• Spazio di lavoro

Volete lavorare meglio da casa? Costruite una routine

  • Georgi Todorov
  • 1 min read
Volete lavorare meglio da casa? Costruite una routine

Introduzione

La tendenza al lavoro a distanza nel mondo delle aziende ha dato sollievo a molti che desiderano lavorare comodamente da casa.

La scena è pronta e il vostro computer portatile è sul vostro spazio di lavoro, mentre sorseggiate un caffè o qualsiasi altro liquido in una mattinata tranquilla, con l'obiettivo di ottenere la massima produttività. Tuttavia, il più delle volte, si riesce a malapena a raggiungere la produttività ottimale.

Sebbene lavorare da casa sembri l'ambiente più sereno, a volte è ancora più difficile che lavorare dall'ufficio dell'azienda.

In questo articolo esamineremo i motivi per cui lavorare da casa può essere più difficile e i trucchi per la produttività che possono cambiare questa visione.

Work Better from Home? Build a Routine

Capire che l'ufficio e la casa sono due luoghi diversi

Sia che siate alle prime armi con il lavoro a distanza, sia che abbiate trascorso anni di carriera lavorando da casa, rimane una grande differenza tra la vostra casa e il luogo di lavoro durante il lavoro. La differenza si sente quando si passa dall'ufficio a casa e viceversa.

Nella maggior parte dei casi, si fa fatica a lavorare a casa, perché non sembra il luogo di lavoro naturale a cui si è abituati. Per molti, la casa è il rifugio sicuro in cui rilassarsi dopo lunghe ore di lavoro. È anche il centro della vita personale e offre uno spazio personale con se stessi, gli amici e la famiglia.

Quali sono quindi le sfide più frequenti che le persone devono affrontare lavorando da casa?

Sfida 1: fare la grande transizione dall'ufficio alla casa

Making the Big Transition from Office to Home

Finché non inizierete a lavorare da casa e non vi si presenterà un'intera serie di problemi, penserete che lavorare da casa sia la soluzione ai vostri problemi di produttività e ad altri problemi sul posto di lavoro.

A casa, si combattono i mostri più grandi: le distrazioni e la cattiva gestione del tempo. Secondo Maurie Backman, i problemi del lavoro da casa si possono riassumere in pressione, interazioni sociali e struttura.

Lavorare a fianco di altre persone crea un senso di cameratismo con i colleghi. Qui si comprendono le sfide che tutti voi dovete affrontare, ci si sostiene a vicenda e si fornisce la tanto necessaria interazione sociale e l'attaccamento al lavoro.

A differenza di quanto avviene sul posto di lavoro, è difficile replicare questa situazione a casa. Le interazioni con i vostri cari non porteranno il vero valore che cercate come le interazioni con i colleghi di lavoro. Lo scopo specifico, cioè il lavoro, offre il vero valore nell'interazione con i colleghi rispetto agli amici e alla famiglia.

Al di là dell'orizzonte delle interazioni sociali, lavorare dall'ufficio vi offre una sensazione di struttura e una maggiore motivazione a raggiungere i vostri obiettivi lavorativi. Difficilmente avrete voglia di accendere lo stereo o di dedicarvi a faccende personali in ufficio.

Così come una biblioteca è il luogo ottimale per studiare in modo tranquillo e sereno, l'ufficio è il posto migliore per lavorare. Senza una separazione fisica tra vita privata e lavoro, sarà difficile raggiungere mentalmente lo stato migliore per lavorare da casa.

Sfida 2: Cambiamenti di vita

Per i veterani del lavoro a distanza, le sfide del lavoro da casa potrebbero essere più esterne che interne. Con il cambiamento della situazione abitativa, potrebbe essere difficile mantenere la stessa produttività e raggiungere gli obiettivi.

Che si tratti di un matrimonio recente o di un nuovo nato in famiglia, il lavoro viene messo a rischio quando si lavora dalla propria abitazione. Con una persona a cui si tiene o con la quale si vuole trascorrere una certa quantità di tempo, la tentazione diventa troppo forte e la concentrazione sul lavoro viene meno.

Tuttavia, questo non significa che lavorare da casa porti sempre a un fallimento epico in termini di produttività! C'è sempre un modo per trasformare le brutte giornate in giornate migliori, in questo caso una brutta sede di lavoro in una perfetta per se stessi. Il modo più semplice, ma anche il più grande, per ribaltare l'intera narrazione sul lavoro da casa è creare una routine quotidiana.

Che cos'è una routine?

Il termine routine si riferisce alla serie di cose che si fanno in un ordine specifico, in base alle attività e al momento della giornata. In altri termini, per routine si intende il modo normale in cui gestiamo i nostri compiti quotidiani e le attività che figurano nella nostra lista di cose da fare. Consapevolmente e inconsapevolmente abbiamo alcune routine nella nostra vita quotidiana, come la nostra routine igienica, i nostri orari di lavoro o quando fare il bucato.

Come le cattive abitudini si formano facilmente e diventano difficili da interrompere, una cattiva routine rappresenta una sfida per dare il meglio di sé al lavoro. Tuttavia, le cattive abitudini possono essere trasformate in abitudini migliori, con il risultato di un migliore utilizzo del nostro tempo.

So, What is a Routine?

Perché abbiamo bisogno di una routine?

L'impatto numero uno di una routine nella nostra vita è che la nostra mente e il nostro corpo diventano prevedibili. Per brevi periodi di vita, la spontaneità rimane fondamentale, ma per uno stile di vita sostenibile, la routine costituirà una struttura per una vita affidabile.

Una buona routine comporta numerosi vantaggi, tra cui:

  • Migliorare il processo decisionale
  • Aumento della produttività e della concentrazione
  • Maggiore raggiungimento degli obiettivi
  • Miglioramento della salute
  • Maggiore controllo sul tempo personale
  • Riduzione della pressione e dello stress
  • Dormire meglio
  • Capacità di affrontare situazioni difficili

Anche se i vantaggi di una routine sono molti di più, quelli sopra elencati sono un motivo sufficiente per prenderne in considerazione una.

Come creare una routine

Sebbene creare una routine possa essere semplice, è necessario investire tempo e perseveranza. Ecco le tre fasi per creare una routine ottimale per le vostre esigenze di lavoro a distanza.

#1- Piano! Piano! Piano!

Potreste essere chiamati a decidere che cosa avete bisogno di coprire. In questo caso, saranno i vostri obiettivi di lavoro a regnare. Ebbene, fissate un obiettivo per il vostro programma di lavoro. Anche se c'è molto da gestire, è consigliabile iniziare in piccolo. Pianificate la vostra routine lavorativa per fasi.

Il primo passo è rispondere alla domanda su dove e quando lavorerete. Dopodiché, potrete migliorare le vostre routine temporali in base alle sezioni della giornata, ovvero mattina, pomeriggio e sera, in modo che tutto vada al suo posto.

#2- Implementare

Mentre la maggior parte delle persone fa piani di lavoro per raggiungere una routine, solo pochi li attuano. Se avete intenzione di realizzare sogni importanti che potrebbero mettervi sotto pressione, il processo di attuazione sarà sempre un problema. Pertanto, cercate di non avere molto nella vostra routine. Dopo tutto, una routine è fatta di abitudini che si possono ripetere, quindi evitate i compiti che vi porteranno al burn-out quotidiano.

#3- Valutare

Per distinguervi dalle persone di successo comuni, potreste aver bisogno di fare un audit su come avete utilizzato il vostro tempo e su quali obiettivi avete raggiunto. Raggiungere la maggior parte dei vostri obiettivi significa che siete stati in grado di ottenere il meglio dalla routine. Non aspettatevi la perfezione, ma un miglioramento incrementale.

Quali sono i miti sulla routine del lavoro da casa?

Con l'aumento della popolarità del lavoro a distanza negli ultimi giorni, molte persone hanno molte idee su cosa significhi lavorare da casa. In particolare, la maggior parte di queste idee non rispecchia l'esperienza del lavoro da casa. Forse è il caso di sfatare questi miti.

Mito 1: non è necessario vestirsi bene per andare al lavoro

Per alcuni, lavorare da casa è facile come svegliarsi, alzarsi dal letto e andare al computer in pigiama per lavorare. Non c'è nemmeno bisogno di allacciarsi le scarpe! Si ritiene che non ci si debba preoccupare dell'igiene e di vestirsi in modo elegante perché il capo e i colleghi non vi vedranno. Anche se è possibile farlo, è una pessima idea!

È necessario prepararsi per la giornata, anche se non si è in giro per impressionare il capo, il cliente o il collega. In questo caso, potete scegliere di vestirvi in modo da poter rispondere a una videochiamata, risparmiando i vostri costosi abiti e cravatte per le riunioni.

Mito 2: Il vostro orario è flessibile al 100%

Molti credono che, non avendo un orario specifico, si possa fare tutto ciò che piace, a patto di lavorare alla fine della giornata. È una bugia! Di tanto in tanto, il vostro capo e i vostri colleghi potrebbero avere bisogno di voi in qualsiasi momento durante l'orario di lavoro. Avrete anche delle scadenze da rispettare e dei risultati attesi da consegnare.

La vostra libertà quando lavorate da casa è nel vostro tempo personale e non durante l'orario di lavoro. Pertanto, potreste aver bisogno di alzarvi presto o di ritagliarvi del tempo durante le pause e dopo il lavoro per sbrigare le vostre faccende personali, proprio come chiunque lavori da un ufficio.

Mito 3: l'equilibrio tra lavoro e vita privata si raggiunge automaticamente

Molti pensano che, essendo a casa più spesso, si abbia molto tempo a disposizione per fare tutto ciò che si desidera. Dopo tutto, si saltano le lunghe ore di lavoro e gli spostamenti inutili. Ma vi sbagliate!

A differenza di quanto si crede, il lavoro da casa potrebbe essere un problema di sovraccarico di lavoro. Questo accade soprattutto ai principianti, che cercano di stabilire dei limiti e di trovare l'orario ideale. Senza una linea di demarcazione definitiva che separi lo spazio di lavoro da quello di vita, è più probabile che di tanto in tanto l'equilibrio venga alterato.

Pertanto, spetta a se stessi trovare il tempo necessario sia per il lavoro che per la vita domestica. A differenza di quanto accade in ufficio, non c'è nessuno che vi sta addosso per controllare che le cose avvengano nel modo giusto. Quando la responsabilità chiama, bisogna rispondere!

Cinque consigli per sviluppare una routine ottimale per il lavoro da casa

Tutti dobbiamo iniziare da qualche parte quando si tratta di lavorare da casa. I seguenti consigli vi aiuteranno a costruire una routine che vi porterà a lavorare a distanza ottenendo risultati migliori.

Five Tips for Developing an Optimal Work From Home Routine

#N. 1 - Gestire il rumore bianco

Quando si inizia a lavorare da casa, ci si rende conto dell'assenza e della mancanza del rumore bianco dell'ufficio. È difficile ottenere quel basso livello di rumore di fondo che si ha quando si lavora da casa. Alcuni studi hanno dimostrato che alcune persone, soprattutto quelle che faticano a prestare attenzione, si affidano al rumore bianco perché le aiuta a concentrarsi su alcuni compiti mentali.

L'assenza di rumore bianco per molti comporta una scarsa concentrazione sul lavoro. Se da un lato abbiamo bisogno di silenzio nei momenti di concentrazione più intensi, dall'altro un rumore eccessivo crea ulteriori distrazioni. Per ovviare a questa esigenza, si può mettere della musica di sottofondo mentre si lavora, oppure accendere il ventilatore, aprire la finestra o addirittura accendere la televisione. Assicuratevi però che non sia la vostra stazione preferita per evitare di essere tentati di guardarla.

Se il rumore vi distrae, potete spegnere i dispositivi. Un po' di rumore fa parte della giornata lavorativa e rende l'ambiente di lavoro equilibrato.

#2- Punteggiare la giornata lavorativa

Per concentrarsi al meglio, bisogna apprezzare la necessità di fare delle pause. Smettete di stringere i denti e di costringervi a lavorare senza fermarvi. Secondo una ricerca condotta sul rapporto tra lavoro e pause, i risultati dimostrano che riusciamo a concentrarci solo per circa un'ora con una pausa di cinque o venti minuti.

Durante le pause, potreste aver bisogno di staccare la mente dal lavoro. Fate qualcosa di diverso, ad esempio uno spuntino, parlate con qualcuno, controllate la posta elettronica o fate yoga. Qualunque sia la vostra scelta, non rimanete nella stessa posizione in cui lavoravate.

#3- Astenersi dal lavorare in modo strategico

Quando lavorate, dovete stabilire dei limiti per voi stessi su quando e quando non lavorare. Lavorare tutto il giorno, coprendo ogni singola ora del tempo di lavoro, porterà all'esaurimento. È necessario stabilire un orario di inizio e di fine dedicato ai propri obiettivi lavorativi.

Utilizzate una versione desktop di Gmail e altri strumenti di comunicazione che vi consentano di disattivare le notifiche o di sospendere le e-mail. In questo modo, se avete bisogno di concentrazione, è facile attivarla e disattivarla.

In particolare, gli orari di lavoro dedicati sono un perfetto incentivo alla produttività per una routine di lavoro a distanza sostenibile. Con gli orari di lavoro definiti, si può separare la vita lavorativa dalla vita privata a casa, assicurandosi che non si sovrappongano. È consentita una certa flessibilità negli orari di lavoro. Ad esempio, si può allungare temporaneamente l'orario di lavoro per consentire la conclusione di un progetto importante. Tuttavia, è necessario assicurarsi di tornare al proprio orario di lavoro normale una volta terminato il progetto.

#4- Prepararsi in anticipo

Pianificare in anticipo è un modo perfetto per raggiungere i propri obiettivi lavorativi. In particolare, questo vi aiuta a limitare il numero di decisioni che dovete prendere in un solo momento. In cambio, si riduce l'affaticamento dovuto alle decisioni quotidiane. Si ottiene anche un migliore processo decisionale, poiché si ha il tempo necessario per riflettere e quindi si ottiene un'idea razionale.

Un calendario può essere un ottimo strumento per chi ama avere scadenze e blocchi di tempo. Tuttavia, assicuratevi di essere realistici con i vostri limiti di tempo e le vostre aspettative. I pianificatori basati sulle attività possono annotare i compiti da svolgere in un determinato giorno. Prepararsi la sera prima è il momento migliore per ottenere ottimi risultati con questo strumento di produttività.

#5- Organizzare ciò che si può controllare

Lavorare da casa con una stanza piena di persone care è un problema. È difficile controllarli nel modo migliore mentre si lavora. Pertanto, è necessario concentrarsi su ciò che si può controllare, organizzandolo al meglio. Se si tratta di rumore, si possono scegliere delle cuffie a cancellazione di rumore o trovare uno spazio tranquillo per l'ufficio in casa.

Potete ridurre le distrazioni per non compromettere la vostra capacità di lavorare. Inoltre, se dovete gestire alcune responsabilità personali a casa, dovreste adottare la flessibilità. In questo modo, potrete trovare un modo ottimale per gestire la vostra vita lavorativa e personale senza troppe difficoltà.

Pensiero finale

Sebbene il lavoro da casa possa essere percepito come facile, presenta una serie di problemi, soprattutto per quanto riguarda la produttività. Tuttavia, possiamo sempre escogitare dei modi per risolvere le sfide che dobbiamo affrontare. Con i suggerimenti di cui sopra, è possibile allenarsi per ottenere il massimo dalla propria routine quotidiana in termini di obiettivi lavorativi.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker