Google Search Console e Analytics: panoramica, suggerimenti e best practice

  • Felix Rose-Collins
  • 22 min read
Google Search Console e Analytics: panoramica, suggerimenti e best practice

Indice

Introduzione

Con la continua crescita di Internet, vengono utilizzati nuovi metodi per misurare il modo in cui gli utenti utenti si impegnano con il sito. Ma quali sono gli strumenti utilizzati per prendere queste decisioni basate sui dati? Google Search Console e Google Analytics.

In questa guida vogliamo aiutarvi a migliorare l'analisi dell'attività degli utenti. attività degli utenti. In questo modo, il vostro team di marketing potrà concentrare i propri sforzi e le campagne campagne pubblicitarie sulle persone giuste. Siete pronti? Iniziamo!

Capitolo I - Google Search Console

Che cos'è Google Search Console (GSC)? Supponiamo che abbiate completato il sito web per il vostro marchio. Dovete sapere come si comporta su Google Search. Search. Ma come? È qui che interviene Google Search Console.

Google Search Console è uno strumento gratuito che aiuta i webmaster a monitorare la visibilità del loro sito web nelle classifiche di Google Search. nelle classifiche di ricerca di Google. dashboard multipli che forniscono informazioni essenziali sulle prestazioni del sito web e sulle prestazioni del sito web e sui problemi critici che devono essere risolti. Le parole chiave possono essere possono essere tracciate su GSC, fornendo ulteriori informazioni su quali parole chiave stanno funzionando correttamente.

Google Search Console è uno strumento essenziale per il proprietario di un sito web. e vi mostreremo come configurarla per la vostra pagina web.

Cruscotti di Google Search Console

Quando si utilizza GSC, le dashboard fungono da indicatori di performance. Ecco i cruscotti più comuni che si vedono quando si usa GSC.

  • Performance: Fornisce una panoramica dei risultati di ricerca di Google del vostro sito web. risultati della ricerca su Google.

  • Link:** Mostra quali link interni ed esterni vengono cliccati sul vostro sito. il vostro sito.

  • Rimuovi: Utilizzato per bloccare pagine specifiche dai risultati della ricerca Google.

  • Sitemaps: Permette di creare una mappa del sito e di visualizzare i precedenti problemi di invio.

  • Problemi di sicurezza: Avverte l'utente di potenziali minacce alla sicurezza del sito. sito.

  • Ispezione degli URL:** Fornisce informazioni sull'indice di Google.

Nella maggior parte dei casi, si guarderà il rapporto sulle prestazioni. Controllare il performance per vedere come sono le interazioni dell'utente nelle classifiche di ricerca di Google. Classifiche di ricerca.

Cos'è un rapporto sulle prestazioni?

In Google Search Console, un rapporto sulle prestazioni mostra le metriche importanti del vostro sito web. metriche del vostro sito web. Metriche come la percentuale di clic, sessioni, la frequenza con cui il sito compare nei risultati di ricerca e le caratteristiche speciali (ad es. caratteristiche speciali (ad esempio, le visualizzazioni uniche delle pagine).

I rapporti sulle prestazioni hanno 3 aree principali (Grafico delle metriche, scheda Dimensioni, Filtro superiore) che consentono di configurare i dati in base alle proprie preferenze. Il mostra le quattro metriche principali per misurare le prestazioni del sito (clic, posizione media, impressioni). (clic, posizione media, impressioni, CTR medio).

  • Clicks - Misura il numero di utenti che hanno fatto clic sul vostro sito.

  • CTR medio** - Numero totale di clic sul sito diviso per il numero totale di impressioni. il numero totale di impressioni.

  • Impressioni - Numero di persone che visualizzano il vostro sito.

  • Posizione media - Variazione totale dell'output/ variazione totale dell'input.

Queste metriche forniscono indicazioni su come il vostro sito web appare su Google Search Console. sito web su Google Search Console. Quando si creano i rapporti, le metriche mostreranno agli addetti al marketing quali aspetti del sito funzionano e quali devono essere modificati. che devono essere modificati. Individuate sempre la metrica più importante per il vostro sito e e usarla come base per comprendere l'attività degli utenti.

Che cosa sono le metriche?

Le metriche sono misure quantitative contenute nei dati. Si usano le metriche per determinare quanto, per quanto tempo o quanti utenti hanno interagito con il vostro sito. il vostro sito. Le metriche forniscono una rappresentazione accurata di come funziona un processo e forniscono suggerimenti di base su dove il sito può essere migliorato. migliorare.

Ogni aspetto aziendale ha delle metriche di performance che devono essere monitorate. I marketer devono monitorare le metriche dei social media, come le statistiche dei programmi e delle campagne. statistiche delle campagne. Utilizzate strumenti di dashboard e di analisi se state cercando di di monitorare le metriche aziendali.

Scheda Dimensioni

A differenza delle metriche, le dimensioni sono utilizzate per descrivere gli attributi qualitativi dei dati. qualitativi dei dati. Vengono utilizzate per misurare ciò che gli utenti hanno fatto o cosa è successo. Ad esempio, la dimensione di un Paese, come gli Stati Uniti o il Canada, mostra la provenienza degli utenti. Stati Uniti o Canada mostra la provenienza degli utenti.

Per utilizzare la scheda Dimensioni, selezionare la dimensione preferita che si desidera visualizzare nel report. visualizzare nel report. Essa apparirà nella tabella del report.

Filtro superiore

Il filtro superiore è la sezione che consente di personalizzare i dati in base ai propri parametri. in base ai propri parametri. Consente di selezionare le dimensioni di ricerca di ricerca, l'intervallo di date e le dimensioni del filtro. Utilizzare questa sezione quando quando si cerca di separare i dati e trovare approfondimenti personalizzati.

Come si configura il report?

Innanzitutto, occorre definire le metriche che si desidera visualizzare nel report. Durante questa questa fase, pensare ai propri obiettivi aziendali e a ciò che si sta cercando di di raggiungere con il vostro sito web. Una volta individuate le metriche desiderate, inserirle nel rapporto. nel report.

Premere +NEW sul pulsante del filtro. In questo modo è possibile selezionare la dimensione che si desidera aggiungere alla tabella. È possibile aggiungere un filtro di tipo ricerca per determinare se gli utenti interagiscono tramite web, immagini o video.

Ricordare che quando si filtrano i risultati della ricerca, le informazioni mostrate nel potrebbero non essere visualizzate nella tabella. Ad esempio, se si effettua una query per il nome del vostro marchio, il totale del grafico non verrà aggiunto. Ciò è dovuto al fatto che perché alcuni dati non possono essere condivisi per motivi di privacy. Di conseguenza di conseguenza, c'è un limite al numero di query che verranno visualizzate nel report.

Quando si utilizzano i dati GSC, una parte delle informazioni viene aggregata in base all'URL e al sito. e dal sito. Oltre ai dati di base, come le pagine principali o le query più importanti, il Performance Report fornisce informazioni più approfondite sulle prestazioni del sito web. performance.

Cosa sono le Sitemaps?

Le sitemap sono un file che elenca le pagine essenziali del vostro sito web. I web crawler di Google trovano queste pagine e le scorrono tutte. Questo Questo facilita il posizionamento del vostro sito nel motore di ricerca di Google.

Il proprietario di un sito web vuole che il crawler di Google cerchi in tutte le pagine del sito. pagina del vostro sito web. Tuttavia, in alcune situazioni, le pagine potrebbero non avere collegamenti interni ad esse. Le sitemap sono utilizzate per aiutare il vostro sito nell'algoritmo di Google.

Caso di esempio:

Ad esempio, supponiamo che stiate creando un capo. È possibile utilizzare le sitemap XML per aiutare il vostro pubblico a trovare i post recenti del blog. Si può iniziare a creare una manciata di post e tag per iniziare. Tuttavia, potrebbe non esserci contenuti sufficienti per fornire valore ai vostri visitatori. Utilizzate una sitemap XML per per mostrare ai vostri utenti i vostri contenuti migliori, mentre GSC mostra che sono stati è stato indicizzato correttamente.

Come si fa a correggere gli errori presenti nelle sitemap? Per prima cosa, è necessario scavare in profondità il motivo per cui si sono verificati gli errori. Potrebbe potrebbe essere un semplice errore di battitura che sta causando problemi alle vostre pagine. Dopo trovare gli errori nelle sitemap, è possibile correggerli in modo che il sito web possa iniziare a comparire nell'indice di ricerca di Google.

Ecco un elenco degli errori di progettazione più comuni riscontrati in Google Search Console.

  • Elementi troppo vicini - Se i pulsanti cliccabili sul vostro sito sono troppo ingombranti, tornate al vostro sito web. sito sono troppo ingombranti, tornate all'editor del sito e date loro più spazio. un po' più di spazio bianco e di spazio.

  • Problemi di contenuto/schermo - Eliminate lo scorrimento orizzontale sul vostro sito web. sito web. In questo modo i contenuti rimarranno uniformi e precisi in tutto il sito. in tutto il sito.

  • Il viewport non è impostato - Assicuratevi che tutte le pagine abbiano il tag meta viewport. Questo vi permette di regolare le dimensioni del sito in base ai dispositivi utilizzati dai visitatori.

Durante la configurazione del sito web, correggete i problemi di progettazione per aiutare gli utenti a navigare all'interno della pagina. In questo modo, la vostra pagina si posizionerà più velocemente, e i visitatori avranno maggiori probabilità di convertire.

Utilizzo dello strumento di rimozione

La scheda Rimozioni di Google Search Console è utilizzata per rimuovere i link duplicati dal vostro sito web. link duplicati sul vostro sito web. Nel corso della vostra carriera di SEO, vi capiterà di avere un cliente che che sta soffrendo a causa di contenuti duplicati o poco significativi. Con questo strumento è possibile è possibile rimuovere gli attributi in eccesso e aiutare la pagina a classificarsi più velocemente. È diviso in tre sezioni.

Contenuto obsoleto

Nella scheda Contenuti obsoleti è possibile visualizzare le richieste di rimozione dei contenuti avanzate dal pubblico. dal pubblico. È qui che i visitatori del sito chiederanno di modificare i link attuali. i vostri link attuali. Ogni visitatore può quindi suggerire aggiornamenti se le informazioni giuste non sono disponibili. È possibile vedere i contenuti obsoleti entro un intervallo di sei mesi.

Filtro SafeSearch

Il filtraggio SafeSearch è uno strumento utilizzato per determinare la differenza tra contenuti contenuti standard e contenuti per adulti. Utilizzatelo per filtrare i vostri contenuti e e fornire una maggiore precisione nel sistema di indicizzazione di Google.

Rimozioni temporanee

Volete rimuovere rapidamente i link indesiderati? Provate la scheda Rimozioni temporanee Questa funzione consente di rimuovere temporaneamente i link per un periodo di 6 mesi. Questa funzione consente di rimuovere temporaneamente i link per un periodo di 6 mesi. per un periodo di 6 mesi. L'elaborazione della richiesta di rimozione richiede un giorno e dura fino a 6 mesi. fino a 6 mesi.

È possibile bloccare gli URL non corretti con un errore 404 o con il robots.txt. Inoltre, è possibile utilizzare la scheda rimozioni per rimuovere l'URL memorizzato nella cache e rimuovere lo snippet della descrizione della pagina. lo snippet della descrizione della pagina. Non apporterà alcuna modifica finché Google non effettuerà alcuna modifica fino a quando Google non effettuerà nuovamente la scansione della pagina.

Cos'è il Rapporto sull'usabilità mobile?

Da quando sono stati inventati i siti web per dispositivi mobili, i visitatori possono vedere il vostro sito attraverso più dispositivi. Tuttavia, i siti per dispositivi mobili possono essere difficili da gestire perché il design e il layout del sito sono diversi da quelli dei siti desktop. desktop.

Con il Rapporto sull'usabilità dei dispositivi mobili, potrete vedere quali sono i problemi di sviluppo e di design problemi di sviluppo e progettazione che si verificano sulla vostra pagina mobile.

Ciò che all'inizio era una grande strategia di web design può trasformarsi in un'interfaccia un'interfaccia non cliccabile e confusa per il visitatore. Le pagine mobile che sono mal progettate hanno una frequenza di rimbalzo più alta e zero contatti. Un sito web mal sito web mal progettato porta all'assenza di clienti e a un basso traffico organico.

Come verificare il dominio del sito web con Google Search Console

Prima di poter utilizzare GSC per il vostro sito web, dovete prima verificarlo. Il dominio del sito web deve essere verificato in modo che il software di GSC possa tracciarlo correttamente. correttamente. Per prima cosa, accedere a Google Search Console e premere "Aggiungi proprietà". Proprietà". Quindi, selezionate "Dominio" e digitate il nome di dominio del vostro sito.

Dopo aver scritto il nome di dominio, fare clic su "Continua" e copiare il record TXT di verifica del dominio. verifica del record TXT del dominio. Andate sul sito di hosting del vostro sito preferito e aggiungere il record TXT, il nome del dominio e il TTL. Infine, accedere a Google Search Console e fare clic su "Verifica". Search Console e fare clic su "Verifica".

Potrebbe essere necessario del tempo prima che i record DNS completino il processo di verifica. processo di verifica. In media, ci vorranno circa 2-3 minuti. Dopo alcuni minuti, il vostro dominio sarà verificato con successo!

Esempi di Google Search Console?

Ecco alcuni scenari specifici:

Comprendere i cali di prestazioni

Quando si ha un sito web, ci saranno momenti in cui si dovranno misurare le prestazioni. le prestazioni. In realtà, i vostri utenti potrebbero mostrare delle lacune nelle interazioni man mano che mesi. Mentre il vostro sito web può avere 100 clic a gennaio, il totale dei clic può scendere a 50 a febbraio.

Come risolvere questo problema?

Iniziate a controllare le varie dimensioni per determinare cosa ha causato la variazione dell'attività degli utenti. nell'attività degli utenti. A volte le prestazioni possono essere modificate a causa di problemi di dispositivi, cali di ranking delle parole chiave o un cambiamento nel paese specifico.

SUGGERIMENTO: è possibile creare un confronto tra due intervalli di tempo per vedere i cambiamenti tra un periodo precedente e il periodo scelto. tra un periodo di tempo precedente e il periodo di tempo scelto. Vai all'inizio Filtro \> Data \> Confronto e selezionare le date desiderate.

Come determinare l'ottimizzazione del CTR?

Conoscere il tasso di click-through è un ottimo modo per misurare la qualità della delle campagne pubblicitarie PPC. Il tasso di clic determina il tasso di clic degli utenti sui vostri annunci PPC. cliccano sui vostri annunci PPC.

Formula:

  • (Totale clic sugli annunci) / (Totale impressioni degli utenti) = Tasso di passaggio dei clic

In media, un tasso di click-through ragionevole si aggira intorno allo 0,35% per il display e 1,91% per la ricerca. Tuttavia, la vera percentuale da misurare è in funzione del settore a cui si sta cercando di rivolgersi.

Grazie a Google Search Console, è possibile vedere le query più performanti con query più performanti con basse percentuali di clic. Nella maggior parte degli scenari, è possibile aumentare il CTR creando una meta descrizione o un tag migliore che si posiziona nella query di ricerca.

Trovate le parole chiave che si classificano facilmente

Quando si utilizza GSC, si noteranno alcune parole chiave che potrebbero non essere ottimizzate. Ecco come trovare le parole chiave che possono migliorare la SEO del sito. Andare alla tabella delle dimensioni e utilizzare un filtro per trovare le query di ricerca per le quali il vostro sito si sta posizionando.

Successivamente, passare alla scheda Pagine per visualizzare le parole chiave che si posizionano sulla pagina. pagina. Cercate di migliorare la pagina attuale che contiene la parola chiave. In alternativa, è possibile creare un nuovo contenuto che utilizzi la parola chiave. parola chiave.

Prestazioni dei dispositivi desktop e mobili

Non tutti gli utenti di un sito web sono uguali.

Hanno dispositivi e metodi diversi per visualizzare il vostro sito. Con Google Search Console, è possibile misurare la differenza tra le prestazioni dell'utente desktop rispetto a quello mobile. Dopo aver ricevuto i dati relativi agli utenti utenti desktop e mobili, è possibile prendere decisioni per ottimizzare ulteriormente ottimizzare il vostro sito.

Vantaggi dell'uso di Google Search Console

Che siate proprietari di un sito web, marketer o CEO della vostra azienda, GSC è fondamentale per monitorare la vostra visibilità su Google Search. Ma c'è molto di più molto di più che questo strumento offre. Ecco alcuni dei vantaggi:

Messaggistica del sito web

I siti web possono presentare problemi nascosti quando sono in uso. Non sarebbe bello se se Google vi inviasse degli avvisi quando si verificano questi problemi del sito web? Con GSC, il sistema vi invierà messaggi quando i crawler delle vostre pagine sono inattivi.

Con la funzione di messaggistica del sito web di GSC, potete conoscere i potenziali problemi prima che diventino un problema grave. Consente di creare messaggi e di ricevere le notifiche nella vostra e-mail.

Dopo aver ricevuto le notifiche relative al sito web, è importante loro. È facile ignorare l'aggiornamento delle notifiche, ma si tratta di importanti miglioramenti che devono essere apportati al vostro sito web.

Traffico di ricerca organica

È possibile utilizzare GSC per migliorare il traffico di ricerca organico. Il traffico di ricerca organico è il traffico guadagnato quando un utente entra nel vostro sito. I dati sul traffico è un buon modo per valutare le vostre iniziative di marketing e il vostro sito web.

Quando si creano regolarmente contenuti per il sito web, è possibile utilizzare i dati sul traffico di ricerca organica per misurare i risultati e vedere se sono correlati. dati sul traffico di ricerca organica per misurare i risultati e vedere se sono correlati al al ROI effettivo. Attraverso Google Search Console, è possibile misurare il traffico attraverso intervalli di tempo prolungati.

Indice delle prestazioni SEO

Google Search Console dispone di una funzione di analisi di ricerca che aiuta a vedere come il vostro sito appare nei risultati di ricerca di Google. Questo vi permette di di visualizzare il traffico organico e a pagamento e di vedere da dove proviene da dove provengono.

Inoltre, imparerete quali sono le pagine con il miglior CTR e quali sono le query di ricerca effettuate tramite ricerche effettuate tramite smartphone. La sezione Search Analytics è una delle delle funzioni più popolari di GSC. Questo strumento aiuta gli esperti di marketing a valutare le prestazioni di ricerca del proprio sito web e apportare le modifiche necessarie.

Comprendendo quali sono le pagine e le query di ricerca che producono il maggior numero di conversioni, è possibile concentrarsi su ciò che sta già funzionando e rimuovere i metodi metodi che non funzionano. Inoltre, sapere quali sono le query effettuate via smartphone vi dà la possibilità di concentrare gli sforzi su ciò che funziona e di interrompere i processi che non portano processi che non producono conversioni adeguate.

Dal momento che le query di ricerca degli utenti avvengono tramite smartphone, è possibile utilizzare i dati per migliorare l'esperienza dell'utente mobile. i dati per migliorare l'esperienza dell'utente mobile sulle pagine del vostro sito. Consultate la scheda "Traffico di ricerca" a destra della dashboard.

Utilizzate l'indice di Google

L'indice di ricerca di Google viene utilizzato per aiutare gli utenti a trovare informazioni importanti sul vostro sito. È basato su un algoritmo perché Google utilizza dei crawler web (spider web) per visualizzare le informazioni del vostro sito.

Quando è in uso, il crawler visita la vostra pagina web e raccoglie informazioni. I dati trovati vengono convertiti nell'indice di Google.

GSC consente agli utenti di determinare quali pagine web sono presenti nell'indice di Google. Questo strumento consente di determinare quali pagine web compaiono nei risultati di ricerca di risultati di ricerca di Google. Inoltre, è possibile utilizzare Google Search Console per monitorare i link che non si desidera vengano indicizzati.

Grazie a queste informazioni, è possibile utilizzare i rapporti di Google Index per rimuovere gli URL indesiderati dal sito. gli URL indesiderati dal vostro sito. Questo rapporto mostrerà le risorse e le parole chiave bloccate. risorse bloccate e le parole chiave del contenuto. Con queste informazioni, è possibile correggere risorse indesiderate sul sito e aumentare l'utilizzo delle parole chiave del contenuto. dei contenuti.

Integrazione con Google Analytics

Sapevate che Google Search Console può essere integrata con Google Analytics? Analytics? La presenza di entrambe le piattaforme vi aiuterà a potenziare i vostri sforzi di analisi. di analisi. In questo modo è possibile vedere le informazioni di Google Search Console nei rapporti di Google Analytics. Di conseguenza, avrete tutti i vostri dati in un unico posto. in un unico luogo.

È preferibile utilizzare sia Google Analytics che Google Search Console in insieme. GA visualizza il numero totale di query di ricerca, mentre GSC fornisce le informazioni più critiche trovate sul sito. le informazioni più critiche trovate sul vostro sito. Google Analytics vi dirà se gli utenti del vostro sito web stanno convertendo, Google Search Console vi fornirà informazioni sul perché. Search Console vi fornirà informazioni sul perché. Ogni campagna di marketing di successo campagna di marketing di successo utilizza entrambe le piattaforme, rendendo così l'integrazione una una cosa bellissima.

Come si collegano GSC e Google Analytics?

  • Accedere alla dashboard di GSC e scegliere il sito che si desidera collegare.

  • Selezionare l'icona dell'ingranaggio nell'angolo in alto a sinistra.

  • Fare clic sulla "Proprietà Google Analytics" a cui si desidera inviare i dati GSC. a.

  • Selezionare l'account Google Analytics e fare clic su "Salva".

Nella prossima sezione approfondiremo il tema di Google Analytics. Sia con Google Search Console e Google Analytics, avrete a disposizione gli strumenti di SEO e di strumenti di analisi necessari per prendere decisioni basate sui dati dell'attività degli utenti. attività degli utenti.

Capitolo II - Che cos'è Google Analytics?

Google Analytics è uno strumento gratuito utilizzato per monitorare il coinvolgimento degli utenti sul vostro sito web. sito web. Ogni volta che un utente interagisce con il sito, Google Analytics traccia e riporta i dati nel suo software.

Sebbene Google Analytics sia un potente strumento di reportistica web, per i principianti è molto molto travolgente. Quando si apre un account GA, si noteranno molte schede e rapporti e rapporti visualizzati proprio di fronte a voi.

Non preoccupatevi! L'impostazione di Google Analytics non è difficile. È necessario aggiungere un codice di monitoraggio alla sezione %3Cbody%3E della vostra pagina web.

Se è la prima volta che utilizzate Google Analytics, procedete un passo alla volta. Dopo aver utilizzato e sperimentato i dati, si prenderà confidenza con la piattaforma. piattaforma.

Google Universal Analytics vs. Google Analytics 4

Google Analytics si divide in due versioni diverse. Sviluppato nel 2012, Google Universal Analytics (UA) è la versione "classica".

Pur disponendo di una buona reportistica e di un buon tracciamento dei dati, sta iniziando a diventare diventare obsoleta. I dati elaborati in UA non vengono inviati a un algoritmo di apprendimento automatico. algoritmo di apprendimento automatico. Google Analytics 4 consente di tracciare i dati siti web e dalle app mobili, il che gli conferisce un vantaggio rispetto alla versione precedente. versione precedente.

Se attualmente si utilizza Google UA, è possibile trasferire i propri dati in Google Analytics 4. Per farlo, accedere alla scheda Admin, selezionare la voce "Google Analytics". Google Analytics 4. Per farlo, andate nella scheda Admin, selezionate la Property e poi selezionate GA4 Setup Assistant. Proprietà e selezionare Assistente configurazione GA4. In questo modo è possibile collegare i dati UA a GA4.

Google Analytics 4 è stato presentato nel 2020. Uno dei suoi principali vantaggi risiede nell'algoritmo di nell'algoritmo di apprendimento automatico. I dati di conversione su GA4 possono essere inviati a un algoritmo di apprendimento automatico che fornisce migliori raccomandazioni per il vostro sito. È ancora possibile utilizzare UA, ma è meglio GA4 sulle vostre pagine, in modo da poter utilizzare le ultime funzioni analitiche di Google. di Google.

Dati di Google Analytics

I dati sono presentati in diversi modi in Google Analytics. Dopo aver creato un account Google Analytics, si accede al cruscotto Home.

La home dashboard fornisce una panoramica di base dell'attività degli utenti sul sito. sito. Per maggiori dettagli, sono disponibili cinque diverse categorie che forniscono dati specifici. Sono tutte situate nelle schede di sinistra,

Tempo reale

I dati in tempo reale sono misurati in diretta. Mostreranno solo i dati dell'attività dell'utente degli utenti negli ultimi 30 minuti. Se state pianificando il lancio di un sito, dati in tempo reale sono precisi nel tracciare chi interagisce con il vostro sito. sito.

Coinvolgimento

Conosciuta in precedenza come scheda comportamento, Engagement misura il modo in cui gli utenti interagiscono con il vostro sito web. La scheda Panoramica mostra quali eventi eventi che sono stati attivati quando sono entrati nella vostra pagina di destinazione. Utilizzate questa scheda per vedere come si comportano i vostri visitatori e prendere decisioni basate sui dati per aumentare il loro coinvolgimento.

Monetizzazione

Avete in programma una campagna a pagamento? La scheda Monetizzazione mostra come i visitatori aumentano i guadagni della pagina. Per le campagne di e-commerce campagne di e-commerce, questa scheda vi servirà per determinare quali prodotti i vostri clienti preferiscono.

Ritenzione

La scheda Ritenzione descrive la capacità di trattenere gli utenti sul sito. sito. Con la fidelizzazione degli utenti, si vuole vedere quali date hanno mostrato un vuoto di attività. Individuando queste lacune e migliorando la pagina, si potrà aumentare il tasso di fidelizzazione degli utenti in tutto il sito.

Demografia degli utenti

La sezione demografica degli utenti fornisce una suddivisione degli utenti del vostro sito web per sesso ed età. Per esempio, supponiamo di avere una campagna Facebook Ads che fa sì che gli utenti facciano clic sul vostro sito web.

La scheda demografica mostra le fasce d'età degli utenti e ci si rende conto che la fascia d'età 18-24 anni ha il maggior numero di conversioni. Di conseguenza, utilizzerete i vostri futuri annunci per puntare ai 18-24enni e massimizzare le vostre campagne.

Segmentazione dei dati

Con Google Analytics è possibile suddividere i dati in diverse parti. La segmentazione dei dati consente di separare gli utenti in segmenti più specifici (ad esempio, paese, dispositivo, ecc.). segmenti più specifici (ad esempio, paese, dispositivo, ecc.).

Intervallo di date

L'intervallo di date confronta i dati di una data iniziale e di una data finale. Se è la prima volta che si utilizza Se è la prima volta che si utilizza uno strumento di analisi, l'intervallo di date è un ottimo modo per trovare dati storici sulle interazioni sul sito. Visualizzando i dati in diversi intervalli di tempo, è possibile capire meglio come viene utilizzato.

Ricerca su ####

È un'opzione semplice che aiuta a trovare i risultati più velocemente.

Dimensione secondaria

Come suggerisce il nome, la dimensione secondaria viene aggiunta a una dimensione primaria in un report primaria in un report di dati.

Rapporti di Google Analytics 4

Sebbene Google Analytics disponga di una serie complessa di tipi di rapporti, in questa sezione ci occuperemo delle in questa sezione ci occuperemo delle nozioni di base.

Interazione utente pagina di visualizzazione

È necessario tenere traccia di ciò che gli utenti fanno con il vostro sito. Per farlo, andare su a Comportamento \> Contenuto del sito \> Tutte le pagine Il rapporto Tutte le pagine fornisce una chiara panoramica del comportamento degli utenti e di come il traffico viene Il rapporto Tutte le pagine offre una chiara panoramica del comportamento degli utenti e della quantità di traffico diretto alla vostra pagina. Questa funzione vi permette di vedere a cosa sono interessati gli utenti che quando visualizzano il vostro sito web.

Come visualizzare le interazioni della pagina principale

I primi 30 secondi sono importanti per qualsiasi pagina web. Per visualizzare le pagine pagine più performanti, andare a Comportamento \> Contenuto del sito \> Pagine di destinazione. Pagine**. Questo è un buon report quando si cerca di misurare quali pagine che ottengono il maggior numero di traffico e conversioni.

Come trovare le vostre migliori fonti di traffico

La pagina Acquisizione aiuta a determinare la provenienza dei nuovi visitatori del sito. visitatori del sito. Andare su Acquisizione \> Tutto il traffico per visualizzare queste informazioni. informazioni.

  • Fonte/Medio: Trovare la provenienza del traffico e la categoria categoria di provenienza (ad es. Facebook/organico, e-mail/organico).

  • Referral: Visualizza le pagine principali che rimandano gli utenti al vostro sito.

  • Canali: Visualizza la percentuale di traffico in base ai canali più comuni.

Ad esempio, se avete notato un aumento del traffico organico. È possibile accedere al rapporto sorgente/mezzo e confrontare diversi periodi di tempo per vedere l'aumento di utenti più consistente rispetto al periodi di tempo per vedere l'aumento maggiore di utenti rispetto ai periodi precedenti. periodi precedenti.

Conoscere i visitatori

Google Analytics vi fornisce informazioni sui visitatori del vostro sito web. La posizione (Paesi) e i dati demografici (sesso, età) sono i modi migliori per determinare per determinare il tipo di persone che visitano il vostro sito.

Quali sono le metriche più importanti?

Di solito, questo dipende da ciò che il team di analisi sta cercando di di monitorare. Quando si fa analisi, si cerca di trovare la metrica più importante per il sito. importante per il vostro sito. Ecco alcune metriche che vengono monitorate tramite Google Analytics:

  • Obiettivi o risultati (conversioni)

  • Come i visitatori interagiscono con il vostro sito web (Comportamento)

  • Traffico del sito web (Acquisizione)

Metriche di acquisizione degli utenti

Sebbene la pagina di acquisizione sia la più utilizzata, alcuni termini confondono ancora i nuovi utenti.

  • Pageview: Ogni volta che un utente visita una pagina, Google Analytics la traccia come Google Analytics tiene traccia di questa visita come pagina visitata. Se il visitatore ha visto la stessa pagina più più volte, GA4 tiene comunque traccia della sua interazione.

  • Sessioni: Le sessioni sono il periodo di tempo in cui un utente naviga sul vostro sito. il vostro sito.

  • Utente: gli utenti sono persone che visitano la vostra pagina web. Gli utenti sono unici, significa che se un utente ripetitivo visita il sito, non sarà tracciato come un nuovo utente.

Durata della sessione

Quando un utente inizia una sessione sul vostro sito, GA tiene traccia della sua attività fino a quando non lascia la pagina. Tuttavia, non è una buona idea trarre grandi conclusioni sulla base di queste conclusioni basate su queste metriche.

Cos'è la frequenza di rimbalzo?

La frequenza di rimbalzo misura quanti visitatori del sito web hanno abbandonato la pagina senza compiere alcuna azione. Nella maggior parte dei casi, una bassa frequenza di rimbalzo è positiva in quanto significa che i visitatori continuano a guardare la pagina, ma non ci mettono molto a troppo a lungo per interagire con essa.

Cosa sono gli eventi?

Gli eventi sono interazioni dell'utente che possono essere tracciate attraverso Google Analytics. Analytics. Gli eventi vengono attivati quando un utente fa clic su un pulsante del sito o compie una qualsiasi attività. sito o compie una qualsiasi attività. In Google Analytics, è necessario impostare eventi per vedere come gli utenti si comportano sul vostro sito web o sulla vostra applicazione mobile.

Utilizzare gli eventi per tracciare l'interazione con gli utenti

Con gli eventi è possibile indicare a Google Analytics le attività che gli utenti utenti. È possibile creare eventi personalizzati per misurare le iscrizioni degli utenti, acquisti nel carrello, ecc. Dopo aver configurato gli eventi, i dati richiedono almeno 24 ore per essere visualizzati su Google Analytics.

Ma non limitatevi agli eventi personalizzati. Dovrete comunque tenere traccia di quali interazioni degli utenti che porteranno a conversioni. Per farlo, andare alla scheda Configurazione> Conversioni** e fare clic sull'evento che si desidera contrassegnare come conversione. contrassegnare come conversione.

Dopo aver creato un evento di conversione, i dati possono essere inviati all'algoritmo di apprendimento automatico di Google. algoritmo di apprendimento automatico di Google. Ciò è utile per le future campagne pubblicitarie, in quanto poiché si avranno le informazioni necessarie per indirizzare più rapidamente il pubblico. Per semplicità, creare 1-2 eventi di conversione sulle più importanti più importanti del vostro sito.

Capitolo III - Tracciamento delle classifiche

Cos'è il Rank Tracking?

Il Rank Tracking è un processo in cui vengono tracciati gli URL di una pagina web. Gli URL vengono tracciati per rilevare le tendenze degli utenti e capire l'impatto della personalizzazione SEO. personalizzazione. Si tratta di un modo per vedere come i vostri link in entrata e in uscita vengono visti nei risultati di in entrata e in uscita nei risultati di ricerca di Google.

L'utilizzo del rank tracking vi aiuterà a capire quali sono le strategie che possono migliorare il traffico organico e il posizionamento del sito, se siete proprietari di un sito web. In termini di Google Analytics e Google Search Console, il rank tracking è più facile da usare. utilizzare.

Il monitoraggio delle classifiche è importante per il flusso di lavoro di qualsiasi SEO marketer. Per monitorare delle posizioni delle parole chiave, è possibile utilizzare Google Search Console. Se avete intenzione di di utilizzare un software di monitoraggio del ranking di terze parti, ecco alcune funzioni da da prendere in considerazione:

  • Dati storici

  • Traffico organico

  • Posizioni delle parole chiave

  • Aggiornamenti giornalieri dei dati

  • Volumi di ricerca

Per le best practice, è necessario monitorare l'andamento delle posizioni delle parole chiave e vedere come influiscono sul traffico complessivo. Esaminate i dati attuali e storici delle posizione delle parole chiave e i dati storici e apportare eventuali modifiche se si nota un se notate un calo nel comportamento degli utenti.

Capitolo IV - Migliori pratiche di analisi

Prima di iniziare un progetto di analisi, ecco alcune best practice:

Inviare rapporti settimanali sui dati

Prendetevi il tempo necessario per creare dei report a partire dai dati che avete visto. Il resto del marketing può utilizzare questi dati per ottenere informazioni approfondite sui informazioni approfondite sui loro utenti. Quando condividete i report, aggiungete spiegazioni sui punti di dati e sulle informazioni e le informazioni che potrebbero confonderli.

Comprendere il contesto dei vostri dati

Quando lavorate con uno strumento di analisi, pensate come un detective. Si vorrà trovare la causa principale di un problema che potrebbe influire sul coinvolgimento degli utenti del vostro sito. coinvolgimento degli utenti.

Ad esempio, ci possono essere ragioni interne ed esterne che spiegano il calo dell'attività degli utenti. calo dell'attività degli utenti.

  • Interruzione del sito web o problemi tecnici

  • Vengono tracciate metriche sbagliate

  • Errori nello strumento di monitoraggio del ranking

Quando si utilizzano Google Search Console, Google Analytics e un rank tracker, si avranno più informazioni utili sul loro comportamento e sui dati demografici.

Inviare avvisi

Quando si lavora con i dati, è sempre bene essere avvisati di drastiche cambiamenti drastici nell'attività degli utenti. La maggior parte degli strumenti analitici dispone di una funzione che invia avvisi via e-mail se si verificano determinate condizioni. Gli avvisi via e-mail sono un un ottimo modo per tenere sotto controllo i dati senza dover guardare continuamente le tabelle di dati. tabelle.

Creare un piano di misurazione

Prima di iniziare qualsiasi progetto di analisi, è necessario creare un piano di misurazione. di misurazione. Ponete al vostro team di marketing le seguenti domande:

  • Quali metriche stiamo cercando?

  • Quali interazioni degli utenti possono essere trasformate in eventi personalizzati?

  • Quale intervallo di date stiamo cercando di misurare?

Creare quindi un foglio Excel per un'ulteriore organizzazione. In questo foglio è possibile di metriche che si intende monitorare e il loro stato attuale. stato di avanzamento. In questo modo si garantisce che le metriche più importanti vengano importanti e darà agli utenti non tecnici un'idea di ciò che si sta facendo.

Indagine sui visitatori del sito

Il modo migliore per ottenere un feedback è parlare con gli utenti che hanno visitato la vostra pagina web. pagina web. Potete chiamarli per chiedere loro quali sono stati i motivi che li hanno spinti a vedere la pagina pagina e che cosa deve essere modificato. La ricerca di testimonianze testimonianze degli utenti aumenta anche la fidelizzazione degli utenti, in quanto i visitatori del vostro sito sono più probabilmente torneranno.

Quando fate un sondaggio, mantenete le domande aperte. Cercate di guidarli navigazione del sito e vedere quali sono le loro intuizioni. Sondando i visitatori sondaggio dei visitatori, si otterrà un feedback analitico di prima mano e e ulteriori modi per migliorare le classifiche della vostra pagina.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker