• Imparare il SEO

Perché preoccuparsi delle parole chiave con un basso volume di ricerca

  • Felix Rose-Collins
  • 1 min read
Perché preoccuparsi delle parole chiave con un basso volume di ricerca

Introduzione

Trovare parole chiave ad alto volume con bassa concorrenza e ottimi tassi di conversione è il sogno di ogni SEO. Indipendentemente dalla formazione ricevuta, formale o sul posto di lavoro, a un certo punto della carriera viene spesso detto di puntare su parole chiave ad alto volume. Ma non si tratta solo di questi termini appariscenti quando si tratta di aumentare la visibilità generale o di incrementare le conversioni sul sito.

Sapere cosa fare con le parole chiave a basso volume di ricerca può fare la differenza tra la creazione di pagine che si classificano, attirano gli utenti e convertono, e quelle che rimangono bloccate alle pagine 5, 6 o 7 delle SERP.

Esiste un volume di ricerca "ideale"?

Non sempre esiste un volume di ricerca ideale. Una delle migliori pratiche per la ricerca di parole chiave è quella di non farsi prendere dai numeri. Il numero di ricerche mensili di una parola chiave utile in un settore può essere superiore a 10.000, mentre per un altro, più piccolo, può essere inferiore a 100.

Non è un segreto che il volume di ricerca sia uno dei fattori più importanti nella scelta della parola chiave di destinazione. Dopo tutto, oltre a migliorare le vostre capacità di scrittura, non serve a nulla pubblicare contenuti per termini che nessuno cerca. Questo non significa però che le parole chiave ad alto volume prevalgano sempre su quelle a basso volume.

L'uso di parole chiave ad alto volume può aumentare il traffico verso i vostri contenuti, ma non sempre è la scelta migliore. Spesso sono troppo ampie, non sono ottimizzate per l'intento e possono essere fraintese da chi scrive i contenuti, con il risultato di creare pagine che non soddisfano l'utente.

Is there an ‘ideal’ search volume?

Il vostro obiettivo dovrebbe essere quello di avere un buon mix di parole chiave a basso e medio volume. In questo modo sarete in grado di competere nelle SERP con parole chiave che hanno solo una concorrenza moderata, pur avendo la possibilità di portare traffico mirato al vostro sito.

Quanto in basso si può andare?

Anche in questo caso la risposta dipende completamente dal vostro settore. Se i vostri servizi o la vostra consulenza sono piuttosto di nicchia, allora potete permettervi di lottare nelle SERP con parole chiave ad alto volume.

Tuttavia, probabilmente scoprirete che questi termini non sono molto ricercati (se paragonati a campi più grandi). Se non siete sicuri, una buona agenzia SEO sarà in grado di distinguere le parole chiave utili da quelle che vi faranno solo perdere tempo.

Se operate in un mercato saturo, non abbiate paura di abbassare i volumi di ricerca. Anche se ci sono solo 40 persone che cercano queste parole chiave, è probabile che avrete più traffico che cercare di lottare con le più grandi aziende del vostro settore per ottenere posizioni di classifica per termini ad alto volume.

Devo usare parole chiave a coda lunga con un basso volume di ricerca o a coda corta con un alto volume di ricerca?

La natura delle parole chiave a coda lunga significa che spesso hanno un volume di ricerca basso rispetto alle parole chiave a coda corta. Dopo tutto, la probabilità che qualcuno digiti "scarpe da ginnastica bianche con dettagli rossi" è di gran lunga inferiore a quella che scelga semplicemente "scarpe da ginnastica bianche". Non lasciatevi ingannare, però: questo non significa che le parole chiave a coda corta siano le migliori per il vostro marchio, ma che saper usare le parole chiave a coda lunga comporta molti vantaggi.

Keyword Finder Results

Keyword Finder Results

Supponiamo che siate un'impresa di pulizie. State cercando di promuovere i vostri servizi a un pubblico più ampio e di raccogliere l'afflusso di appuntamenti per le pulizie che ne deriverà. Dopo aver fatto un po' di ricerca e analisi delle parole chiave, vedete che "pulizie di casa" ha migliaia di ricerche al mese. Ottimo, vero?

Pensiamo ora all'intento di questa ricerca. Potrebbe trattarsi di informazioni sui prodotti per la pulizia, su come pulire al meglio la casa o sulla frequenza delle pulizie, non necessariamente di un servizio professionale.

Se volete aumentare le conversioni, provate i termini più lunghi con un volume di ricerca inferiore: "servizio di pulizia professionale della casa", "pulizia commerciale professionale" o "pulizia professionale degli appartamenti".

Anche se ricevono meno ricerche mensili, sono più facili da classificare e, soprattutto, porteranno il giusto tipo di traffico al vostro sito web. Sapete che stanno cercando maggiori informazioni sui servizi di pulizia professionale o che sono pronti a prenotare un'impresa di pulizie proprio in quel momento.

Vantaggi dell'utilizzo di parole chiave con bassi volumi di ricerca

Bassa concorrenza

Cominciamo con l'ovvio (per alcuni). Molti dei vostri concorrenti non si preoccuperanno o non sapranno cosa fare con parole chiave a basso volume di ricerca, il che significa che il mercato non sarà così saturo.

Low competition

Questa mancanza di concorrenza significa che quando qualcuno digita questa query (ricordate che un basso volume di ricerca non significa assenza di volume di ricerca - la gente continua a cercarla!), non dovreste avere problemi a raggiungere posizioni di classifica di successo, purché le vostre pagine siano ben ottimizzate, utili per il lettore e rispondano alle sue domande.

Volumi di ricerca più bassi = maggiore possibilità di ottimizzazione degli intenti?

Lo scopo dell'ottimizzazione dell'intento (nota anche come ottimizzazione dell'intento dell'utente o della ricerca) è quello di adattare i contenuti del sito alle aspettative e alle esigenze di chi effettua le ricerche. In questo modo si assicura che le ricerche sulla vostra pagina portino a informazioni preziose e utili che soddisfino le loro esigenze di ricerca.

Le parole chiave a coda lunga con bassi volumi di ricerca sono spesso più descrittive. Danno un'idea più precisa dell'intento. Per questo motivo, potete creare contenuti di maggior valore per il vostro pubblico di riferimento identificando quali di questi intenti sono i più rilevanti per chi cerca le vostre parole chiave.

In sostanza, la creazione di pagine per parole chiave a coda lunga con un basso volume di ricerca vi aiuterà a ottimizzare anche l'intento. Sono più specifiche e quindi vi daranno un'idea migliore di ciò che l'utente sta cercando rispetto alle parole chiave ad alto volume e a coda corta.

Sfruttare le tendenze emergenti

Una ragione per un basso volume di parole chiave potrebbe essere che l'argomento, o la tendenza, è ancora abbastanza nuova. Entrate rapidamente, lasciate il segno e continuate ad aggiornare queste pagine con la natura fluida della tendenza una volta che si sono posizionate.

Hopping on emerging trends

Brevi stringhe di parole chiave specifiche con un basso volume di ricerca potrebbero essere un segnale dell'emergere di nuove idee, di nuove esigenze dei clienti e di punti dolenti emergenti nel vostro settore.

Prendiamo ad esempio il termine "bitcoin". Se aveste fatto una ricerca per parole chiave su questo termine all'inizio del 2014, avreste potuto escluderlo, solo che la popolarità (e le ricerche) hanno avuto un boom nel 2017.

Bitcoin search trends

Fare strada

Voi e i vostri concorrenti avete tutti una parte della voce del vostro settore. Quanto grande sia questa quota dipende solo da voi.

Quando vi posizionate per molti termini (parole chiave sia ad alto che a basso volume di ricerca) in un settore di nicchia, iniziate a sembrare l'esperto di riferimento del settore. Ad esempio, se le vostre pagine si posizionano ai primi posti per "ogni quanto tempo si dovrebbero far pulire i tappeti", "appuntamenti regolari per la pulizia del forno", "pulizia dopo l'affitto" e altri termini, le persone vi vedranno come la risorsa numero uno per la pulizia professionale.

Cosa fare con le parole chiave a basso volume di ricerca

Descrizioni dei prodotti

Se avete un sito di e-commerce, le descrizioni dei prodotti sono il luogo perfetto per le parole chiave a coda lunga e a basso volume. Se riuscite a presentare all'utente il prodotto esatto che sta cercando, invece di dover scorrere tutti i suggerimenti, le probabilità di acquisto aumentano.

Non solo è un'ottima cosa per voi, ma è anche un vantaggio per il cliente sapere esattamente cosa sta acquistando.

Pagine FAQ

Icontenuti di base, come le pagine delle FAQ, sono l'hub ideale per le parole chiave a basso volume. Anche se non è probabile che queste pagine convertano, aumenterete la visibilità del vostro marchio, metterete in evidenza la vostra competenza nel settore e creerete fiducia in quell'utente specifico.

Pensateci: state cercando freneticamente un problema particolare e continuate a imbattervi in pagine generiche che non rispondono alla vostra domanda. Decidete di descrivere il problema: cosa potete perdere? Diventate molto specifici.

Compare una pagina che fornisce la risposta all'interno di una pagina di FAQ. Siete sollevati e riconoscenti, anche se non avete mai sentito parlare dell'azienda, la terrete in grande considerazione.

Messaggi del blog

Le parole chiave a coda lunga e a basso volume si prestano bene ai blog post. Fate una ricerca sulle parole chiave e trovate un termine a basso volume direttamente collegato alla vostra nicchia? Fate un'analisi della concorrenza per vedere se è già stato trattato. In caso affermativo, verificate se hanno tralasciato qualcosa e rendete il vostro post ancora più prezioso aggiungendo ulteriori suggerimenti, commenti di esperti o un video che spieghi il concetto.

Se il vostro concorrente non si è buttato su queste parole chiave a basso volume di ricerca, potete preparare un rapido post sul blog. Per le parole chiave informative, potete indirizzarle verso le pagine di maggior valore del vostro sito. Si tratta di pagine di servizio o della vostra homepage.

L'idea di utilizzare parole chiave a basso volume può non essere appariscente o eccitante, ma può aggiungere una tonnellata di valore al vostro sito. Provatele per il vostro prossimo contenuto: spesso valgono bene il tempo, il denaro e l'impegno che ci mettete.

Provate GRATUITAMENTE Ranktracker