La nostra guida completa ai reindirizzamenti SEO

  • Felix Rose-Collins
  • 19 min read
La nostra guida completa ai reindirizzamenti SEO

Indice

Le basi del reindirizzamento degli URL

Reindirizzare le pagine web con successo

Quando si reindirizza qualcuno, lo si inoltra essenzialmente a un altro URL, soprattutto se il primo non è disponibile. URL, soprattutto se il primo non è disponibile. Utilizzando un reindirizzamento, è possibile rendere l'esperienza dell'utente più fluida. Invece di far sapere che qualcuno sappia che una pagina non è più disponibile, verrà reindirizzato, consentendo loro di passare facilmente da una pagina all'altra.

Un problema con i reindirizzamenti è che sono in grado di influenzare più del semplice modo in cui i visitatori vedono il vostro sito. Un reindirizzamento può influire sulla strategia SEO del sito e sull'usabilità del sito stesso.

Se lavorate nel settore SEO, dovreste conoscere il funzionamento interno dei redirect. reindirizzamenti. Saperli utilizzare in modo corretto renderà più facile ottenere link autorevoli, traffico e posizioni in classifica.

Per questo motivo, abbiamo creato questa guida.

In questa guida esploreremo aspetti quali: cosa sono i reindirizzamenti, come funzionano, quando è opportuno usarli e perché, i vari tipi di reindirizzamento. come funzionano, quando è opportuno usarli e perché, i vari tipi di redirect, quando si usano e quando non si usano, oltre ad alcuni errori comuni e consigli. errori comuni e suggerimenti.

Alla fine della guida, abbiamo creato una FAQ per consentirvi di risolvere alcuni dei problemi più comuni. risolvere alcuni dei problemi che si possono incontrare quando si usano i reindirizzamenti. i reindirizzamenti.

Tuttavia, cominceremo con le nozioni di base prima di addentrarci in argomenti più argomenti più complicati.

Cosa sono i reindirizzamenti?

Quando si imposta un reindirizzamento, si collega essenzialmente un vecchio URL che potrebbe non funzionare con uno che lo sostituisce. Si può fare facilmente con un po' di codice (vi daremo maggiori dettagli più avanti), ma di solito questo viene fatto da un webmaster che determina le specifiche del della connessione e delle persone che stanno cercando di accedere alla pagina.

Il reindirizzamento abituale è relativamente semplice e si presenta come un comando del browser o del server che inoltra una persona da una pagina a un'altra.

Ecco un esempio di codice di reindirizzamento che sposta in modo permanente le persone che cercano di accedere alla pagina 1 di un sito a pagina 2:

301 redirect - https://www.mysite.com/page1.html a https://www.mysite.com/page2.html

Questo tipo di comando permetterà a qualsiasi visitatore che si dirige verso la pagina 1 di direttamente alla pagina 2 invece di doverla raggiungere manualmente. verso di essa.

Analizzeremo questi elementi e il codice più avanti, per cui non preoccupatevi se non siete esattamente a conoscenza di tutti gli aspetti specifici.

Quando si usano i reindirizzamenti?

Ci sono alcuni casi in cui è necessario utilizzare i reindirizzamenti, tra cui quando una pagina è inaccessibile in modo permanente o temporaneo, anche se ci sono altri motivi per usare un reindirizzamento.

Una cosa da tenere a mente è che un reindirizzamento può influenzare l'esperienza dell'utente utente e sul modo in cui il motore di ricerca trova il sito, soprattutto se il contenuto è stato spostato.

Se si crea un reindirizzamento con l'intento di aiutare i visitatori, si potrà visitatori, sarete in grado di mantenere una buona esperienza per loro. Ad esempio, un reindirizzamento permetterà all'utente di raggiungere la pagina che sta cercando senza dover un 404 e trovare da solo la pagina desiderata. Questo permette al webmaster di mantenere l'esperienza fluida.

D'altro canto, i reindirizzamenti utilizzati con l'obiettivo di garantire che i motori di ricerca motori di ricerca possano trovare le pagine, assicurano che i crawler non debbano attraverso collegamenti interni e URL non funzionanti. Questo permette al motore di ricerca di di risparmiare il budget destinato al crawling alla ricerca di contenuti interrotti, raggiungendo invece più rapidamente i contenuto vivo più velocemente.

Analizzeremo più in dettaglio ciò che abbiamo menzionato sopra, ma iniziamo con alcuni esempi di utilizzo dei reindirizzamenti.

Esempi di utilizzo dei reindirizzamenti

  • Se il vostro sito è in fase di migrazione, dovrete reindirizzare le pagine dal dal vecchio sito alle nuove controparti sul nuovo dominio.

  • D'altra parte, è possibile utilizzare un reindirizzamento per unire due siti web insieme. In questo caso, gli URL possono essere reindirizzati da ciascuno dei due siti nell'unico dominio che si sta creando.

  • Se avete un negozio che ha prodotti non disponibili, prodotti non disponibili, fuori produzione o esauriti, è necessario reindirizzare i link ai prodotti a prodotti alternativi, in modo che i clienti sappiano quale sia l'alternativa migliore. clienti sappiano quale sia l'opzione migliore.

  • Se avete una pagina stagionale, ad esempio una pagina progettata per il Black Friday, e di solito è vuota. Black Friday e di solito è vuota quando non viene utilizzata, è possibile reindirizzare temporaneamente queste pagine, in modo da far continuare le persone a ad altre pagine e risorse, riattivando le pagine quando sono di nuovo necessarie.

  • Se state eliminando contenuti o vecchie pagine che non utilizzate più, è opportuno reindirizzare gli URL ad altre pagine. In questo modo si assicura che non perdere il valore SEO delle risorse che si stanno reindirizzando. reindirizzamento.

I vari tipi di reindirizzamento

Abbiamo esaminato diversi tipi di reindirizzamento e ognuno di essi presenta alcune differenze. ognuno di essi presenta alcune differenze. Alcuni di questi reindirizzamenti funzionano permanentemente, mentre altri inoltreranno solo temporaneamente i visitatori a un un altro URL.

In altri casi, un reindirizzamento può essere applicato all'intero contenuto di un sito web, mentre altri influenzeranno solo risorse specifiche.

Vediamo tutti i tipi di reindirizzamento disponibili.

I reindirizzamenti si dividono in due tipi diversi:

  • I reindirizzamenti lato server, che provengono dal server e sono caratterizzati da codici di stato 30x

  • Reindirizzamenti lato client che si attivano quando un file viene richiesto da un browser. da un browser; questi includono i reindirizzamenti javascript e il meta refresh

Reindirizzamenti lato server

Un reindirizzamento lato server è quello che avviene a livello di server. Quando il server riceve una HTTP per un file, il server risponde con un particolare codice. con un codice particolare. Questo indica se sarà permanente o temporaneo.

Esistono diversi reindirizzamenti lato server, i più comuni dei quali sono sono i più comuni:

Reindirizzamenti 301

I redirect 301 sono redirect che reindirizzano l'utente in modo permanente. Essi essenzialmente spostano l'utente da un URL all'altro. Questi reindirizzamenti sono cruciali se si vuole mantenere la SEO.

Questi reindirizzamenti sono permanenti perché sono progettati per far sapere al motore di ricerca che l'URL originale è inutilizzabile e che è stato è stato sostituito in modo permanente dalla nuova pagina.

Con questa informazione, Google sarà in grado di sostituire il primo URL nell'indicizzatore con il nuovo URL, indicato dal redirect. indicizzatore con il nuovo URL, indicato dal reindirizzamento.

Spesso questo tipo di reindirizzamento assegna anche la link equity dell'URL originale alla nuova pagina. URL originale alla nuova pagina.

Quando si usano i reindirizzamenti 301?

Se si desidera mantenere le classifiche, il traffico e i link di una pagina pur eliminare definitivamente la pagina e sostituirla con un'altra, si utilizza un reindirizzamento 301.

Esempi di utilizzo del reindirizzamento 301

  • Se si sta cercando di passare da un dominio a un altro senza soluzione di continuità, utilizzare un reindirizzamento 301.

  • Se i visitatori raggiungono il sito da una serie di URL diversi. Se Se avete una serie di opzioni diverse, dovrete assicurarvi che che una delle opzioni sia canonica o preferita. A questo punto, reindirizzamenti 301 vi permetteranno di spostare il traffico dagli altri URL a quello preferito. a quello preferito.

  • Se si stanno unendo due siti e si vuole essere sicuri che che i link obsoleti vadano alle pagine giuste.

  • 404 e pagine non funzionanti

  • Eliminare i problemi di contenuto duplicato

Quando non si usano i reindirizzamenti 301?

Se si prevede di pubblicare di nuovo il contenuto originale sull'URL in futuro, dovreste evitare di utilizzare i reindirizzamenti 301.

Ecco alcuni esempi di casi in cui si può evitare di usare il reindirizzamento 301. reindirizzamento 301:

  • Se state ospitando un prodotto stagionale

  • Se un prodotto è temporaneamente esaurito

  • Se avete una landing page per un'offerta speciale temporanea

  • Geotargeting

  • Test A/B

  • Targeting per dispositivo

Qual è l'impatto SEO di un reindirizzamento 301?

Uno degli aspetti migliori dei reindirizzamenti 301 è che possono aiutare a mantenere il valore SEO. In questo modo è possibile trasferire il PageRank della pagina originale pagina originale a quella che si sta sostituendo. In questo modo Questo assicura che non si perda autorità quando si reindirizza il contenuto originale. contenuto originale.

Prima di iniziare a lavorare con il redirect, è necessario assicurarsi che il modulo RewriteEngine sia attivato. È possibile attivarlo utilizzando il codice seguente:

<ifmodule mod_rewrite.c="">
  RewriteEngine On
</ifmodule>

Implementare i reindirizzamenti 301

Per implementare uno di questi reindirizzamenti, si dovrà semplicemente specificare cosa nel file .htaccess nella cartella principale del server. Esistono due modi diversi per scrivere il codice, come viene illustrato di seguito. di seguito.

RedirectMatch 301 /vecchio/ /nuovo/

La prima parte del codice definirà il tipo di reindirizzamento che si sta redirect 301 o redirectpermanente. Dopodiché, si aggiungerà lo slug del vecchio URL. Non è necessario utilizzare l'URL completo, perché il comando sarà nel server radice del dominio.

Successivamente, si dovrà aggiungere l'URL completo della destinazione del reindirizzamento.

Quando si reindirizza una singola cartella a una nuova posizione, si usa il seguente comando:

RewriteRule ^/?old/(.\*)$ /new/$1 [R,L]

Se si reindirizzano pagine sullo stesso dominio, è necessario fornire l'URL completo della destinazione. fornire l'URL completo della destinazione.

302 Reindirizzamenti

Se si sta cercando di inoltrare temporaneamente il traffico verso un nuovo URL, un un reindirizzamento 302 vi permetterà di farlo. In questo modo si assicura che gli utenti non saranno in grado di accedere a una pagina specifica per un breve periodo di tempo. 302 implica che il file stesso è stato spostato all'URL solo temporaneamente.

Quando si usano i reindirizzamenti 302?

Se si vuole utilizzare uno di questi reindirizzamenti, di solito è bene assicurarsi di voler rendere la destinazione originale non disponibile per per un breve periodo di tempo e di renderla nuovamente attiva. Ecco le circostanze in cui si desidera farlo:

  • Geotargeting

  • Test A/B

  • Se si desidera reindirizzare gli utenti in base ai dispositivi mobili o desktop

  • Creare un reindirizzamento per le pagine che sono offerte speciali o momentaneamente esaurite

Quando non si usano i reindirizzamenti 302?

Se si sta spostando una pagina in modo permanente, è consigliabile usare i reindirizzamenti 301 anziché 302.

Implementare i reindirizzamenti 302

I 301 e i 302 funzionano in modo molto simile in termini di implementazione. L'unica differenza è il codice di risposta da usare, sostituendo il 301 con un 302 per indicare che il reindirizzamento è temporaneo. 301 con un 302 per indicare che il reindirizzamento è temporaneo. Ecco un esempio:

RedirectMatch 302 /vecchio/ /nuovo/

Qual è l'impatto SEO di un reindirizzamento 302?

A causa della natura temporanea di questi reindirizzamenti, non si otterrà l'autorità della pagina originale nella nuova pagina. autorità di pagina dalla pagina originale a quella nuova. Questo assicura che la pagina originale non perda link o autorevolezza e che i motori di ricerca motori di ricerca considereranno entrambe le pagine separate.

303 Reindirizzamenti

Un 303 è molto simile a un reindirizzamento 302, con alcune differenze fondamentali. Ciò che dice che la pagina a cui si è tentato di accedere è stata sostituita da un'altra pagina. da un'altra pagina.

Tenete presente che c'è una differenza fondamentale tra questi due reindirizzamenti. Per esempio, non è possibile memorizzare nella cache il reindirizzamento 303, il che significa che non verrà visualizzato dal motore di ricerca. Ad esempio, se si sta destinazione, è probabile che si voglia fare in modo che le pagine che queste pagine non vengano memorizzate nella cache.

Quando si usano i reindirizzamenti 303?

Se si utilizza un reindirizzamento 303, probabilmente è in molti dei casi in cui quando si usa un 302. Una cosa da considerare è che si dovrebbe usare un 303 se si intende cambiare la destinazione del reindirizzamento per un reindirizzamento temporaneo. reindirizzamento.

Quando non si usano i reindirizzamenti 303?

Se si sta cercando di reindirizzare qualcosa in modo permanente, allora non si dovrebbe mai utilizzare un 303.

Qual è l'impatto SEO di un reindirizzamento 303?

Un reindirizzamento 303 non ha alcun impatto sulla SEO perché non inoltra link interni o l'autorità della pagina e non può essere memorizzato nella cache dei motore di ricerca.

307 Reindirizzamenti

Questo tipo di reindirizzamento è un'altra forma di reindirizzamento temporaneo che presenta alcune differenze fondamentali rispetto alle altre opzioni. differenze fondamentali rispetto alle altre opzioni. Viene comunemente utilizzato al posto di un 302 se il metodo di richiesta dell'URL di destinazione non è modificabile.

Ciò significa essenzialmente che il metodo POST sostituirà il metodo GET quando viene avviato il reindirizzamento.

Quando si usano i reindirizzamenti 307?

Si usano questi reindirizzamenti con le azioni del modulo che richiedono l'uso di uno un tipo specifico di reindirizzamento POST.

Quando non si usano i reindirizzamenti 307?

Poiché si tratta di un reindirizzamento temporaneo, è meglio evitare di usarlo se si vuole se si sta cercando di inoltrare il traffico in modo permanente da un URL a un altro.

Qual è l'impatto SEO di un reindirizzamento 307?

I reindirizzamenti 307 non hanno alcun impatto sulla SEO.

308 Reindirizzamenti

I 308 sono essenzialmente la versione permanente dei redirect 307. Il metodo di richiesta metodo di richiesta originale sarà usato quando il reindirizzamento è un redirect 308.

Quando si usano i reindirizzamenti 308?

Se si sta cercando di usare il metodo POST per spostare un sito estremamente complesso. complesso, questo metodo funzionerà molto meglio di molte altre scelte. scelte.

Quando non si usano i reindirizzamenti 308?

Si dovrebbe cercare di evitare di usare questo metodo se si rischia di avere problemi di problemi a causa della cache del sito.

Reindirizzamenti lato client

Questi reindirizzamenti non sono decisi dal server, ma si verificano nel browser ogni volta che cerca di accedere a un determinato file.

Questo significa che il reindirizzamento funziona meglio quando il webmaster non ha la possibilità di controllare o impostare il comportamento del server. capacità di controllare o impostare il comportamento del server. Ad esempio, se non si può accedere al file .htaccess, non sarà possibile specificare il tipo di redirect che si desidera di reindirizzamento che si desidera utilizzare.

Questi reindirizzamenti hanno alcuni svantaggi, tra cui il fatto che possono impatto negativo sulla SEO. Ad esempio, questi reindirizzamenti non sono supportati da tutti i browser. tutti i browser, il che può causare un errore. Con questi reindirizzamenti, un motore di ricerca non passerà l'autorità della pagina alla pagina reindirizzata da quella originale. pagina reindirizzata da quella originale.

Un altro problema è che un reindirizzamento lato client di solito fa in modo che che il pulsante indietro non funzioni più, riportando l'utente direttamente all'URL reindirizzato. l'URL reindirizzato.

Ecco i tipi di reindirizzamento lato client che si possono incontrare:

Meta Refresh Redirect

Questo reindirizzamento inoltra il browser a una destinazione alternativa quando cerca di accedere a un file. quando tenta di accedere a un file e si trova nella sezione <HEAD> del file. quel file. Allo scadere di un certo numero di secondi, comunica al browser che deve aggiornare la pagina o caricare l'altro URL.

Questo è il layout del codice di reindirizzamento:

<meta http-equiv="refresh" content="0; url=http://site.com/other-url/" />

Uno dei modi più comuni in cui questi reindirizzamenti vengono utilizzati è quello di allontanare gli utenti dalle pagine utenti da pagine di passaggio che spesso sono più orientate al commercio più orientate al commercio rispetto alla pagina a cui l'utente stava cercando di accedere.

Tenete presente che questo va contro le linee guida di Google, e non senza ragione. Ecco perché si sconsiglia l'uso di questo tipo di reindirizzamenti:

  • Influenzano l'esperienza dell'utente perché la cronologia del browser dell'utente dell'utente conterrà la pagina originale, anche se l'utente non la vedrà. la vede.

  • Il browser dovrà elaborare l'URL originale e poi sia estrarlo e inizializzarlo in anticipo, prima che l'utente sia in grado di prima che l'utente sia in grado di vedere la pagina inoltrata.

Reindirizzamenti Javascript

Questi reindirizzamenti sono simili a un meta refresh, anche se presentano alcune differenze. differenze. La differenza più significativa è che il browser deve elaborare prima di passare all'URL successivo.

Come nel caso del meta refresh, il codice si trova nella sezione <HEAD> del file HTML. Ecco come si presenta:

<script>location.href='[<u>http://www.site.com/</u>](http://www.site.com/)';</script>

Quando si usano i reindirizzamenti Javascript?

Ci sono due casi comuni in cui si usa un reindirizzamento Javascript. Ad esempio ad esempio, se si vuole fare in modo che il reindirizzamento sia basato sul modo in cui un utente interagisce l'utente o se lo si vuole indirizzare in base al suo dispositivo. Ciò significa che il reindirizzamento porterà l'utente a una pagina ottimizzata per il dispositivo che che l'utente sta utilizzando.

Questi reindirizzamenti sono un po' più legittimi rispetto ai meta refresh. . Un altro caso d'uso è quello in cui si voglia portare un utente a un'altra pagina interna una volta effettuato l'accesso. Considerate il motivo per cui state se si vuole essere sicuri che il reindirizzamento sia conforme alle linee guida di Google. linee guida di Google.

Se si sta spostando il sito, si può potenzialmente usare un reindirizzamento Javascript ma è meglio usare un 301. Tuttavia, se non avete non si ha accesso al server del sito, anche questa è un'opzione valida.

Che impatto hanno i reindirizzamenti lato client sulla SEO?

Uno dei problemi principali di questi reindirizzamenti è che non informano perché il reindirizzamento sta avvenendo. Ciò significa che i motori di ricerca motori di ricerca non sono in grado di capire il reindirizzamento ai fini della SEO.

Quando utilizzare i reindirizzamenti URL

Anche se i due metodi sopra citati non sono strategie SEO standard, è possibile utilizzare i reindirizzamenti se si lavora in ambito SEO. strategie SEO, è comunque possibile utilizzare i reindirizzamenti se si lavora in ambito SEO. Ecco alcuni dei motivi più comuni per cui si può ricorrere a un redirect se si lavora in ambito SEO. redirect se si lavora in ambito SEO e alcuni esempi di utilizzo.

Lancio di nuovi siti web e migrazioni

Probabilmente saprete che la migrazione di un sito web è una sofferenza in termini di SEO e di dal punto di vista tecnico, se lo avete già fatto in passato.

Quando le cose vanno male, si finisce per perdere traffico, classifiche e potenzialmente conversioni. potenzialmente conversioni.

Stabilendo dei reindirizzamenti corretti, si può fare in modo che questo non perché Google è in grado di indicizzare il sito. Questo assicura che Google conosce la relazione tra i contenuti più recenti e quelli più vecchi e e aiuta a far passare i link dall'uno all'altro.

Ecco alcuni dei motivi più comuni per cui si utilizza un reindirizzamento durante la migrazione di un sito web:

  • Assicurarsi che il sito sia compatibile con SSL e migrare un URL da HTTP a HTTPS

  • Spostare la vecchia versione mobile del vostro sito su pagine responsive

  • Cambiare i domini

  • Modifica dell'architettura del sito

  • Modifica della suddivisione delle sezioni del sito in base alla struttura dell'URL

  • Sostituzione di vecchie pagine con nuove risorse di contenuto

In questi casi, vi troverete spesso a utilizzare reindirizzamenti 301 e 302, in base al tipo di reindirizzamento che si desidera effettuare.

Reindirizzamenti geolocalizzati

Se il vostro sito è destinato a visitatori di tutto il mondo, dovete essere sicuri che i contenuti contenuto sia pertinente alla località da cui provengono i visitatori. A reindirizzamento di geolocalizzazione può garantire che il contenuto sia corretto all'utente in base alle sue impostazioni linguistiche o alla sua posizione.

Una cosa da notare è che Google sconsiglia di utilizzare l'indirizzo IP dell'utente per il reindirizzamento. l'indirizzo IP dell'utente per reindirizzarlo.

Un altro problema è che il crawler potrebbe confondersi e non riuscire a indicizzare i contenuti. indicizzare i vostri contenuti. Google consiglia invece di utilizzare le impostazioni di Google Search Console e il ccTLD per capire da dove provengono gli utenti.

In questi casi, vi troverete spesso a utilizzare i reindirizzamenti 302.

Targettizzazione dei dispositivi

Questo è uno dei tipi di reindirizzamento più comuni che vengono utilizzati nei siti che hanno un sito separato per i visitatori mobili. Questo reindirizzamento individua il tipo di dispositivo che una persona sta utilizzando e quindi la reindirizza al sito sito adatto a loro.

Reindirizzamenti per PPC e marketing di affiliazione

Se state conducendo una campagna di marketing di affiliazione o PPC, potreste desiderare di di reindirizzare alla pagina di destinazione originale invece di utilizzare un URL diretto. URL DIRETTO. Quando si tratta di marketing di affiliazione, questo può finire per creare un maggior numero di riferimenti all'URL.

Una cosa da considerare è che Google potrebbe vedere questi link come acquistati a causa dell'accordo di affiliazione. acquistati a causa dell'accordo di affiliazione, e il sito potrebbe essere penalizzato per aver violato le linee guida per i webmaster.

Per assicurarsi che il sito non venga penalizzato, è bene utilizzare un reindirizzamento temporaneo che non sia memorizzabile nella cache.

Test A/B dei reindirizzamenti

Se si stanno testando alcune versioni diverse di una pagina, è una buona è una buona idea utilizzare un reindirizzamento temporaneo per convogliare alcune persone verso le diverse varianti e vedere come vengono accolte.

È una buona idea utilizzare un reindirizzamento temporaneo e non memorizzabile per evitare che la versione alternativa del sito dall'indicizzazione. In questo modo si assicura che la versione corretta della pagina venga utilizzata per classificare il contenuto.

Nelle proprie linee guida, Google consiglia di utilizzare un reindirizzamento 302 per eseguire questo tipo di test.

Errori tipici nell'implementazione dei reindirizzamenti che hanno un impatto sulla SEO

Dopo aver affrontato la teoria, è arrivato il momento di passare alla pratica. Esamineremo alcuni degli errori più comuni che le persone fanno quando si parla di SEO e di utilizzo dei redirect.

Non impostare il reindirizzamento prima di spostare i domini

Uno dei problemi più comuni è la migrazione di un sito sul nuovo dominio, lanciare il sito e lasciare che gli esperti SEO si occupino di tutto il resto. Ci sono ci sono alcuni problemi.

Ad esempio, se il nuovo dominio è stato carrellato e indicizzato durante il periodo di transizione, Google potrebbe vedere il nuovo dominio come un duplicato. periodo di transizione, Google potrebbe vedere il nuovo dominio come un duplicato e applicare una e applicare una penalizzazione. Questo perché non sono stati aggiunti reindirizzamenti in anticipo.

Se state per spostare un sito, dovete assicurarvi che tutti i reindirizzamenti siano pronti. reindirizzamenti siano pronti. È quindi possibile inviare il sito a Google attraverso attraverso l'indice di Google, utilizzando la Google Search Console. Questo permetterà al motore di ricerca di seguire i reindirizzamenti e di comprenderli.

Reindirizzamento a URL non pertinenti

La rilevanza topica è fondamentale se si vuole che un reindirizzamento funzioni in termini di SEO. in termini di SEO. Non sarà possibile influire sulla SEO con un reindirizzamento a una pagina che non è pertinente.

Se Google non vede come le due pagine siano correlate, probabilmente non passerà l'autorità del link alla nuova pagina, riducendo l'effetto positivo del reindirizzamento sulla SEO. effetto positivo del reindirizzamento sulla SEO.

Se si effettua un reindirizzamento, si vuole inoltrare il traffico verso l'alternativa più alternativa più pertinente e più vicina alla pagina da cui proviene.

Catene di reindirizzamento

Un errore relativamente comune è quello di creare una catena di reindirizzamenti, passando da una pagina di reindirizzamento a un'altra. da una pagina di reindirizzamento alla successiva, e così via.

In questo modo, il redirect originale diventa una catena di tre o più redirect. o più reindirizzamenti. Anche se ai vostri visitatori probabilmente non interesserà, Google se ne occuperà.

Alcuni crawler potrebbero smettere di seguire una catena di reindirizzamenti dopo due di fila, quindi non saranno in grado di indicizzare la pagina più pertinente.

Esempio di catena di reindirizzamento

Alta latenza di reindirizzamento

Se si dispone di un numero maggiore di reindirizzamenti, si può notare che la latenza ne risente. Questo è dovuto al fatto che ogni reindirizzamento è una richiesta del server che richiesta del server che richiede un'elaborazione.

Se qualcuno ha una rete internet più lenta, il tempo di caricamento della pagina può aumentare per loro. Come abbiamo già detto, potrebbe anche verificarsi un errore se ci sono troppi reindirizzamenti.

Reindirizzamento di un URL all'interno di una Sitemap

Se gran parte del vostro sito è costituito da reindirizzamenti, non è necessariamente un male ma può causare alcuni problemi al crawler di Google.

Questi crawler non hanno molto tempo per esaminare i contenuti del sito. Questo tempo è noto come crawl budget. I reindirizzamenti possono "distrarre" crawler utilizzando il budget di crawl per effettuare reindirizzamenti che non erano necessari. necessari in primo luogo.

Se si spostano delle pagine, è bene utilizzare un redirect 301 dalla pagina precedente e assicurarsi che rimanga attivo. pagina precedente e assicurarsi che rimangano attivi per un anno.

Migrazione di un sito che ha già dei reindirizzamenti

Abbiamo già accennato alla necessità di assicurarsi che i reindirizzamenti siano pronti pronti immediatamente quando si migra un sito. Un errore che si può fare, tuttavia, è quello di non tenere conto dei reindirizzamenti esistenti sul sito che si sta migrando.

Ad esempio, se non si aggiungono i nuovi reindirizzamenti, si otterrà sicuramente un 404 o un HTHT4. un errore 404 o HTTP 500.

Un altro problema è che se i reindirizzamenti vengono mantenuti, è probabile che ci si ritrovi con catene di redirect quando si reindirizzano i redirect esistenti al nuovo sito. sito.

Per evitare che ciò accada, è necessario consolidare i redirect esistenti. reindirizzamenti esistenti, il che può richiedere un po' di lavoro, ma garantisce che il sito che il vostro sito non finisca per diventare approssimativo, guadagnando potenzialmente penalizzazioni SEO.

Suggerimenti sui reindirizzamenti SEO

Ecco alcuni dei modi migliori per implementare i reindirizzamenti se si vuole garantire che non si finisca per essere penalizzati in termini SEO. Finché seguite questi consigli, non dovreste avere alcun problema.

Reindirizzamento all'URL del sito preferito

Se state impostando un reindirizzamento, dovete essere sicuri che sia diretto alla versione più recente e pertinente dell'URL di destinazione. versione più recente e pertinente dell'URL di destinazione. Questo è particolarmente cruciale se il sito può avere più URL per la stessa pagina a causa di generazione dinamica di URL.

Reindirizzamento a URL alternativi rilevanti

Assicuratevi di reindirizzare sempre verso l'URL pertinente se volete se volete assicurarvi di mantenere la vostra rilevanza topica.

Non creare catene di reindirizzamento

Evitate di andare oltre due reindirizzamenti allo stesso tempo. Per evitare questo, consolidare gli URL esistenti per evitare che si formi una catena.

Assicurarsi che i reindirizzamenti siano puliti

Se il vostro sito è in continua evoluzione e avete molti reindirizzamenti, potreste doverli rivedere. bisogno di tornare su di essi. Potreste essere in grado di rimuovere i reindirizzamenti reindirizzamenti temporanei o, se uno di essi esiste da molto tempo, potete renderlo un reindirizzamento reindirizzamento permanente per garantire lo scambio di link equity tra i due siti. tra i due.

La vostra sitemap dovrebbe evitare di includere contenuti reindirizzati. Dovrete solo solo l'URL di destinazione per ogni reindirizzamento. Esaminate la vostra mappa del sito e assicuratevi che contenga solo gli URL più recenti. Questo è soprattutto se la sitemap è stata creata dal vostro CMS.

Reindirizzamenti URL con Ranktracker

Ranktracker può aiutarvi a garantire che i vostri reindirizzamenti siano gestiti correttamente con il suo strumento di verifica del sito web.

Ranktracker può anche mostrarvi gli URL associati, in modo che possiate farvi un'idea migliore delle classifiche e delle analisi del sito in base alla pagina stessa. un'idea migliore delle classifiche e delle analisi del sito in base alla pagina stessa.

Se state cercando di analizzare o di fare un resoconto degli URL utilizzati per i vostri reindirizzamenti, è possibile dare una breve occhiata allo strumento di audit web e e sarete in grado di identificarli facilmente.

FAQ

È possibile avere troppi reindirizzamenti 301?

Solo se si reindirizza troppo spesso un URL identico. È meglio evitare catene di reindirizzamenti.

Il budget di crawl sarà influenzato dai redirect?

Sì, un crawl budget sarà effettivamente utilizzato dai reindirizzamenti. Questo perché ogni reindirizzamento è un'altra richiesta. Queste richieste possono influenzare il budget di crawl.

Tenete presente che il budget di crawl non sarà interamente consumato dai reindirizzamenti. redirect, ma è possibile che alcune parti del sito siano più difficili da indicizzare per i motori di ricerca. più difficili da indicizzare per il motore di ricerca.

Google effettuerà il crawling e l'indicizzazione dei reindirizzamenti?

Google non effettuerà la scansione e l'indicizzazione dei reindirizzamenti, il che significa che il contenuto della pagina originale non verrà indicizzato. pagina originale non sarà indicizzata. Se volete che qualcosa venga indicizzato, assicuratevi che sia che sia contenuto nell'URL di destinazione.

Qual è la durata massima di un reindirizzamento 301?

Poiché i reindirizzamenti 301 sono permanenti, dovrete mantenerli per sempre. Questo perché Google può impiegare da sei mesi a un anno per rendersi conto che una pagina o un sito che una pagina o un sito sono stati spostati.

Google tratterà un 301 come un soft 404?

Una cosa da tenere in considerazione è che Google considererà una pagina 404 che viene 301 reindirizzata alla vostra home page sarà comunque considerata come un soft 404 perché confonde gli utenti.

Se una pagina è morta, non ha senso che venga reindirizzata alla vostra home page perché la vostra home page è irrilevante per i vostri utenti. pagina iniziale, perché la pagina iniziale è irrilevante per il contenuto che era pagina in primo luogo.

Utilizzate un reindirizzamento 301 solo per una pagina associata alla pagina che è stata ritirata. è stata ritirata.

Qual è il tempo necessario a Google per riconoscere un reindirizzamento 301?

Google impiega da sei mesi a un anno per riconoscere che una pagina o un sito pagina o sito è stato spostato utilizzando un reindirizzamento 301.

Cosa sono i reindirizzamenti furtivi e perché sono dannosi per la SEO?

I reindirizzamenti subdoli sono quelli che cercano di ingannare i crawler dei motori di ricerca mostrando loro motore di ricerca mostrando loro qualcosa di diverso da quello che vedranno i visitatori.

Potete essere facilmente penalizzati per questo motivo, perché è una violazione diretta delle linee guida per i delle linee guida per i webmaster.

Tutti i reindirizzamenti 301 avranno un PageRank del 100%?

No, Google non sarà in grado di trasmettere il 100% del PageRank tra le pagine quando si utilizza un reindirizzamento 301. È possibile che si perda una piccola quantità di del PageRank originale.

In che modo Google valuta i 301?

Utilizzando i reindirizzamenti, Google è in grado di determinare l'URL canonico della pagina. URL CANONICO DELLA PAGINA. Questo permette a Google di assicurarsi che i segnali che normalmente vanno all'URL all'URL originale finiscano a quello canonico.

Come scegliere tra redirect 301 e canonici?

Un reindirizzamento assicura che i visitatori siano inoltrati in modo permanente o temporaneo da una pagina permanentemente o temporaneamente da una pagina che non esiste più. I canonici sono una scelta migliore se avete contenuti duplicati o simili sul vostro sito. simili sul vostro sito.

Un canonical indica essenzialmente al motore di ricerca quali sono i contenuti che che deve considerare autentico.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker