lista e variare la frequenza da segmento a segmento.

2. Segmentare la lista

Innanzitutto, segmentate i destinatari delle vostre e-mail in tre categorie:

  1. Primario: questi destinatari si impegnano attivamente con le e-mail, aprendole, cancellandole o agendo regolarmente.
  2. Secondario: questi destinatari ricevono molte e-mail promozionali ma si impegnano solo con una piccola percentuale di esse.
  3. Morto: questi destinatari non fanno quasi mai nulla con le loro e-mail di marketing. Questi account sono probabilmente email abbandonate.

Quindi affrontate ogni categoria in modo diverso.

  • Concentratevi soprattutto sui destinatari principali, perché sono i più preziosi. Oltre a interagire più spesso con le e-mail, sono anche i più propensi a lamentarsene, quindi fate attenzione prima di modificare la loro frequenza in un senso o nell'altro. Raccogliete quanti più dati possibili ed eseguite test con piccoli sottogruppi di destinatari principali. Fate attenzione ai reclami ogni volta che eseguite questi test, in modo da poter modificare la frequenza prima di offendere troppi abbonati.
  • Per quanto riguarda i destinatari secondari, non dovete preoccuparvi più di tanto, il che vi dà un maggiore margine di sperimentazione. Poiché non hanno lo stesso valore e non si lamentano delle e-mail quanto i destinatari primari, potete testare diverse frequenze sui destinatari secondari senza rischiare di peggiorare le cose e con una grande probabilità di migliorarle.

3. Scrivere argomenti efficaci per le e-mail

Le persone scremano i contenuti piuttosto che leggerli completamente, e la prima cosa che guarderanno sarà l'oggetto della vostra e-mail. Invece di scrivere argomenti spiritosi, pensate come un redattore di giornale e scrivete titoli che dicano al lettore esattamente cosa c'è nella storia che sta per leggere.

Ecco alcuni consigli per scrivere soggetti efficaci per le e-mail:

  1. Mantenere la brevità: Un oggetto deve essere conciso e diretto. Evitate di usare parole eccessive o frasi contorte.
  2. Siate chiari ma non rivelate molto: È bene dire alle persone esattamente il motivo per cui si sta inviando un'e-mail, ma è necessario che siano ancora abbastanza curiose da leggere il resto.
  3. Utilizzare parole chiave: Se l'e-mail fa parte di un progetto o di un thread di discussione, includete parole chiave pertinenti nell'oggetto. Questo aiuterà il destinatario a identificare rapidamente l'e-mail e a comprenderne il contesto.
  4. Evitate di utilizzare argomenti vaghi o fuorvianti: Oggetti vaghi o fuorvianti possono confondere il destinatario e rendergli più difficile stabilire la priorità dell'e-mail. Evitate di usare argomenti come "Importante" o "Urgente", a meno che non siano davvero rilevanti per il contenuto dell'e-mail.
  5. Personalizzate l'oggetto: Se state inviando un'e-mail a una persona specifica, considerate di includere il suo nome o un riferimento a una conversazione precedente nell'oggetto. Questo può aiutare a catturare la loro attenzione e a rendere l'e-mail più personale.

In generale, l'obiettivo di un oggetto è catturare l'attenzione del cliente e dargli una chiara idea del contenuto dell'e-mail. Seguendo questi consigli, è possibile creare degli oggetti efficaci e coinvolgenti.

Text Optimizer è utile per suggerire alcuni termini che potrebbero funzionare bene negli argomenti delle e-mail. Basta digitare l'argomento dell'e-mail e vedere quali parole saranno considerate rilevanti per quell'argomento:

Text Optimizer

4. Migliorare la deliverability delle e-mail

Nessuno si impegnerà con le vostre e-mail di e-commerce se non le vede nemmeno nella propria casella di posta. A patto che abbiate un solido database di indirizzi e-mail realmente funzionanti, le e-mail non vengono consegnate per due motivi principali:

  • La vostra e-mail è stata etichettata da un filtro antispam. Poiché i filtri antispam sono sempre più aggressivi, assicuratevi che i vostri messaggi di posta elettronica li superino.
  • Il vostro server non funziona correttamente

Per ridurre al minimo entrambi i rischi, provate a seguire queste indicazioni:

  • Innanzitutto, evitate di inviare e-mail da account di posta elettronica gratuiti. Verranno scoperti.
  • Per evitare che il vostro nome di dominio principale venga contrassegnato come spam, procuratevi un altro nome di dominio per alimentare i vostri sforzi di email marketing. Namify può aiutarvi a trovarne uno molto conveniente.
  • Verificate che le vostre e-mail non appaiano come spam. Provate anche Mail Tester per determinare se la vostra e-mail rischia di essere etichettata come spam. L'applicazione valuterà il contenuto del messaggio, verificherà le blacklist più diffuse, lo farà passare attraverso i principali filtri antispam (compreso Gmail), rileverà i link non funzionanti e molto altro ancora.

Improve your email deliverability

5. Curatela di contenuti altrui

Una delle cose più difficili per un proprietario di un e-commerce è creare costantemente nuovi contenuti per l'email marketing. Come avrete sicuramente imparato, una volta iniziato, è necessario continuare a farlo.

Una possibile soluzione? Scoprire e utilizzare il meglio di ciò che gli altri hanno già scritto. In altre parole, curate i contenuti.

La curatela dei contenuti è un ottimo modo per trasformare il vostro marchio in un hub di conoscenza e far sì che i vostri clienti dipendano da voi per le tendenze di nicchia e le storie più importanti.

Sì, all'inizio dovrete fare un po' di fatica, ma in breve tempo diventerà sempre più facile! Innanzitutto, iscrivetevi a molti blog e newsletter pertinenti al vostro settore. Man mano che li passate al setaccio, iniziate a disiscrivervi da tutto ciò che non vi è utile. In questo modo ridurrete rapidamente il vostro elenco di letture obbligate.

Poi, basandovi sull'esperienza vissuta, create la vostra newsletter che sarà altrettanto buona o migliore di quelle che vi hanno appassionato. Fatevi aiutare dal vostro team: Sono sicuro che si divertiranno a mettere insieme questi digest di email di nicchia e che questo li manterrà entusiasti e motivati. Un altro ottimo modo per conoscere le novità e le tendenze della nicchia è monitorare gli account Reddit correlati. Io uso Visualping per essere avvisato quando c'è qualcosa di caldo nei subreddit che sono rilevanti per il mio settore:

Curate other people’s content

Una cosa da notare: attribuite sempre alla fonte originale le informazioni che condividete, altrimenti potreste essere accusati di pirateria/furto/plagio/disonestà e ritrovarvi con la reputazione a pezzi. Ricordate che il vostro obiettivo è fare un lavoro di gambe, non rubare.

Creare elenchi di "best of", soprattutto se includono informazioni di esperti riconosciuti e leader di pensiero nel vostro settore, è una mossa super intelligente. Le idee sono davvero infinite:

  • I migliori blog su un argomento specifico
  • I video virali più divertenti
  • Il consiglio più intelligente
  • La più bella confezione di prodotto
  • I ristoranti preferiti per gli incontri di lavoro
  • I migliori movimenti di yoga per il relax

Assicuratevi solo che qualsiasi lista creiate sia legata al vostro settore e sia rilevante per il vostro pubblico.

6. Lavorare sulle CTA delle e-mail

Sappiamo tutti che le immagini battono il testo in termini di coinvolgimento, quindi perché non applicare questa conoscenza alle vostre call-to-action? Invece di un testo di collegamento, create un pulsante che utilizzi un testo semplice, come "Iscriviti", "Per saperne di più" o "Acquista ora".

Una call-to-action (CTA) è un'azione o una richiesta specifica che il destinatario dell'e-mail deve compiere. Ad esempio, una CTA potrebbe essere quella di visitare il vostro sito web, scaricare un file o registrarsi a un evento.

Ecco alcuni consigli per scrivere CTA efficaci nelle vostre e-mail:

  1. Mantenetela semplice e diretta: Una CTA deve essere chiara e diretta. Evitate di usare un linguaggio complicato o confuso.
  2. Utilizzate un linguaggio orientato all'azione: Usate verbi che incoraggino il destinatario ad agire, come "clicca qui", "scarica ora" o "registrati oggi".
  3. Facilitare l'azione desiderata: Il destinatario deve essere in grado di compiere l'azione desiderata in modo facile e veloce. Fornite un link o un pulsante che li porti direttamente alla pagina o al modulo pertinente.
  4. Utilizzare un colore o un design contrastante: La CTA deve essere visivamente distinta dal resto dell'e-mail. Utilizzate un colore o un design contrastante per farla risaltare e catturare l'attenzione del destinatario.
  5. Testate e ottimizzate: Sperimentate diverse CTA e monitoratene l'efficacia. Utilizzate i risultati per ottimizzare le CTA e migliorarne le prestazioni.

Seguendo questi suggerimenti, è possibile creare CTA efficaci che incoraggino gli iscritti alle e-mail a compiere l'azione desiderata.

Work on your email CTAs

Tutti i grandi servizi di email marketing includono dei pulsanti nei loro modelli, ma naturalmente è possibile inserire i propri.

7. Aggiungere immagini di alta qualità

Riprendendo quanto detto a proposito dei pulsanti CTA, uno dei motivi per cui le persone amano le immagini è che creano una connessione emotiva. Pertanto, è saggio utilizzare sempre immagini di alta qualità nelle vostre e-mail, ma è necessario usarle in modo ponderato.

Collocate le immagini sul lato sinistro delle vostre e-mail, perché l'occhio si dirige naturalmente verso il basso (non so perché, ma è stato dimostrato). Inoltre, utilizzate immagini di persone: possono evocare forti emozioni e creare uno stato d'animo.

Non esagerate con le immagini, però. È sufficiente un'immagine per ogni e-mail. Aggiungete meme divertenti, immagini del vostro team, ecc. Fate in modo che le immagini facciano parte del contesto!

Conclusione

L'email marketing per l'e-commerce è un'arte: Non c'è mai una sola tattica che funziona sempre. Continuate a sperimentare diversi trucchi di email marketing, misurate i vostri risultati e inventate altri trucchi da provare!

Felix Rose-Collins

Felix Rose-Collins

is the Co-founder of Ranktracker, With over 10 years SEO Experience . He's in charge of all content on the SEO Guide & Blog, you will also find him managing the support chat on the Ranktracker App.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker